Busto-Foppa: l’ “Unendo” fa la forza….

Scritto da on gen 22nd, 2013 e archiviato sotto la categoria Notizie, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

Unendo YamamaY Busto Arsizio – Foppapedretti Bergamo 3-1 (24-14, 22-25, 25-16, 25-19)

Unendo YamamaY Busto Arsizio: Faucette 13, Cialfi ne, Brinker ne, Leonardi (L), Marcon 13, Bauer 18, Kozuch 20, Lombardo ne, Arrighetti 15, Caracuta 2, Pisani, Bisconti. All. Parisi, vice Dagioni. Battute errate: 7 , vincenti: 4. Muri: 14 ( Arrighetti 5)

Foppapedretti Bergamo: Klisura 3, Bruno, Crimes 8, Brown, Weiss, Blagojevic 6, Merlo (L), Di Iulio 13, Devetag 1, Diouf 22, Balboni, Zambelli 5. All. Lavarini, vice Angelini. Battute errate: 4, vincenti: 4. Muri: 8

Arbitri: Satanassi – Boris

Spettatori: 4490

 Vedere il PalaYamamaY tutto esaurito, ormai, in questa stagione sta diventando quasi un abitudine, ma vedere polverizzati in sole dieci ore tutti i biglietti disponibili (record che appartengono solamente ai mega-concerti di grandi rock band) è il segnale che ormai questa squadra è entrata nel dna del tessuto della città di Busto Arsizio e del suo circondario! È una febbre che genera una passione sfrenata e che ha eletto a proprie dee queste dodici ragazze vestite di biancorosso e guidate da un allenatore ogni giorno sempre più capace! Se poi dall’altra parte della rete ci metti la Foppapedretti Bergamo con tutta la sua storia, il suo blasone e soprattutto il suo attuale secondo posto in clasifica, si capisce facilmente come mai in soli 600 minuti siano andati a ruba quasi 2000 tagliandi!

Busto arriva a questa sfida con la consapevolezza di dover vendicare le ultime non brillantissime uscite che hanno fruttato una vittoria e due sconfitte (al tie break) maturate in Coppa Italia nel doppio confronto con Conegliano e conseguente passaggio del turno, e in Champions League nell’andata persa per 3 a 2 in terra tedesca contro lo Schwerin! Prestazioni sottotono per le Farfalle che hanno dimostrato grande grinta, ma anche un po’ di mancanza di lucidità. Tre ultime uscite che hanno dimostrato che la squadra quando vuole riesce a demolire qualsiasi avversario, salvo poi resuscitarlo e regalandogli  punti, set e partite che sembravano ormai vinti! Bergamo, che risulta al momento la vera rivelazione di questa stagione, arriva al PalaYamamaY forte della sua seconda posizione e di un gioco frutto di un mix di giovani giocatrici affiancate a qualcuna con molta più esperienza. All’andata finì 3-2 per le orobiche con l’ultimo punto decisivo per il match regalato alla Foppa da una svista arbitrale (su internet ci sono le foto tratte dai fermo-immagine televisivi che lo dimostrano).

 Primo Set: Busto fa una partenza alla Usain Bolt e prima che Bergamo ci capisca qualcosa il tabellone recita un roboante 9 a 0, frutto tra l’altro di due muri (Arrighetti) e di due ace (Ceracuta). Ci pensa Diouf a rompere l’incantesimo bustocco, ma ormai è troppo tardi per chiudere il recinto dato che ormai “le vacche sono andate nell’orto delle verze!”, solo la capitana Di Iulio e la stessa Diouf tentano di salvare il salvabile, riuscendo solo nell’impresa di rendere meno pesante il passivo del set. Busto ritrova in questo set la lucidità in tutti i fondamentali che sembrava offuscata nelle ultime settimane e si aggiudica presto il set per 25 a 14.

 Secondo Set: le due squadre cambiano campo e si scambiano pure la grinta! Sembra di rivedere l’avvio del primo set ma a maglie invertite! In poche battute Bergamo sgretola le certezze bustocche e prima che queste si riprendano il punteggio dice che siamo 0-6 per le rossoblù! È Kozuch a rompere la marcia delle orobiche che tuttavia continua imperterrita trascinate ancora da Di Iulio. Quando il tabellone dice 2 a 8 Busto ha un sussulto e poco a poco risale la china trascinata da Bauer (MVP) e Marcon! Le farfalle arrivano fino a -2 (10-12), ma sul più bello si inceppano permettendo ad una indiavolata Diouf di ridestare le compagne e riportarle a +6 (10-16). Bergamo mantiene saldamente le mani sul set e controlla anche l’ultimo assalto della Yama, l’ultima ad arrendersi è J Faucette che sigla il 22 a 25 ma poi spetta ancora alla Diouf chiudere il conto! 22-25 e tutto da rifare per Busto Arsizio dove riappaiono i fantasmi delle partite precedenti!

 Terzo Set: le due squadre ormai se le sono suonate di santa ragione e infatti l’avvio equilibrato sembra dettato dal fatto che nei due schieramenti si cerca qualche cosa di nuovo! La scoperta avviene nel campo di Busto dove Caracuta innesca con più frequenza la pipe di Kozuch! Inizialmente la mossa paga e Busto scappa a +5. Bergamo tenta l’aggancio ma la linea Maginot formata da Leonardi e Marcon respinge quasi tutti i palloni! Nel finale c’è il solito straordinario acuto di Arrighetti che segna gli ultimi tre punti, tra cui un muro (5 totali nella partita per lei)! 25 a 16 e Busto si riporta in avanti.

 IMG_8689Quarto Set: di nuovo un avvio equilibrato che si mantiene fino al 9 pari, quando le farfalle decidono di mettere in campo quel po’ d’esperienza in più rispetto alle giovani di Bergamo! Le ospiti tentano l’ultimo assalto sul 16 a 14, ma ormai l’inerzia del set è biancorossa! Alla capitana Bauer spetta l’ultimo colpo del 25 a 19.

Con la vittoria su Bergamo, Busto Arsizio si porta a +6 in classifica proprio sulle rossoblù che sono le prime inseguitrici. Nonostante la bella vittoria e la grande prova della squadra, le farfalle hanno ancora qualche passaggio a vuoto (vedi secondo set) che questa volta hanno il merito di recuperare! Se in Coppa dei Campioni avvessero giocato così sicuramente avrebbero vinto 3 a 0 come testimoniato da Bauer in conferenza stampa! A livello fisico le ragazze di Parisi son sembrate un po’ più fresche del solito e supportate dalla voglia di rivalsa hanno domato una Foppapedretti di tutto rispetto! Bauer e Marcon stanno tornando ai loro livelli abituali e aggiungendo la continua crescita della Faucette questa squadra può davvero arrivare lontano! Caracuta è sempre più una sicurezza e per il momento sta permettendo a Lloyd di guarire con calma!

 La Foppa dimostra di essere una signora squadra e di meritare ampiamente la palma di rivelazione della stagione! Alzi la mano chi a settembre lo avrebbe detto! La seconda posizione e la conquista delle F4 di Coppa Italia dimostrano che il mix tra giovani (Diouf su tutte) e atlete più esperte (Merlo e Di Iulio) ha creato quella giusta alchimia che ha riportato la Foppa al top del volley nazionale. Bentornata!

Samuele Ferretti

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media