F4 Champions League – Uyba terza.. “Le ragazze fanno grandi sogni”..

Scritto da on mar 10th, 2013 e archiviato sotto la categoria Coppe, Notizie. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

cevbustoLa Unendo YamamaY Busto Arsizio conquista la terza piazza della Champions League 2012/2013 battendo per 3-2 il Galatasaray Istanbul (25-21, 25-15, 23-25, 22-25, 15-11), nel finale privo di Leo Lo Bianco.

Tabellino 

Una canzone di Edoardo Bennato diceva: “ Le ragazze fanno grandi sogni, forse peccano di ingenuità, ma l’audacia le riscatta sempre, non le fa crollare mai”. Si sposa benissimo a mio parere con quello che è successo in questi due giorni a Istanbul.. E se vogliamo dirlo in inglese, la possiamo mettere così:” Most of the People Refuse to Understand the Secret Code of Success, which is very Simple-”Just try One More Time, in a DIFFERENT Way”

Una gara non facile per nessuna della due squadre, chiamate a riscattarsi dalle semifinali: avvio sprint per le bustocche, atteggiamento aggressivo, ordine in campo, pungente al servizio, mentre per Istanbul i soliti problemi in ricezione che non permettono a Lo Bianco di far girare le attaccanti a suo piacere. Sicuramente la battuta è stata un aiuto in più, in quanto la seconda linea avversaria ha regalato spesso free ball alle bustocche, permettendo un contrattacco efficace. Nel terzo e quarto parziale rientrano in gara le padrone di casa, sala la fase offensiva, Calderon non si trova più da sola, Ozsoy e Gioli si affacciano alla finestra, meno precisa la correlazione muro-difesa per le farfalle, c’è un calo mentale e fisico. Si arriva al quinto set, il Gs senza Lo Bianco sta in partita, ma alla fine vince la squadra che ha più soluzioni offensive.

Per il Galatasaray tante lacrime e amarezza per non aver raggiunto il podio, anche se ci è arrivato molto vicino, girando una gara che era iniziata non nel migliore dei modi. Ci sono individualità interessanti in squadra, ma alla fine non dimentichiamo che il sestetto che gioca in campionato è diverso da questo visto in Coppa e sicuramente questo non è stato un punto a favore, considerando che Barbolini non ha avuto modo di testare la squadra con partite di alto livello (l’ ultima in coppa risale al 11 dicembre nel round di qualificazione). Lo Bianco ha pochi sbocchi offensivi e giocare così in Europa risulta alquanto difficile, perchè, seppur Calderon oggi abbia fatto 30 punti, non ha avuto aiuti costanti dalle compagne in banda se non come detto Ozsoy, con la sola Gioli ad essere nel complesso incisiva al centro. Conclusione finale: il Galatasaray è all’ inizio di un nuovo progetto di crescita, ma in queste F4, bicchiere vuoto per la squadra che ha organizzato la manifestazione.  Ci auspichiamo siano “la base” per il futuro.

Per quanto riguarda Busto, un traguardo sicuramente importante, che però non deve lasciare doma la squadra, che non era nè la più debole nè da considerarsi “outsider”, perchè le potenzialità offensive di Busto sono interessanti anche in Europa. La Uyba torna certo a casa consapevole di aver fatto qualcosa di grande per la città, per l’ambiente, per il tifo (grandi gli Adf, doveroso dirlo), fiera di essere un gruppo che sa soffrire insieme, che sa che può uscire dalle difficoltà con cuore e volontà, 12 atlete che possono interscambiarsi al bisogno (ottima Lloyd, ottima Caracuta, a cui va un grande “brava” per aver portato la squadra alle F4). Una esperienza fondamentale non tanto dal punto di vista sportivo quando da quello mentale: un “tesoro” per il prosieguo della stagione. Cosa importante: il progetto della Futura Volley, costruire, mattone dopo mattone, la strada per il successo.

Cristina Gatti – Foto Cev

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media