Openjobmetis Ornavasso: A Urbino con i quarti nel mirino

Scritto da on nov 16th, 2013 e archiviato sotto la categoria Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

1470306_10202241441747910_1990198806_n

 A Urbino con l’obiettivo dei quarti di finale. È cominciata stamane con la partenza da Ornavasso la trasferta marchigiana della Openjobmetis Ornavasso, che domani sera (inizio alle ore 18, arbitri Giorgio Gnani di Ferrara e Rossella Piana di Carpi) affronterà la Robur Tiboni nel ritorno degli ottavi della Coppa Italia di A1.
L’allenamento pomeridiano di Cesenatico (ospiti del Volley Cesenatico) e la rifinitura mattutina al PalaMondolce forniranno a Massimo Bellano le ultime indicazioni sulla partita che, sotto il profilo del risultato, inizia con il vantaggio accumulato dalle Api all’andata.
Domenica scorsa a Castelletto Ghilardi e compagne hanno vinto 3-0 e, pertanto, a Urbino basterà loro vincere un set per tagliare il traguardo del passaggio del turno. Un calcolo, questo, che in casa giallonera è stato bandito perché, come racconta anche la storia recente della società, certi vantaggi sono effimeri e, viceversa, possono portare a clamorose rimonte. Ne è un caso eclatante il rovescio patito da Ornavasso l’anno scorso a Viadana, dove le padrone di casa della Pomì ribaltarono il punteggio dell’andata e estromisero le ossolane dalla final four. Per queste ragioni, anche alla ricerca di una continua crescita che possa risaltare anche in campionato (tra sette giorni a Castelletto arriva Forlì), la squadra ha lavorato intensità con l’obiettivo di presentarsi al meglio al PalaMondolce. Dall’altra parte della rete c’è da aspettarsi una squadra, la Robur Tiboni, molto diversa, a cominciare dall’atteggiamento e non solo perché gioca in casa.
Il sestetto non dovrebbe discostarsi da quello che il tecnico bresciano ha mandato in campo all’andata: Brcic-Kostic, Santini-Negrini, Thibeault-Leggs, Carocci. L’unica variante potrebbe essere Escobar, opposto reduce da un infortunio che potrebbe rilevare Kostic.
Con Piacenza, detentrice del trofeo, già promossa ai quarti, sugli altri campi si giocano Foppapedretti Bergamo-Igor gorgonzola Novara (0-3 all’andata), Unendo Yamamay Busto Arsizio-Pomì Casalmaggiore (1-3), Imoco Conegliano-Ihf Frosinone (3-1), Banca di Forlì-LiuJo Modena (1-3). Le cinque migliori nella differenza tra set vinti e set persi accederanno ai quarti. Le due migliori della classifica a fine andata si aggiungeranno alle sei qualificate per completare il quadro dei quarti, in programma a gennaio 2014.

Ufficio stampa

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media