Carattere Imoco… vittoria importante contro Busto

Scritto da on gen 11th, 2013 e archiviato sotto la categoria Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

Forse doveva arrivare in modo speciale e contro una delle squadre più  blasonate del campionato: l’Imoco volley Conegliano coglie il primo successo tra le mura amiche battendo,dopo oltre due ore di gioco, 3-2  la Yamamay Busto Arsizio nell’andata dei quarti di finale di coppa Italia. Gara mostruosamente eccezionale delle ragazze di Marco Gaspari che finalmente mostrano il carattere giusto nel momento giusto. Domenica a Busto il ritorno.

Le padrone di casa schierano Camera in regia con Nikolova opposta,Crozzolin e Calloni al centro,Fiorin e Barcellini i martelli,libero Rossetto. La Yamamay Busto Arsizio  risponde con la diagonale Caracuta – Kozuch, Bauer  e  Arrighett al centroi, Marcon e Brinker i martelli, Leonardi libero.

 CRONACA

Conegliano inizia col piglio giusto e con Crozzolin si porta subito avanti alla prima sirena obbligatoria (8-4). Le ospiti cercano di riprendere in mano il set ma prima Nikolova e successivamente un errore di Bauer costringono coach Parisi a fermare il gioco (13-7). Fiorin non sbaglia un colpo e le pantere vanno in vantaggio anche al secondo time out obbligatorio (16-9). Dentro Lombardo per l’ex Marcon ma all’ennesimo muro firmato ancora Fiorin Parisi ferma nuovamente il gioco (18-9). Il gap è incolmabile anche per la Yamamay che cede rapidamente e Barcellini firma il 25-14 che vale l’1-0 per le venete.

Nel secondo set la squadra ospite riparte subito alla grande cercando di rimediare il brutto primo set e lo fa con Marcon che porta avanti le lombarde al primo stop tecnico (4-8). Conegliano non demorde e con un muro di Fiorin e un attacco fuori di Arrighetti si riporta sotto costringendo Parisi a fermare il gioco (12-13). Il tecnico delle biancorosse da la scossa e Bauer porta avanti la squadra campione d’Italia (14-16). Conegliano comincia a sbagliare un po troppo e Gaspari è costretto a richiamare le sue alete (15-19). Bauer e Brinker come un rullo compressore chiudono agevolmente il set (17-25) consegnando la parità a Busto.

Nel terzo set Conegliano riparte alla grande e, dopo un inizio punto su punto, Nikolova firma la prima fuga (8-5). La fast di Arrighetti assottiglia il gap ma ancora una scatenata Nikolova stoppa la rincorsa lombarda e Parisi è costretto a fermare il gioco (13-9). Le ospiti sono in confusione totale e un muro di Fiorin firma il massimo vantaggio al secondo time out tecnico (16-9). Dentro Lombardo per Marcon e coach Gaspari è costretto a richiamare le sue (18-13). La Yamamay si aggrappa agli attacchi di Kozuch per risalire e Gaspari è costretto nuovamente a fermare il gioco (21-18). Nikolova e Barcellini riprendono a picchiare e chiudono agevolmente (25-19) portando avanti 2-1 Conegliano.

Nel quarto set parte forte la Yamamay ma Conegliano risponde colpo su colpo: a rompere l’equilibrio è Marcon con un bel lungo linea (7-8). Si combatte punto su punto sempre con ma stavolta al secondo time out tecnico è l’attacco di Barcellini a portare avanti le pantere (16-15). Al ritorno in campo Kozuch e Marcon firmano il controsorpasso e un grande muro di Bauer costringe Gaspari a fermare il gioco (19-23). Crozzolin tiene vive le speranze di Conegliano ma è Kozuch a chiudere il lunghissimo scambio che sancisce il 25-21 e porta le due squadre al tie break.

Nel tie break la Yamamay,con Arrighetti e Marcon prima e Kozuch successivamente, costringe Gaspari a fermare rapidamente 2 volte il gioco (2-6). Le pantere reagiscono con una scatenata Crozzolin (4-6) ma un errore dai 9 metri di Camera determina il cambio di campo (5-8). Bauer diventa invalicabile ma Barcellini tiene in scia Conegliano (7-9). Brinker affonda il colpo che sembra dare la svolta al match (9-12) ma la determinazione e la grinta delle ragazze di Gaspari è impressionate: prima Nikolova e soprattutto il muro della piccola Camera accendono la bolgia del Palaverde e Parisi è costretto a fermare immediatamente il gioco (12-12). Arrighetti pareggia ma è Nikolova ad avere la possibilità di chiudere il match ma sbaglia (14-14). La tensione è alle stelle: Crozzolin e Camera sbagliano il servizio, le campionesse d’Italia annullano 4 match point ma nulla possono a Nikolova che stampa il 21-19 che sancisce la prima vittoria casalinga delle venete.

Manuel Vanzetto

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media