“IO TIFO POSITIVO” ESALTATO NEL TEMPIO DEL TIFO POSITIVO. LE TESTIMONIANZE DEI CANOTTIERI MATTEO MULAS, GIANLUCA SANTI E CORRADO REGALBUTO

Scritto da on feb 24th, 2013 e archiviato sotto la categoria Serie A2. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

elena e manuela tifo positivoPrima della partita della Riso Scotti, domenica 17 febbraio il Pala Ravizza è stato animato anche dai giovani partecipanti al progetto “IO tifo positivo”.

Questa bella esperienza gestita da Comunità Nuova con l’appoggio di Regione Lombardia, del Comune e della Provincia di Pavia, della Diocesi di Pavia, Riso Scotti Volley, Panathlon Club, FC Internazionale, AC Milan, Olimpia Armani Jeans EA7, Gazzetta dello Sport, Fondazione Candido Cannavò, Hockey Milano Rossoblù e altri, vuole tramettere ai ragazzi, provenienti da scuole e oratori, il gusto e la bellezza del tifo sportivo vissuto divertendosi.

I ragazzi hanno preso parte  ad alcuni giochi educativi suddivisi in squadre capitanate da tre “pezzi grossi” dello sport italiano : Gianluca Santi, Matteo Mulas e Corrado Regalbuto, plurimedagliati atleti, campionati del mondo compresi, della Nazionale Italiana di Canottaggio, in forza al CUS Pavia e al College Universitario Federale, al termine dei quali  i “capitani” hanno intrattenuto i giovani tifosi raccontando la loro esperienza di vita intrisa di sport.

“E’ bello vedere ragazzi che tramite lo sport riescono a divertirsi e a creare legami- ha sottolineato Gianluca Santi- A me lo sport ha insegnato principalmente il rispetto. Rispetto per la gente, per la propria società, ma soprattutto per se stessi. Mi ha insegnato a impormi regole, imparando giorno dopo giorno a lavorare per raggiungere un obiettivo”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Matteo Mulas: “Lo sport aiuta anche a crescere moralmente, a relazionarsi con gli altri, a gestire la propria vita imponendo una metodologia utile non solo per lo sport praticato ma anche nella vita. S’impara a conoscere il sacrificio, strumento necessario per raggiungere risultati di alto livello. L’allenamento occupa gran parte della giornata e le rinunce sono parecchie: quando i nostri coetanei escono per divertirsi, noi ci alleniamo”.

E’ ancora Santi a illustrare la giornata tipo di un canottiere di livello nazionale come loro “Sveglia alle 6, 6,30, allenamento, studio, allenamento. Una vita dura ma anche ricca di soddisfazioni.”

Presenti e coinvolti nei diversi momenti della giornata alcuni protagonisti del progetto: Angelo Porcari, presidente del Panathlon Club pavese, Luca Gregorelli, responsabile del settore sport della Diocesi, Elena Bresciani e don Luca Roveda, in rappresentanza della Riso Scotti Pavia.

Un bellissimo esempio di tifo responsabile e intelligente che la pallavolo da tempo ha interiorizzato ed esaltato, facendo sì che ogni partita sia una vera festa dello sport.

 Ufficio stampa

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media