Mondiali Femminili U23: domani al via la rassegna iridata, parla Luca Cristofani

Scritto da on ott 4th, 2013 e archiviato sotto la categoria Nazionale, Notizie. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

3723

Prenderanno il via domani in Messico (Tijuana e Mexicali, 5-12 ottobre) i Campionati del Mondo U23 femminili, manifestazione alla sua prima edizione e alla quale l’Italia guidata da Luca Cristofani parteciperà con un organico di primo livello. Molte, infatti, le atlete che durante l’estate hanno acquisito esperienza con la nazionale maggiore, un elemento in più su cui contare, soprattutto in un torneo che non ammette errori. Le Azzurrine sono inserite nella Pool A che si disputerà a Tijuana insieme a Turchia (domani a mezzanotte italiana); Giappone (domenica alla stessa ora); Messico (nella notte tra lunedì e martedì alle ore 4); Repubblica Dominicana (nella notte tra 8 e 9 alle ore 2) e Argentina (mercoledì 9 a mezzanotte). Tutte avversarie difficili, che però l’Italia, pur rispettando, non teme, perché le risorse a propria disposizione sono tante e importanti. Diouf durante l’estate è esplosa, dimostrandosi un opposto come pochi al mondo, dietro Anna Nicoletti completa il suo trittico mondiale: cadette, juniores e ora U23. In palleggio Camera avrà le chiavi della regia, forte dell’annata vissuta da protagonista a Conegliano e con la maglia azzurra, pronta a darle un cambio c’è Balboni. Discorso simile a Camera anche per Gennari che ha lavorato con la nazionale maggiore tutta l’estate, crescendo molto in ricezione. Partenio, oro ai Giochi del Mediterraneo, rappresenta una importante risorsa in attacco, mentre Saccomani da diversi anni di scena tra A1 e A2 aggiunge un tocco d’esperienza. Al centro le garanzie sono Folie e Chirichella, senza dimenticare Alberti oro al Mondiale Juniores 2011. Per il posto di libero due le alternative Bisconti e Scarabelli che per tutta l’estate si è allenata in questo ruolo. I Mondiali si articoleranno in due fasi: nella prima le dodici formazioni partecipanti sono divise in due gironi. Alla successiva accederanno le prime due di ciascun raggruppamento che disputeranno le semifinali incrociate e le successive finali. Le altre squadre, invece, saranno eliminate. L’Italia prima del trasferimento in Messico dove ha disputato due amichevoli con Repubblica Dominicana (2-2 il risultato) e Argentina (3-0 per le Azzurrine) aveva giocato quattro match negli Sati Uniti contro formazioni universitarie conclusi con un bilancio di quattro vittorie.Alla vigilia dell’inizio della manifestazione il tecnico si è così espresso: “Le ragazze stanno dando il massimo, abbiamo lavorato bene. Sono quindi soddisfatto di ciò che ho visto in questo periodo, soprattutto negli Stati Uniti dove abbiamo conosciuto una realtà molto diversa dalla nostra. Aver disputato quei test match ha fatto bene alle ragazze e sicuramente ci saranno utili.”Cristofani poi prosegue con uno sguardo sulle avversarie: “Credo che la Turchia, il Giappone, la Cina e la Repubblica Dominicana siano le favorite, il livello tecnico della manifestazione sarà alto e giocare cinque partite in altrettanti giorni non sarà facile. Dovremo quindi gestire energie psicofisiche in maniera intelligente  dovendo ricorrere anche a un po’ di turnover.” Il Mondiale U23 sarà la prima manifestazione che si giocherà con i set a 21 punti: “In questo periodo abbiamo sempre utilizzato il nuovo sistema. Effettivamente è molto diverso giocare così,  tutto è molto più veloce e l’intensità della gara è notevole. Anche sui cambi bisogna essere più reattivi, effettivamente c’è curiosità da parte di tutti per questa novità, bisognerà imparare velocemente adeguandosi a questa nuova realtà.” Un’ ultima riflessione è rivolta alle sue atlete: “L’Italia è una buona squadra, completa, con ragazze di assoluto valore. L’unico neo è quello di non aver mai giocato assieme prima in altre competizioni, ma questo è un discorso del tutto normale considerato che siamo alla prima edizione. Credo che lo stress ci aiuterà a conoscerci sempre meglio e se saremo bravi lo scopriremo gara dopo gara, ma come sempre sarà il campo a decretare i verdetti.” Le 12 AZZURRINE – le palleggiatrici Camera e Balboni, le centrali Chirichella, Folie e Alberti, le schiacciatrici Saccomani, Gennari, Partenio, gli opposti Diouf e Nicoletti, i liberi Scarabelli e Bisconti. Lo STAFF - Lo staff sarà composto dal tecnico Luca Cristofani, dal suo vice Marco Paglialunga, dal medico Guido Zampar, dal fisioterapista Filippo D’Elia, dagli scoutman Andrea Quintini e Lorenzo Librio e dal team manager Elena Centi.

LE POOL Girone A -Tijuana: Italia, Turchia, Rep.Dominicana, Argentina, Messico e Giappone. Girone B - Mexicali:  Stati Uniti, Kenya, Cina, Germania, Brasile e Cuba.

SISTEMA DI PUNTEGGIO - Il sistema di punteggio prevede che nel caso in cui un match terminerà 3-0 o 3-1, alla squadra vincitrice andranno 3 punti, alla perdente 0. In caso di 3-2, 2 punti alla vincente e 1 alla perdente. In caso di parità le squadre verranno classificate in base al numero di match vinti, quoziente set e, in caso di ulteriore parità di punteggio, quoziente punti.SET A 21 PUNTI - I Campionati del Mondo U23 si disputeranno con due regole nuove: il set a 21 punti  e i 15 secondi tra il fischio dell’arbitro e il servizio dell’atleta. A vincere il set (eccetto il tie-break che rimane invariato) sarà la squadra che per prima raggiungerà 21 punti con uno scarto minimo di 2 punti. In caso di 20-20 il gioco continuerà fino a quando una delle due squadre non avrà accumulato 2 punti di vantaggio. Il Time out tecnico verrà chiamato automaticamente quando una delle squadre raggiungerà il 12esimo punto.

CALENDARIO

5/10 Pool A: Italia-Turchia (ore 24 italiane), Rep. Dominicana-Argentina, Messico-Giappone. Pool B: Stati Uniti-Kenya, Cina-Germania, Brasile-Cuba.

6/10 Pool A: Giappone-Italia (ore 24 italiane); Turchia-Rep. Dominicana, Messico-Argentina. Pool B: Kenya-Germania, Stati Uniti-Cuba, Brasile-Cina.

7/10 Pool A: Argentina-Turchia, Giappone-Rep.Dominicana, Messico-Italia (ore 4 nella notte tra lunedì 7 e martedì 8). Pool B: Kenya-Brasile, Stati Uniti-Germania, Cuba-Cina.

8/10 Pool A: Argentina-Giappone, Rep. Dominicana-Italia (ore 2 nella notte martedì 8 e mercoledì 9), Messico-Turchia. Pool B: Cuba-Kenya, Stati Uniti-Cina, Germania-Brasile.

9/10 Pool A: Italia-Argentina (ore 24 italiane), Turchia-Giappone, Messico-Rep. Dominicana. Pool B: Cina-Kenya, Germania-Cuba, Stati Uniti-Brasile.

10/10 giorno di riposo

11/10: semifinali

12/10. finali

 FIPAV

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media