Serie A1 1a giornata, Serie A2 2a giornata – Maschile

Scritto da on ott 25th, 2010 e archiviato sotto la categoria Notizie, Serie A1, Serie A2. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

COPRA MORPHO PIACENZA – ACQUA PARADISO MONZA BRIANZA 0-3 (23-25, 21-25, 19-25) – COPRA MORPHO PIACENZA: Popp 14, Semenzato 4, Marra (L), Gonzalez 4, Ruiz 1, Perazzolo, Nilsson 4, Zlatanov 18, Tencati 9. Non entrati Piano, Massari, Boschi. All. Lorenzetti. ACQUA PARADISO MONZA BRIANZA: Rauwerdink 13, Krumins 1, Forni, Buti 5, Rooney 18, Travica 2, Gavotto 17, Shumov 4, Exiga (L). Non entrati Cetrullo, Pesenti, Zito, Molteni. All. Monti. ARBITRI: Cesare, La Micela. NOTE – Spettatori 2900, incasso 15000, durata set: 32′, 29′, 27′; tot: 88′.

Esordio amaro per la Copra Morpho Piacenza nella prima partita di campionato. Di fronte al proprio pubblico e in diretta televisiva (Rai Sport 1), la formazione di Lorenzetti ha ceduto 3 set a 0 all’ Acqua Paradiso Monza e Brianza. Se da una parte Zlatanov e compagni sono parsi spesso in affanno, dall’altra la squadra allenata da Luca Monti ha offerto una brillante prestazione che le ha permesso di aggiudicarsi l’intera posta in palio senza perdere neppure un set.

Decisivo il finale del primo set quando la Copra Morpho non ha sfruttato il vantaggio 23 a 21 e si è fatta riprendere e superare fino a perdere 23-25.

Comincia quindi in salita il campionato della formazione piacentina che dopo i grossi cambiamenti operati al termine della scorsa stagione ha mostrato di avere ancora bisogno di tempo per ricominciare a dare soddisfazione ai propri tifosi.

Angelo Lorenzetti (all. Copra Morpho Piacenza): “Dopo un 3-0 è difficile dire che i ragazzi siano stati bravi, ma io ho visto diverse cose buone e altri limiti che in questo momento sappiamo di avere e su cui lavoreremo”.

Luca Monti (all. Acqua Paradiso Monza e Brianza): “Non pensavo di iniziare così bene in trasferta. Abbiamo lavorato molto sulla battuta e siamo riusciti bene nel cambio palla. Ottimo il lavoro del nostro muro. Sono contento dell’esordio di Rooney che si è dimostrato molto incisivo in attacco”.

SISLEY TREVISO – YOGA FORLì 3-1 (21-25, 27-25, 25-23, 25-18) – SISLEY TREVISO: Fei 17, Horstink 16, Kovar 2, Papi 3, Farina (L), Boninfante, De Togni, Bontje 4, Pujol 3, Maruotti 8, Vanin (L), Bjelica 10. Non entrati Szabo. All. Piazza. YOGA FORLì: Falasca 17, Bacci, Diachkov 12, De Pandis (L), Saitta 5, Kovacevic 15, Bellei, Oivanen 7, Bovolenta 9. Non entrati Cuturic, Olivucci, Ainsworth. All. Molducci. ARBITRI: Pasquali, Zucca. NOTE – Spettatori 1300, incasso 4600, durata set: 28′, 31′, 28′, 23′; tot: 110′.

Nell’esordio in Campionato disputato oggi al Palaverde, la Sisley volley supera per 3-1 la Yoga Forlì. La squadra di coach Piazza fatica a domare la formazione romagnola che dopo aver conquistato il primo set domina anche la seconda frazione: sul 20-22 per la Yoga decide la reazione orgogliosa dei padroni di casa che chiudono il conto nel terzo e quarto parziale.

Roberto Piazza (allenatore Sisley Treviso): “C’è da essere contenti del risultato per classifica e morale. Siamo riusciti a migliorare progressivamente nel match. Era importante per me, in questa gara, dimostrare alla mia squadra la complessità del campionato italiano e direi che con questo match e con questo avversario non ho avuto modo migliore per farlo. Siamo una squadra in crescita, ma non siamo ancora al livello che eravamo riusciti ad ottenere nel finale della scorsa annata. Il mio obiettivo è raggiungere quella soglia ed innalzarla, ma lo potrò ottenere solo se lavoreremo duro in palestra”.

Piero Molducci (allenatore Yoga Forlì):In questo campo abbiamo lasciato un punto importante per la nostra classifica. Nel secondo set con Treviso sotto 20 a 22 ed in un momento di difficoltà purtroppo non siamo riusciti a chiudere il parziale a nostro favore. Peccato perché per la nostra economia nella regular season non ci possiamo permettere di seminare punti”.

BANCA LANNUTTI CUNEO – RPA-LUIGIBACCHI.IT SAN GIUSTINO 3-0 (25-16, 25-15, 25-20) – BRE BANCA LANNUTTI CUNEO: Henno (L), Parodi 13, Galic, Fortunato 9, Grbic 4, Peda 2, Nikolov 13, Patriarca 8, Rossi, Volkov 6. Non entrati Mastrangelo, Montagna, Carletti. All. Giuliani. RPA-LUIGIBACCHI.IT SAN GIUSTINO: Zhukouski 1, Van Den Dries 3, Schwarz 1, Bartoletti 8, Giovi (L), Finazzi 3, Nikic 7, Maric 13, Cester 2, Steuerwald. Non entrati Braga, Lo Bianco. All. Zanini. ARBITRI: Sobrero, Braico. NOTE – Spettatori 3900, incasso 28000, durata set: 23′, 24′, 27′; tot: 74′.

L’esordio dei Campioni d’ Italia in carica, in un PalaBreBanca quasi tutto esaurito, è salutato da una coreografia pensata dalla tifoseria cuneese, i Blu Brothers, appositamente per festeggiare il tricolore, che dipinge tribune e curve di bianco-verde-rosso. Prima del fischio d’inizio la consegna, da parte dell’ amministratore delegato della Lega Massimo Righi e del presidente Valter Lannutti, del pallone d’oro ad Alberto Giuliani e del premio di miglior centrale a Gigi Mastrangelo. Cuneo (in campo con Grbic, Nikolov, Parodi e Patriarca, il neo entrato Volkov e Fortunato, Henno libero; risponde San Giustino con Steuerwald, Nikic, Maric e Van Den Dries, Finazzi e Cester, Giovi libero) parte forte nei primi 2 set, trascinata da Nikolov e Patriarca (che chiude con il 100% in attacco e l’83% di ricezione positiva) nel 1° set (25-16), nel 2° la flessione vertiginosa dell’ attacco di San Giustino (che chiude con il 33%) aiuta ulteriormente i piemontesi (25-15). Terzo set più combattuto, ma con Cuneo sempre avanti di qualche lunghezza, finché sul finale Cuneo allunga 19-13, Zanini inserisce Schwarz per Nikic e Giuliani Peda per Nikolov, ma l’ equilibrio in campo non cambia. Cuneo chiude 25-20 con Peda. Ottima la prestazione di Bartoletti, entrato sul finire del 2° set, che chiude il 3° con 8 punti.

Alberto Giuliani (allenatore Bre Banca Lannutti Cuneo):  “Ci allenavamo al completo da una

sola settimana, per via dei molti atleti impegnati ai Mondiali, quindi la nostra preparazione è ancora indietro. Speriamo di crescere in fretta, perché poi inizierà anche la Champions League, gli impegni si moltiplicheranno e sarà più difficile lavorare su certi aspetti”.

Marco Fenoglio (vice allenatore RPA-LuigiBacchi.it San Giustino): “Un bilancio abbastanza positivo tutto sommato, non venivamo di certo per fare i tre punti; dobbiamo ancora lavorare molto, ma tenuto conto del livello dell’ avversario e del fatto che ci mancava l’ opposto, possiamo dire che non è stata una prestazione del tutto negativa”.

ITAS DIATEC TRENTINO – BCC-NEP CASTELLANA GROTTE 3-0 (25-21, 26-24, 25-18) – ITAS DIATEC TRENTINO: Birarelli 6, Della Lunga 4, Juantorena 15, Vieira De Oliveira 2, Sala 7, Bratoev 3, Sokolov, Stokr 18, Garcia Pires Ribeiro 1, Bari (L). Non entrati Leonardi, Zygadlo, Colaci. All. Stoytchev. BCC-NEP CASTELLANA GROTTE: Milushev 3, Rak 10, Cozzi 6, Guglielmi (L), Guerra 10, Patriarca, Falaschi 2, Torre, Dvoranen 7, Rodriguez 9, Gallotta 1. Non entrati Pagano, Cicola. All. Lattari. ARBITRI: Padoan, Puecher. NOTE – Spettatori 3100, incasso 27000, durata set: 26′ 32′ 26′; tot: 84′.

La stagione dei Campioni del Mondo e d’Europa inizia con uno squillante 3-0 sulla BCC-NEP Castellana Grotte. Ai pugliesi non è bastato l’entusiasmo della prima volta assoluta in Serie A1 per riuscire a contrastare un’Itas Diatec Trentino che, seppur priva di capitan Kaziyski (ancora a riposo dopo le fatiche mondiali), ha messo in mostra buona parte del proprio potenziale in attacco ed in battuta. Il nuovo acquisto Stokr, migliore in assieme al solito Juantorena hanno infatti imposto sin dal via un ritmo forsennato alla gara, costringendo i pugliesi a forzare e quindi spesso a sbagliare per cercare di stare in scia. Per l’ex Radames Lattari il ritorno nella massima serie italiana è reso meno amaro solo dall’affetto del pubblico trentino che sia nel pre sia nel post partita ha tributato al tecnico brasiliano un lungo applauso e un corale abbraccio.

Jan Stokr (allenatore Itas Diatec Trentino): “Non potevamo iniziare meglio ma è giusto che sia così perché lavoriamo sempre tanto e meritiamo questo tipo di vittorie. C’è ancora da fare molto ma abbiamo cominciato col piede giusto perché Castellana era comunque una squadra con tanta esperienza nonostante fosse alla sua prima partita in serie A1″

Radames Lattari (BCC-NEP Castellana Grotte):Ci dobbiamo accontentare di aver giocato alla pari per qualche momento con Trento e questo non è comunque poco. Quando Juantorena batte come stasera c’è poco da fare; per fermarlo ci vorrebbe un’arma! Sto scherzando, ovviamente ma era per far capire che contro una squadra così non potevamo reggere il confronto”.

LUBE BANCA MARCHE MACERATA – TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA 3-0 (25-19, 25-22, 25-20) – LUBE BANCA MARCHE MACERATA: Savani 16, Paparoni (L), Vermiglio 1, Stankovic 6, Martino 8, Omrcen 9, Podrascanin 6. Non entrati Marchiani, Conte, Vadeleux, Van Walle, Cacchiarelli. All. Berruto. TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA: Coscione 1, Suljagic 1, Anderson 11, Kindgard, Baroti, Simeonov 10, Ananiev 13, Barone 9, Fanuli (L). Non entrati Ferraro. All. Di Pinto. ARBITRI: Ippoliti, Perri. NOTE – Spettatori 1800, incasso 4500, durata set: 23′, 25′, 23′; tot: 71′.

Il ritorno di Mauro Berruto sulla panchina della Lube Banca Marche Macerata è caratterizzato da una vittoria. La formazione marchigiana inizia il campionato di serie A1 conquistando, con un netto 3-0, i primi tre punti della stagione nella sfida contro la Tonno Callipo Vibo Valentia. Un match che ha visto le due squadre lottare ad inizio di ogni parziale ma con una Lube Banca Marche Macerata più oliata nei meccanismi rispetto ad una Tonno Callipo molto cambiata dalla scorsa stagione e dall’intesa ancora da migliorare. Ottima prova all’esordio con la maglia di Macerata di Cristian Savani (MVP del match con 16 punti ed il 70% in attacco) e di Alessandro Paparoni, già a suo agio nel nuovo ruolo di libero.

Mauro Berruto (allenatore Lube Banca Marche Macerata): “Partita che ha messo in evidenza del ritmo e della qualità non altissime anche se è normale ad inizio stagione. La squadra comunque ha fatto vedere cose interessanti mettendo in vetrina alcune buone qualità che riuscirà ad esprimere al massimo quando sarà più rodata. Paparoni? Bravo non solo per le statistiche ma anche per la personalità. Non avevo dubbi dopo averlo visto per due mesi in allenamento e crescere di giorno in giorno. Mi aspettavo una prestazione del genere”.

Vincenzo Di Pinto (allenatore Tonno Callipo Vibo Valentia): “C’era una grande differenza fisica e tecnica tra le due squadre già in partenza. E se a questa aggiungiamo che la nostra è una squadra giovane con ragazzi che giocano in Italia per la prima volta, ecco spiegato il risultato. Si vede che ci manca il ritmo di gioco, abbiamo un calendario iniziale molto difficile e dovremo essere bravi a saper crescere nelle grandi difficoltà, lavorando molto duro”.

ANDREOLI LATINA – CASA MODENA 2-3 (25-27, 25-21, 25-19, 18-25, 19-21) – ANDREOLI LATINA: Kovacevic 19, Popelka, Kohut 10, Gitto, Sottile 1, Nonne, Pieri (L), Spairani 9, Vujevic 16, Starovic 29, Giombini 2. Non entrati Labardi. All. Medei. CASA MODENA: Manià (L), Fabroni, Kooistra 9, Dennis 19, Berezhko 14, Kooy 22, Casadei 2, Esko 5, Creus Larry 9, Casoli 1, Piscopo. Non entrati Ciabattini, Diaz. All. Prandi. ARBITRI: Cipolla, Pessolano. NOTE – Spettatori 960, incasso 6000, durata set: 28′, 26′, 25′, 22′, 26′; tot: 127′.

Gara esaltante al PalaBianchini con Casa Modena che è riuscita a strappare due punti dopo oltre due ore di gioco. Antipasto del 66° Campionato di A1 che promette portate succulente nel corso della stagione. All’Andreoli va un punto meritato e sofferto fino alla fine, il tie-break è terminato 19-21. Nel primo set il Latina non riesce a sfruttare un vantaggio di sei punti (16-10) e sul finale si fa superare dal muro (6) dei modenesi: 25-27. Secondo set ancora con i pontina avanti (15-10) che si fanno recuperare sul 17-16 ma poi riescono a chiudere con Spairani sul 25-21. Terzo set in avvio più equilibrato (16-16) con l’Andreoli che allunga grazie a Kovacevic e Vujevic, suo il muro finale sul 25-19. Quarto set con gli ospiti subito in avanti (5-10) e i pontini a rincorrere ma Berezhko e Dennis chiudono sul 19-25. Quinto set equilibrato che solo sul finale è stato vinto da Dennis e compagni sul 19-21. MVP Nikola Kovacevic

Giampaolo Medei (allenatore Andreoli Latina): “Aver visto una squadra a questo livello tecnico-agonistico mi fa piacere. Questa è la base, ora dobbiamo crescere in alcuni fondamentali, come il muro”.

Silvano Prandi (allenatore Casa Modena): “Mi aspettavo tutti i risultati possibili. Il tiebreak è lo specchio fedele di questa partita, molto equilibrata”.

M. ROMA VOLLEY – MARMI LANZA VERONA 3-2 (25-22, 21-25, 25-22, 18-25, 21-19) – M. ROMA VOLLEY: Poey 30, Zaytsev 8, Paolucci 1, Lebl 12, Uriarte 1, Cesarini (L), Saraceni 3, Bencz, Yosifov 14, Cisolla 11. Non entrati Tomatis, Corsini, Corsano. All. Giani. MARMI LANZA VERONA: Latelli 2, Pajenk 15, Kosmina 2, Brunner 8, Meoni, Lasko 26, Smerilli (L), Lotman, Zingel, Cala Gerardo 14, Herpe 9. Non entrati Bolla. All. Bagnoli. ARBITRI: Boris, Castagna. NOTE – Spettatori 1900, incasso 7400, durata set: 28′, 26′, 29′, 29′, 25′; tot: 137′.

Si dice che chi ben comincia è a metà dell’opera, ma se questo è l’inizio della stagione di A1 della M. Roma Volley, sicuramente una cosa non mancherà mai al Palazzetto dello Sport: lo spettacolo. Roma e Verona hanno dato vita a un match agonisticamente molto intenso, con molti errori certo, ma giustificabili alla prima partita dell’anno. La M. Roma Volley ha battuto la Marmi Lanza Verona per 3-2 (25-22, 21-25, 25-22, 18-25, 21-19), dopo un match che ha visto i romani due volte avanti, ma che i capitolini hanno anche rischiato di perdere al quinto, quando la Marmi Lanza era avanti di quattro lunghezze. Verona ha attaccato meglio, mentre le ricezioni si sono equivalse. Due muri in più per Verona che ha anche sbagliato meno in battuta. Roma ha prevalso, invece, al servizio con 10 ace. Michal Lasko è stato eletto MVP della partita.

Michal Lasko (Marmi Lanza Verona): “Abbiamo sprecato un’enorme possibilità di vittoria al tie break. Da una parte sono contento perché siamo cresciuti all’interno di una stessa partita, dall’altra mi dispiace perché abbiamo commesso troppi errori al quinto set e, quando sbagli così tanto, non vinci”.

Adriano Paolucci (M. Roma Volley): “Innanzitutto ci tengo a fare i complimenti a Uriarte. Si è allenato con noi solo due giorni eppure ha fatto benissimo. È vero, sono entrato nel finale della partita, ma Uriarte ha retto tutta la gara alla grandissima. Sono soddisfatto, soprattutto, per la reazione che abbiamo avuto nel tie break, quando stavamo sotto nel punteggio pesantemente. Giani ce lo aveva detto che le prime partite di un campionato si vincono più con la forza dei nervi che con la tecnica pura”.

Giocata Sabato 23 Ottobre – Anticipo Raisport 1

COPRA MORPHO PIACENZA – ACQUA PARADISO MONZA BRIANZA 0-3 (23-25, 21-25, 19-25) – COPRA MORPHO PIACENZA: Popp 14, Semenzato 4, Marra (L), Gonzalez 4, Ruiz 1, Perazzolo, Nilsson 4, Zlatanov 18, Tencati 9. Non entrati Piano, Massari, Boschi. All. Lorenzetti. ACQUA PARADISO MONZA BRIANZA: Rauwerdink 13, Krumins 1, Forni, Buti 5, Rooney 18, Travica 2, Gavotto 17, Shumov 4, Exiga (L). Non entrati Cetrullo, Pesenti, Zito, Molteni. All. Monti. ARBITRI: Cesare, La Micela. NOTE – Spettatori 2900, incasso 15000, durata set: 32′, 29′, 27′; tot: 88′.

Risultati

1a giornata di andata

Sisley Treviso-Yoga Forlì 3-1 (21-25, 27-25, 25-23, 25-18); Bre Banca Lannutti Cuneo-RPA-LuigiBacchi.it San Giustino 3-0 (25-16, 25-15, 25-20) Diretta Rai Sport 1; Copra Morpho Piacenza-Acqua Paradiso Monza Brianza 0-3 (23-25, 21-25, 19-25) 23/10/2010 ore 16:00 Dir. Rai Sport 1; Itas Diatec Trentino-BCC-NEP Castellana Grotte 3-0 (25-21, 26-24, 25-18); Lube Banca Marche Macerata-Tonno Callipo Vibo Valentia 3-0 (25-19, 25-22, 25-20); Andreoli Latina-Casa Modena 2-3 (25-27, 25-21, 25-19, 18-25, 19-21); M. Roma Volley-Marmi Lanza Verona 3-2 (25-22, 21-25, 25-22, 18-25, 21-19)

Prossimo Turno

Sabato 30 ottobre 2010, ore 16.00

Tonno Callipo Vibo Valentia – M. Roma Volley Diretta Rai Sport 1

Domenica 31 ottobre 2010, ore 18.00

Casa Modena – Sisley Treviso Diretta Rai Sport 1; Yoga Forlì – Bre Banca Lannutti Cuneo; Acqua Paradiso Monza Brianza – Lube Banca Marche Macerata; BCC-NEP Castellana Grotte – Andreoli Latina; Marmi Lanza Verona – Copra Morpho Piacenza; RPA-LuigiBacchi.it San Giustino – Itas Diatec Trentino

Classifica

Bre Banca Lannutti Cuneo 3, Lube Banca Marche Macerata 3, Itas Diatec Trentino 3, Acqua Paradiso Monza Brianza 3, Sisley Treviso 3, Casa Modena 2, M. Roma Volley 2, Marmi Lanza Verona 1, Andreoli Latina 1, Yoga Forlì 0, Copra Morpho Piacenza 0, BCC-NEP Castellana Grotte 0, Tonno Callipo Vibo Valentia 0, RPA-LuigiBacchi.it San Giustino 0

Serie A2 2a giornata

NGM Mobile Santa Croce e Pallavolo Padova sole in vetta con due successi da tre punti. Carige Genova e Gherardi SVI Città Di Castello seguono ancora imbattute

GHERARDI SVI CITTà DI CASTELLO – CHEBANCA! MILANO 3-2 (23-25, 25-17, 25-19, 21-25, 15-9) – GHERARDI SVI CITTà DI CASTELLO: Ravellino 7, Rossini (L), Vedovotto 15, Orduna 2, Nemec 32, Bortolozzo 6, Rosalba 19, Marini, Lipparini, Marino, Di Benedetto 5. Non entrati Del Castello, Benedetti. All. Radici. CHEBANCA! MILANO: Durante (L), Insalata 7, Vecchiato 1, Di Manno 24, Vajra 10, Mattera 4, Janusek 11, Angelov 12, Reggio 2, Daolio, Robbiati 2. Non entrati Cauteruccio, Barsi. All. Fumagalli. ARBITRI: Pignataro, Falzoni. NOTE – durata set: 31′, 26′, 28′, 31′, 15′; tot: 131′.

EUROGROUP GELA – PALLAVOLO PINETO 3-0 (25-18, 25-22, 25-22) – EUROGROUP GELA: Sequeira 19, Quartarone, Veloso Pinto 9, Tomassetti 5, Bucaioni, Rizzo (L), Belardi 7, Draghici, Martinengo 10. Non entrati Maccarone, Barbisan, Tranquillo, Mari. All. Dalù. PALLAVOLO PINETO: Messana (L), Cuda 6, Sborgia 4, Galabinov 3, Marquez 18, Calderan, Moretti 5, Bozko 5. Non entrati Testagrossa, Centorame. All. Chiovini. ARBITRI: Gentile, Piluso. NOTE – durata set: 23′, 27′, 30′; tot: 80′.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – EDILESSE CONAD REGGIO EMILIA 3-1 (25-20, 25-22, 20-25, 25-23) – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Pavan 7, Roberts 24, Scappaticcio, Polidori 5, Libraro 22, Darraidou 4, Roberti 8, Gatto (L). Non entrati Polselli, Scuderi, De Rosas, Gaetano. All. Gatto. EDILESSE CONAD REGGIO EMILIA: Luppi 5, Candellaro 7, Mast 5, Goi (L), Bartoli 7, Grassano 1, Sivula 22, Garnica 2, Ippolito 9. Non entrati Mazzali, Civa, Peli. All. Bonitta. ARBITRI: Ravallese, Piersanti. NOTE – durata set: 25′, 24′, 27′, 28′; tot: 104′.

NGM MOBILE SANTA CROCE – VOLLEY SEGRATE 1978 3-0 (25-23, 25-18, 29-27) – NGM MOBILE SANTA CROCE: Monopoli 2, Elia 6, Noda Blanco 10, Snippe 10, Mattioli 1, Tosi (L), Tamburo 13, Catania (L), Baldaccini 10, Tosi. Non entrati Pagni, Cotroneo. All. Blengini. VOLLEY SEGRATE 1978: Cazzaniga 21, Gallosti (L), Castellani 2, Guemart 1, Alletti 6, Ronaldo Royal 1, Caprotti (L), Russo 4, Bellini 5, Canzanella 8. Non entrati Fontana, Giglioli. All. Motta. ARBITRI: Puletti, Piana. NOTE – durata set: 25′, 25′, 31′; tot: 81′.

PALLAVOLO PADOVA – GEOTEC ISERNIA 3-1 (25-21, 25-22, 27-29, 25-21) – PALLAVOLO PADOVA: Garghella (L), Gottardo, Busi, Tiberti, Koshikawa 10, Rosso 17, Uchikov 28, Burgsthaler 5, Pagni 5. Non entrati Giannotti, De Marchi, Zingaro. All. Montagnani. GEOTEC ISERNIA: Fiore 4, Turano 6, Valera 3, Sabbi 17, Spampinato (L), Pambianchi 12, Westphal 11, Giosa 1, Capra 2, Puhar, Beccaro. Non entrati De Paola, De Caria. All. Cannestracci. ARBITRI: Pozzato, Simbari. NOTE – Spettatori 1600, incasso 3000, durata set: 26′, 32′, 31′, 28′; tot: 117′.

MARCEGAGLIA CMC RAVENNA – ENERGY RESOURCES CARILO LORETO 2-3 (25-21, 22-25, 22-25, 44-42, 11-15) – MARCEGAGLIA CMC RAVENNA: Mengozzi 16, Plesko 5, Corvetta 1, Sirri 16, Tabanelli (L), Castellano 12, Rambelli, Zamagni, Moro 22, Salgado 17. Non entrati Gherardi, Monti, Saviotti. All. Babini. ENERGY RESOURCES CARILO LORETO: Gabbanelli 1, Di Marco 3, Marzola 5, Dolfo 21, Paoli 16, Romiti (L), Moretti 8, Visentin, Corti 14, Mor 7, Ereu 25. Non entrati Marchisio, Koresaar. All. Rampazzo. ARBITRI: Balboni, Cerquoni. NOTE – Spettatori 1000, durata set: 27′, 26′, 25′, 50′, 16′; tot: 144′.

CANADIENS MANTOVA – CLUB ITALIA AERONAUTICA MILITARE ROMA 3-0 (25-20, 25-19, 25-22) – CANADIENS MANTOVA: Miraglia Carvalho, Coscione, Cortellazzi 1, Marretta 11, Frosini 8, Botto 11, Beretta 3, Parusso 13, Tognazzoni (L). Non entrati Ferri Lazzaroni, Spiga, Cavalieri. All. Totire. CLUB ITALIA AERONAUTICA MILITARE ROMA: Pinelli, Pesaresi (L), De Giorgi, Postiglioni 1, Lirutti 1, Mazzone 8, Fedrizzi 4, Vettori 13, Sperandio, Lanza 8. Non entrati Valsecchi, Paris, Della Corte. All. Schiavon. ARBITRI: Zanussi, Trevisan. NOTE – durata set: 27′, 24′, 28′; tot: 79′.

SIR SAFETY PERUGIA – CARIGE GENOVA 2-3 (25-20, 25-18, 18-25, 20-25, 12-15) – SIR SAFETY PERUGIA: Morelli, Hietanen 18, Rigoni, Fusaro (L), Serafini, Tomasello 15, Curti 5, Dokic 21, Ranghieri 16, Lattanzi. Non entrati Prandi, Bagnolesi, Barbareschi. All. Dall’olio. CARIGE GENOVA: Boroni, Zappaterra (L), Manassero 14, Mercorio, Nuti 1, Di Franco 14, Antonov 20, Paoletti 6, Pecorari 12, Ogurcak 14. Non entrati Donati, Groppi. All. Del Federico. ARBITRI: Cappello, Marchello. NOTE – durata set: 24′, 25′, 24′, 26′, 17′; tot: 116′.

Risultati

2a giornata di andata

Gherardi SVI Città Di Castello-CheBanca! Milano 3-2 (23-25, 25-17, 25-19, 21-25, 15-9); Eurogroup Gela-Pallavolo Pineto 3-0 (25-18, 25-22, 25-22); Globo Banca Pop. Frusinate Sora-Edilesse Conad Reggio Emilia 3-1 (25-20, 25-22, 20-25, 25-23); NGM Mobile S.Croce-Volley Segrate 1978 3-0 (25-23, 25-18, 29-27); Pallavolo Padova-Geotec Isernia 3-1 (25-21, 25-22, 27-29, 25-21); Marcegaglia CMC Ravenna-Energy Resources Carilo Loreto 2-3 (25-21, 22-25, 22-25, 44-42, 11-15) Ore 11:30 Diretta Sportitalia 2; Canadiens Mantova-Club Italia A.M. Roma 3-0 (25-20, 25-19, 25-22); Sir Safety Perugia-Carige Genova 2-3 (25-20, 25-18, 18-25, 20-25, 12-15) 23/10/2010 ore 20:30

Prossimo turno

Domenica 31 ottobre 2010, ore 11.30

CheBanca! Milano – Sir Safety Perugia Diretta Sportitalia 2

Domenica 31 ottobre 2010, ore 18.00

Pallavolo Pineto – Pallavolo Padova; Energy Resources Carilo Loreto – Globo Banca Popolare del Frusinate Sora; Carige Genova – NGM Mobile Santa Croce; Geotec Isernia – Canadiens Mantova; Volley Segrate 1978 – Marcegaglia CMC Ravenna; Club Italia A.M. Roma – Gherardi SVI Città di Castello; Edilesse Conad Reggio Emilia – Eurogroup Gela

Classifica

NGM Mobile S.Croce 6, Pallavolo Padova 6, Carige Genova 5, Gherardi SVI Città Di Castello 4, Eurogroup Gela 4, Sir Safety Perugia 4, Marcegaglia CMC Ravenna 4, Canadiens Mantova 4, CheBanca! Milano 3, Globo Banca Pop. Frusinate Sora 3, Energy Resources Carilo Loreto 2, Geotec Isernia 2, Volley Segrate 1978 1, Edilesse Conad Reggio Emilia 0, Club Italia A.M. Roma 0, Pallavolo Pineto 0

Lega Volley

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media