WGP Final Six: tie break fatale alle azzurre, la Serbia vince 3-2

Scritto da on set 1st, 2013 e archiviato sotto la categoria Nazionale, Notizie. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

3644

Sapporo. Si chiude con una  sconfitta la Final Six del World Grand Prix per le azzurre di Marco Mencarelli che nell’ultimo giorno di gara sono state superate dalla Serbia 2-3 (22-25, 25-23, 25-20, 25-16, 11-15). Il bilancio di queste finali per l’Italia è quindi di quattro sconfitte e una vittoria, per un totale di 4 punti in classfica. Contro la Serbia l’Italia si è presentata in campo con la diagonale Camera-Diouf schiacciatrici Bosetti e Costagrande, centrali Guiggi-Arrighetti e il libero De Gennaro. Fuori in via precauzionale Noemi Signorile, anche se il problema alla caviglia destra, rimediato ieri, si è rivelato nulla di preoccupante.

Nel primo set le due squadre rimangono per lunghi tratti a contatto, mettendo in mostra da una parte Bossetti e Diouf, mentre dall’altra Brakocevic. A spezzare l’equilibrio ci pensa Costagrande che sembra dare il via all’allungo decisivo, la Serbia però reagisce, riportando le cose in parità. Nel finale l’Italia sale di livello in difesa e trova lo sprint che vale il (25-22).

Il secondo set vede fin dall’inizio l’Italia al comando, Camera gestisce alla perfezione il gioco, chiamando spesso in causa Guiggi e Arrighetti, mentre la Serbia sbaglia parecchio. Avanti anche di 7 punti tutto fa presagire una rapida conclusione in favore delle azzurre, invece si scatena Mihajlovic. Il muro serbo inizia a fare la differenza, bloccando l’attacco azzurro che accusa diversi passaggi a vuoto. La ricezione va in difficoltà e cosi il lungo break permette alle serbe di chiudere (23-25).

Il riscatto italiano non si fa attendere, pronti via e nel terzo le ragazze di Mencarelli scappano subito. Ancora una volta Mihajlovic accorcia le distanze, ma questa volta Diouf e Costagrande si fanno sentire, mantenendo le azzurre avanti. Importante poi il contributo di Arrighetti, mentre il muro serbo perde colpi non trovando le giuste contromisure (20-25).

Il quarto set è all’insegna della Serbia che spinta da Brakocevic prende in mano il pallino del gioco. Guiggi e Diouf provano a spronare le compagne, ma il muro serbo guidato dalla Rasic torna a farsi sentire e le azzurre, nonostante l’ingresso di Sorokaite per Bosetti, non riescono più a rientrare (16-25).

Nel tie-break Diouf parte forte, ma l’attacco serbo replica immediatamente. Le azzurre provano a rimanere a contatto, ma diversi errori commessi permettono alle serbe di involarsi verso la vittoria (11-15).

MENCARELLI: “Dispiace un po’ per come è andato il secondo set, perché stavamo giocando molto bene e poi con alcuni errori, che a questo livello non puoi commettere, abbiamo permesso alla Serbia di rimontarci. Valutando in generale questo Grand Prix penso che ad eccezione del terzo set con il Brasile si sia visto un percorso di crescita, lo conferma la gara importante che abbiamo disputato oggi contro un avversario molto forte. Adesso dovremo sfruttare tutte le cose buone raccolte in questa manifestazione e metterle in campo nel corso dell’Europeo.”

ARRIGHETTI: “Sono contenta dai segnali che sono venuti fuori da questa partita, c’è mancato poco per vincere. La Serbia è una squadra forte che due anni fa ha vinto il titolo europeo e noi abbiamo dimostrate di non essere distanti. Durante questa Final Six abbiamo chiuso in crescendo e penso che finire con due partite in cui abbiamo espresso un buon gioco sia importante in vista degli Europei.” 

Tabellino:  SERBIA – ITALIA 3-2 (22-25, 25-23, 25-20, 25-16, 15-11)

SERBIA: Ognjenovic 9, Krsmanovic 11, Mihajlovic 26, Brakocevic 26, Rasic 14, Nikolic 5. Libero: Cebic. Molnar , Zivkovic . N.e: Malesevic, Veljkovic, Bjelica.  All.Terzic

ITALIA: Camera 1, Costagrande 14, Guiggi 14, Diouf 26, Bosetti 10, Arrighetti 16. Libero: De Gennaro. Sorokaite. N.e: Fiorin, Barcellini, Gennari e Folie.  All. Mencarelli

Arbitri: Alrousi (EGY) e Zahorcova (Cze)

Spettatori:  1900.  Durata Set: 23’, 25’, 22’, 22’, 14’

Serbia: 6 a, 11 bs,  19 m, 19 e.

Italia:  8 a,  6 bs,  12 m, 15 e.

 FIPAV

 

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media