Volksbank Sudtirol Bolzano: Kathrin Waldthaler, una vita per il Neruda

Scritto da on ott 8th, 2013 e archiviato sotto la categoria Campionato, Serie A2. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

Waldthaler_Kathrin_Neruda_Volley

 Una giocatrice con 16 anni di pallavolo alle spalle. Un maligno potrebbe anche pensare: sarà tempo di appendere le scarpe al chiodo… Macché smettere: per Kathrin Waldthaler il bello deve ancora venire. Intanto perché la sudtirolese Doc in forza al Volksbank Südtirol ha appena 23 anni. E poi perché c’è tutto un mondo da conoscere chiamato serie A2, quella letterina magica che fa sognare chi è cresciuto a Mila & Shiro e che può sembrare irraggiungibile per una bambina che inizia a giocare a pallavolo a 7 anni. Già, ecco spiegato il segreto di una carriera già così lunga…
“Ho iniziato a fare pallavolo a 7 anni con il Neruda – racconta Kathrin Waldthaler da Vadena/Pfatten, un paesino della Bassa Atesina incastonato tra vigne e meleti – e non ho mai cambiato società”. Quando si dice attaccamento alla maglia. Kathrin inizia a masticare volley con Claudio Belpoliti, coach-dirigente-factotum prematuramente scomparso della società che affonda le radici a Bronzolo. Dal minivolley passa ai campionati di categoria, si fa due anni di Rappresentativa al Trofeo delle Regioni e – sorpresa – comincia a schiacciare a 16 anni.
“In effetti fino all’Under 16 ho giocato palleggiatrice, perché non ero ancora così alta (oggi misura 184 cm ndr) e comunque ero la più bassa della squadra. Poi sono cresciuta e mi hanno fatto giocare schiacciatrice o fuorimano”.
Dopo parecchi anni in C, due stagioni fa arriva la promozione in B2. “Già quello mi sembrava un mondo nuovo, figuriamoci l’anno dopo quando abbiamo acquisito i diritti della B1. Non ricordo neanche contro quale squadra ho esordito: ero bloccata dall’emozione”.
Eccoci allora ai giorni nostri: manca ormai una manciata di giorni all’inizio della A2. L’esordio di Kathrin nel torneo cadetto non avverrà magari alla prima giornata, ma prima o poi…
“Diciamo che le compagne di maggiore esperienza, come Menghi e Porzio, stanno dando una grande mano a noi giovani, infondendoci tranquillità. Penso che stavolta l’esordio sarà meno “traumatico” di quello in B1…”.
A proposito di traumi, Kathrin ha fatto prendere un po’ di paura sabato scorso a Rivalta, dopo l’amichevole con la Crovegli: “In partita ho preso una pallonata forte in testa, lì per lì non ho sentito tanto male, poi però il colpo di frusta si è fatto sentire e ho dovuto stare ferma per qualche giorno. Tutto passato comunque”.
Intanto, tra una schiacciata e un esame alla Libera Università di Bolzano, Kathrin è alla vigilia di un altro appuntamento importante: la laurea in Management del Turismo, dello Sport e degli Eventi. “Ho dato tutti gli esami, a novembre discuterò la tesi di laurea sulla pubblicità nel marketing”. Un doppio in bocca al lupo, insomma.
Chiudiamo con un messaggio alle giovani altoatesine che sognano di ripercorrere la strada delle varie Marinelli, Gentili, Folie, Fiori e… Waldthaler. “Intanto è bello avere la serie A sotto casa. E poi la presenza nel Volksbank Südtirol di ben 7 giocatrici altoatesine, è la prova che nulla è impossibile. Bisogna solo lavorare tanto e non mollare mai!”
McNeal brilla in Messico – Sha’Dare McNeal, opposto del Volksbank Südtirol, è attualmente impegnata in Messico con la nazionale statunitense nei mondiali Under 23. Il team di Karch Kiraly ha vinto le tre gare finora giocate: nelle prime due Sha’Dare ha giocato scampoli di partita, nella terza invece è stata decisiva per il successo (3-2) contro la Germania, giocando gli ultimi due set da titolare e totalizzando 8 punti.

Ufficio stampa

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media