Igor Gorgonzola Novara: domenica l’esordio in Campionato a Bergamo. Capitan Rosso “Le parole d’ordine? Umiltà e spregiudicatezza”

Scritto da on ott 18th, 2013 e archiviato sotto la categoria Campionato, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

images

Tutto pronto per la sfida di Bergamo, che aprirà ufficialmente, domenica, il campionato di serie A1 della Igor Gorgonzola Novara.Stefano Colombo e le sue ragazze partiranno domenica mattina alla volta del capoluogo orobico dove, alle 18, scenderanno in campo per incontrare la Foppapedretti Bergamo, blasonata compagine da un ventennio protagonista in Italia e in Europa. Un vero e proprio “battesimo di fuoco” su uno dei campi più duri dell’intero campionato, al cospetto della società più blasonata e decorata della massima serie. Formazione, quella orobica, allenata dall’ex Stefano Lavarini e mediamente giovane (la più esperta è la regista tedesca Weiss, 29 anni) ma di indiscusso talento.
Di seguito il roster delle rossoblù: 1 Klisura (S), 2 Stufi (C), 3 Bruno (L), 6 Weiss (P), 7 Blagojevic (S, capitano), 8 Merlo (L), 9 Melandri (C), 10 Folie (C), 13 Diouf (O), 16 Smutna (P), 17 Sylla (S). All. Lavarini.
«Umiltà e spregiudicatezza dovranno essere le nostre armi» è il pensiero di capitan Rosso, che lancia la sfida: «Siamo unite dalla fame, dalla voglia di dimostrare chi siamo. Sappiamo di non essere “stelle” ma per molte di noi, a partire dalla sottoscritta, questa è una sfida nuova, grande. Non vogliamo fallire».
Concetti ripresi anche dal tecnico azzurro, Stefano Colombo: «Siamo pronti per il campionato ma sappiamo anche che ci vorrà pazienza, perché siamo una squadra giovane, nuova e che dovrà, di conseguenza, crescere molto, giorno dopo giorno. Ho fiducia nel gruppo, le ragazze lavorano sodo e spero che riusciremo a mantenere quella serenità che per una realtà come la nostra è fondamentale. Dobbiamo convincerci che se qualcosa non funziona subito, dovremo farlo funzionare domani, senza fretta o pressioni ma anche con la consapevolezza che nessuno ci regalerà nulla».
Colombo rilancia: «So che possiamo ben figurare ma non può bastarci. Nello sport agonistico si scende in campo per vincere e a tutti noi deve interessare solo quello. Scenderemo in campo ogni domenica per vincere e quando non ci riusciremo lavoreremo ancora più sodo per riuscirci la volta successiva. Le nostre armi? Non abbiamo stelle o prime donne ma un gruppo che è e che dovrà essere sempre compatto, così da poter superare ogni difficoltà».
La chiosa è per il d.g. Marchioni, che rassicura tutti: «Questa squadra è quella giusta per un ambiente come il nostro: è stata plasmata sulla positività e sullo spirito di gruppo, valori che nello sport, ne siamo certi, fanno sempre la differenza».

Ufficio stampa

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media