Il Brasile batte l’Italia 3-0 e conquista l’Alassio Cup

Scritto da on giu 10th, 2013 e archiviato sotto la categoria Nazionale. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

fegITALIA – BRASILE  0-3 (18-25, 17-25, 10-25) 

ITALIA: Caracuta 2, Guiggi 4, Gennari 9, Sorokaite 13, Bertone 4, Tirozzi 9. Libero: De Gennaro. Bosetti, Barcellini 1, Arrighetti. Ne: Signorile e Diouf. All.Mencarelli

BRASILE: Priscilla 10, Dani Lins, Adenizia 7, F.Garay 14, Monique 11, Jucely 9.  Libero: Camila. Suelen, Fabiola, Tandara. N.e: Ellen, Claudia, Michelle, Leticia. All. Zé Roberto

Arbitri: Goitre e Venturi

Spettatori: 2000. Durata set: 27’, 27’, 22’

Italia: 2 a, 7 bs, 7 m, 25 e.

Brasile: 3 a, 3 bs, 12 m, 3 e.

Alassio. Nella terza giornata dell’Alassio Cup l’Italia guidata da Marco Mencarelli ha ceduto 0-3 (18-25, 17-25, 10-25) alle campionesse olimpiche brasiliane di Zè Roberto. Grazie alla vittoria la formazione verdoro si è aggiudicata il torneo, chiudendo la tre giorni ligure imbattuta. Secondo posto per le azzurre che di fronte al caloroso pubblico di Alassio oggi non sono riuscite ad esprimersi sugli stessi livelli del Brasile, commettendo troppi errori rispetto alle avversarie .

In avvio Mencarelli ha fatto ruotare diverse giocatrici: Caracuta in palleggio, Sorokaite opposto, schiacciatrici Tirozzi e Gennari, centrali Bertone e Guiggi, libero De Gennaro.

Molto buona la partenza dell’Italia che grazie a Sorokaite e Tirozzi si porta subito avanti. Il Brasile dopo le difficoltà iniziali, comincia a macinare gioco e soprattutto si fa sentire a muro. Le azzurre perdono incisività in attacco e subiscono un lungo break che decide il set (18-25).

Nella seconda frazione l’equilibrio dura poco, le brasiliane, infatti, riescono ad imporre il proprio ritmo, mentre l’Italia commette troppi errori. Il proseguo del set non riserva sorprese e il Brasile chiude (17-25).

Stesso andamento nel terzo set, con la squadra verdeoro che prende il largo fin dalle battute iniziali e si aggiudica il torneo (10-25).

In precedenza la Turchia di Barbolini aveva superato il Giappone 3-0 (25-23, 25-21, 25-22), garantendosi la terza posizione in classifica.

MENCARELLI: “Abbiamo retto finché ce l’abbiamo fatta, poi è uscita tutta la loro maggiore solidità. Nel nostro gruppo ci sono giocatrici che si allenano solo da pochi giorni e questo anche se non è un alibi, è un qualcosa di cui tenere conto. Durante il torneo per diversi motivi ho fatto ruotare spesso le atlete, perciò è stato più difficile trovare una continuità del gioco. Resto, comunque estremamente fiducioso, molte cose su cui stiamo lavorando si vedono in campo.”

RISULTATI  -  Venerdì Brasile – Turchia 3-0 e Italia – Giappone 2-3. Sabato: Brasile – Giappone 3-1  e Italia – Turchia 3-1. Domenica: Turchia – Giappone 3-0 (25-23, 25-21, 25-22) e Italia – Brasile 0-3 (18-25, 17-25, 10-25).

CLASSIFICA - Brasile 9, Italia 4, Turchia 3, Giappone 2.

 

Tricolore beach: a Bibione vincono Gili-Costantini (F) e Tomatis-Martino (M)

 

A Bibione si è conclusa la prima tappa del Campionato Italiano Master di beach volley. In campo femminile le torinesi Gili-Costantini hanno ottenuto il successo, superando per 2-1 (13-21, 21-13, 15-11) Toti-Lo Re.

Tra gli uomini a segno Tomatis e Martino, che in finale hanno avuto la meglio sui campioni italiani in carica Casadei-Ficosecco per 2-1 (21-17, 19-21, 15-8).

Fipav

4 Responses for “Il Brasile batte l’Italia 3-0 e conquista l’Alassio Cup”

  1. Ziomario scrive:

    Mah….quel gran satanasso di Ze Roberto pensa (ne sono sicuro perché ne parlammo direttamente) alcune cosette a mio parere istruttive.
    -
    Perdere non serve mai a niente.

    Giocare con le giovani, farle girare ma poi VINCERE serve eccome a selezionare e far crescere i futuri titolari e rincalzi.

    La miglior scuola è la vittoria od almeno essere in partita veramente tutti i set. e le giocatrici devono apprendere in fretta la mentalità vincente, se no fuori dai finimenti..

    In Nazionale non si gioca per imparare ma per vincere.(non mi occupo di giovanile disse)
    _

    Interessante quante volte dice vincere e vittoria.

    Chissà se con Barcellini,Douf,Bosetti,Foile e anche Signorile si vinceva

    Noi dobbiamo renderci conto che anche il nostro CT e in fase di studio e crescita. Diverrà un Top Coach alla Ze Roberto , Guidetti o Gianni Caprara…. forse e glielo auguro ma credo tra un po….speriamo in tempo per sanare il medagliere Olimpico che oggi dice “zero”

    Chissà chi giocherà all’Europeo?

  2. serpe scrive:

    Probabilmente la miglior formazione attuale e’ Ferretti Diouf, Arrighetti Guiggi,Costagrande Bosetti Lucia. Merlo.Evidentemente pero’ Ferretti non rientra piu’ nei programmi forse per la difficile coesistenza con troppi allenatori . Avanti con Signorile che potrebbe esserle seconda.Lodevole la ricerca del centralone ( Chirichella e Bertone),per ora solo ricerca o poco piu’. Speriamo e nel frattempo tanta pastasciutta e calci nel sedere.Il terzo centro e’ Folie .Preoccupante lo stato della Bosetti C. al limite del ridicolo. La gita in Brasile chiarira’se tra la bambagia c’e’ dell’altro. Due bande in panca,per me , Di Iulio e Barcellini e…………..,Sorokaite che a mio avviso e’ la vera novita’ jolly prezioso,,mano pesante in 4 e ottimo vice Dijouf in 2 !!! Libero o Sirressi o DiGennaro. A proposito di Sorokaite mi vien quasi da piangere pensando alla dabbenaggine chierese. Ciao.

  3. serpe scrive:

    Oltre ai nomi pero’ credo che per supplire alla bravura al talento ed alla potenza degli avversari,il buon mister dovra’ dar GIOCO !! A tal fine forse poteva facilitar il feeling avercela la Ferretti ,che con Guiggi,Costagrande e Bosetti L……………. eh !!!!!! ………………(troppo facile!!!!!) Tanto con palla alta e pedalare ci si rompe le scatole ,ci si annoia a morte e si vince mai.

  4. Ziomario scrive:

    Mah…. coesistenza difficile di sicuro! Che sia solo con gli allenatori o meglio dovuta agli allenatori ne dubito molto! Tutto cominciò ,mi parve di percepire, quando Leo,il nostro più grande palleggio di sempre, in Coppa del Mondo si infortunò e Francy giocò molto bene le ultime tre partite contro squadroni vari portandosi a casa anche un paio di premi come miglior giocatore della partita. Come mai? Turbava la stato mentale di qualcuno.Opinione molto e del tutto personale.

    Di sicuro le tue giocatrici son quelle che possono darci una Nazionale consistente ma la panchina con giocatrici che entrano e il livello non cala ma anzi entrano per risolvere dei problemi momentanei è fondamentale. Simil brasilere per intenderci. Signorile,Centon il libero di Busto che non mi ricordo mai come si chiama. e cosi via. Ce ne sarebbero.. non come qualche anno fa ma per avere 12 giocatrici 12 basta e avanza.Certo senza ricezione e gioco tutto ciò non serve a niente.

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media