COME AI VECCHI TEMPI, PURTROPPO…

Scritto da on apr 1st, 2013 e archiviato sotto la categoria Notizie, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

IMG_8892Riprendo (con tanto di permesso del diretto interessato) una osservazione del giornalista Leandro De Sanctis, tratta dalla sua pagina facebook.. Personalmente concordo in toto con quanto scrive Leandro. Non sono certo questi i problemi gravi della pallavolo, ma un pò di accortezza non farebbe male..Altrimenti pioverà sempre sul bagnato….

“Un antipatico tuffo nel passato ieri, nella diretta tv su RaiSport della partita Busto Arsizio-Conegliano, serie A1 femminile. Due squadre in campo con maglie quasi dello stesso colore. Per l’occhio del telespettatore nero e blu scuro risultano quasi identici. Nero la Yamamay, blu scuro Conegliano. Non so perchè Busto ieri non abbia giocato in rosso, o perchè allora Conegliano non abbia messo la maglia gialla. Vedere due squadre con divise che non contrastano cromaticamente svilisce il prodotto televisivo e anche l’effetto al Palazzetto. Come quando si giocava sul parquet con le linee del basket e della pallamano, prima della svolta imposta dal presidente mondiale Acosta.
I più giovani appassionati non possono sapere delle battaglie che combattemmo sui giornali a colpi di articoli, per obbligare i club a far caso al colore delle maglie, ad andare almeno in tv con i campi in flex, i campi della pallavolo. Dopo tante polemiche la Lega maschile, mi pare, mise una regola che stabiliva che bisognava giocare con maglie una chiara l’ altra scura, e il giudice di campo aveva il potere di farla cambiare. Erano anni 90. Mi rendo conto che con tutto ciò che viene fatto oggi, questa può apparire una “porcata” marginale. Ma ci vuole così poco per evitarla.”

1 Response for “COME AI VECCHI TEMPI, PURTROPPO…”

  1. Ziomario scrive:

    Come non essere d’accordo!
    Cambiando argomento vorrei portare l’attenzione su una lettera che compare su Pallavolo di questo mese a pag 84 “Benvenuti al Sud”
    Condivido lo spitito della lettera e della risposta.
    Avversari in campo,lotta su ogni palla,agonismo,aggressività di gioco, esaltazione nella vittoria e orgoglio nella sconfitta dopo aver dato tutto e merito al vincitore poichè nel volley di norma chi vince è chi che nella circostanza è stato il migliore…e poi tutti a farsi una birra insieme uniti e mai divisi dall’amore per “un pallone che vola”

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media