Trofeo Bellomo, finalissima Bergamo-Busto Arsizio

Scritto da on set 29th, 2013 e archiviato sotto la categoria Notizie, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

unendoIn un Palaborsani orfano di Villa Cortese si è giocata la 34ª edizione del Trofeo Mimmo Bellomo, in memoria all’ex dirigente ed allenatore della Pallavolo Castellanzese vittima di un incidente stradale di rientro da una trasferta di campionato con le “streghe”. Il torneo, considerato ormai un appuntamento di preparazione al campionato, ha visto scendere in campo Bergamo (ex detentrice del trofeo), Busto Arsizio, Ornavasso e Monza.

 Una cornice emozionate quella di Castellanza, che da sempre ma messo a stretto contatto tifoserie differenti e ieri ha visto intonare spontaneamente l’Inno di Mameli dopo l’annuncio della vittoria della nazionale Italiana contro la Bulgaria a Copenhagen.

 Prima semifinale -  In due ore abbondanti di gioco le orobiche si sono imposte al tie break contro le “api” neopromosse in A1. Le piemontesi prive di Chirichella (in nazionale Under 23) e Pisani (reduce da un operazione al crociato) hanno presentato il neo acquisto Signorile in regia, Muresan opposto, Ikic e Loda bande, Tasca e Diomede al centro e Ghilardi libero. La Foppa, anch’essa a ranghi ridotti a causa della partenza di Diuf e Folie in azzurro, ha schierato Weiss al palleggio, Sylla in diagonale, Klisura e Blagojevic schiacciatrici, Stufi e Melandri centrali e Bruno libero.

 Il primo parziale inizia con grande equilibrio: le due formazioni alternano ripetutamente il comando ed in un pugno di punti si esaltano le qualità di Ikic da un lato e Klisura dall’altro (9-9). Proprio quest’ultima dai nove metri tenta l’allungo e costinge Bellano al tempo tecnico (14-12). Bergamo cala in ricezione e dopo tre ace consecutivi Lavarini inserisce la convalescente Merlo (21-22). Ancora un ace di Diomede ed un muro di Ikic sigillano il primo set (22-25).

Blagojevic e compagne mettono il turno ed un primo vantaggio di 6-3 si trasforma in 14-8 dopo una diagonale di Sylla. Le giallonere tentano di rientrare in partita ma Stufi in fast firma il 25-22.

Ancora una volta Klisura allunga (8-6) e l’ex cortesina Sylla si esalta da seconda linea (16-14). Bellano tenta la carta Cogliandro: la giovane diciassettenne picchia forte in battuta e riporta in vantaggio l’Openjobmetis (21-22). Nelle file bergamasche si cambia regia: entra Smutnia per Weiss ed ancora una volta Klisura regala il 25-23.

Ornavasso spinge (10-5) e Bergamo risponde (10-10). Ancora delle difficoltà in ricezione portano le orobiche a soffrire e a cedere sul 16-25.

Partenza sprint per le ragazze di Mazzola (0-4) che sprecano il vantaggio facendosi recuperare (5-5). Melandri prima a muro e poi dal servizio mette in difficoltà le api (14-11). Infine Klisura regala la quarta finale consecutiva alla Foppapedretti Bergamo (15-12).

Seconda semifinale - Si potrebbe definire una partita a senso unico quella disputata tra la Unendo Yamamay Busto Arsizio e la Saugella Monza. Un grande divario tecnico fra le due formazioni che pur non essendo al gran completo hanno animato gli spalchi con giocate di ottimo livello. Parisi, quasi obbligato dalle assenze forzate (Ortolani, Sloetjes e Bianchini) schiera capitan Marcon e Buijs in banda, Angelina opposto, Wolosz al palleggio, Garzaro ed Arrighetti al centro e Leonardi libero. Mazzola senza Balboni e Bisconti (in nazionale) risponde con Saveriano in regia, Garavaglia opposto, Bruno e Garbet centrali, Viganò e Bonetti schiacciatrici e Pastrenge libero.

Le biancorosse ci mettono un po’ a carburare e dopo un iniziale equilibrio (7-8) Marcon tenta la fuga (16-11). Monza è in difficoltà ed Arrighetti ne approfitta siglando un ace sul 20-14. Prima un muro di Marcon, poi una sua diagonale avvicinano Busto al set point, ci pensa Angelina a chiudere (25-17).

Le difficoltà della Saugella non sembrano placarsi e la Yama sfrutta le difficoltà per creare un gap di 6 punti (9-3).Le biancorosse sono incontenibili e con tre punti consecutivi di Arrighetti si arriva al +10 (17-7). Coach Mazzola è costretto a mischiare le carte ed inserisce Rinaldi nel finale del set. Il cambio non provoca una reazione nelle file monzesi e Buijs archivia il set con un ace (25-11).

Busto prova ad inserire Michel al posto di Arrighetti fin dall’inizio del terzo parziale. La nuova formazione bustocca consente a Viganò e compagne di creare un piccolo vantaggio iniziale (1-4). Angelina dal servizio piazza due ace, Garzaro da prima linea firma il contro break (9-6). Buijs, miglior realizzatrice dell’incontro, tiene a distanza le avversarie (15-12) e senza grandi difficoltà sigilla il 25-14.

Programma – domenica 29 settembre

ore 15:30 – Finale 3°/4° posto: Openjobmetis Ornavasso – Saugella Monza

a seguire Finalissima: Foppapedretti Bergamo – Unendo Yamamayy Busto Arsizio

Foppapedretti Bergamo-Openjobmetis Ornavasso 3-2 (22-25, 25-22, 25-23, 16-25, 15-12)

Bergamo: Klisura 20, Stufi 12, Bruno (L), Mambelli 1, Weiss 1, Blagojevic 11, Merlo (L) ne, Melandri 14, Decortes, Moretto ne, Smutna, Sylla 24. All. Lavarini.

Ornavasso: Cogliandro, Baradel ne, Pisani ne, Moneta, Senkova ne, Ghilardi (L), Diomede 7, Ikic 21, Tasca 11, Muresan 15, Signorile 1, Gloder (L) ne, Loda 20. All. Bellano.

Arbitri: Gagliotti – Guglielmoni

Unendo Yamamay Busto Arsizio-Saugella Monza 3-0 (25-17, 25-11, 25-14)

Busto Arsizio: Ortolani ne, Degradi ne, Garzaro 11, Michel 1, Leonardi (L), Marcon 6, Spirito, Angelina 7, Buijs 15, Arrighetti 9, Wolosz 7, Petrucci ne. All. Parisi.

Monza: Bruno 5, Viganò 3, Garavaglia 7, Pozzoni ne, Quartarella, Saveriano, Rinaldi 2, Bonetti 7, Garbet, Facchinetti, Nomikou ne, Pastrenge (L). All. Mazzola.

Arbitri: Guglielmoni – Gagliotti

Note: 900 spettatori circa

Mara Giurgola – Ph Volleybusto

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media