Grand Champions maschile – Azzurri superati al tie-break dall’Iran

Scritto da on nov 20th, 2013 e archiviato sotto la categoria Nazionale, Notizie. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

3816ITALIA-IRAN 2-3 (24-26 25-16 23-25 25-23 12-15)
ITALIA: Zaytsev 13, Lanza 16, Beretta 8, Baranowicz 4, Kovar 19, Birarelli 7, Rossini (L). Piano, Vettori 15, Dolfo. Ne: Travica, Sabbi. All. Berruto.
IRAN: Mahmoudi 17, Mousavi 15, Marouf 1, Zarini 5, Ghaemi 9, Gholami 7, Zarif (L). Mobasheri 4, Mirzajanpour 5, Mahdavi, Davoodi 1. Ne: Tashakori. All. Velasco.
ARBITRI: Macias (Mex) e Casamiquiela (Arg)
Durata set: 28, 24, 28, 29, 17.
ITALIA: bs 21, a 9, mv 11, e 18.
IRAN: bs 14, a 8, mv 14, e 13.
Dopo il bel successo sulla Russia, l’Italia ha ceduto per 3-2 contro l’Iran di Julio Velasco.
Gli azzurri nelle cui file Baranowicz e Beretta hanno iniziato al posto di Travica e Piano, non sono riusciti a dare continuità al loro gioco e hanno dato vita ad un match pieno di capovolgimenti di punteggio. Alla fine sono usciti sconfitti dal campo, perdendo di misura il confronto con una squadra che ha dimostrato grande voglia di lottare.
L’Italia ha iniziato il match con il freno a mano tirato, ha stentato a prendere il ritmo, ma poi è sembrata in grado di rimettersi subito in carreggiata. L’Iran è arrivato 23-19, è stato rimontato, ma alla fine ha vinto di misura. Secondo set tutto azzurro, terzo con l’Italia presente, ma non in grado di far suo il parziale nonostante un vantaggio di 22-18.
Nel quarto ancora Iran avanti, ma sul 2-6 Berruto ha rilevato Zaytsev inserendo Vettori. Il giovane talento azzurro ha risposto bene e gli azzurri hanno rimontato piazzando un eloquente break di 7-2. Sono riusciti ad allungare sino al 21-17 quando nuovamente si sono bloccati. L’Iran ha rimontato, ma egualmente capitolato. Tie-break con l’Italia subito ad inseguire prima di cedere 15-12.
Vittoria meritata per l’Iran, più di qualche rimpianto azzurro, per la poca continuità e per le occasioni non sfruttate.
A livello di singoli bene Kovar, best scorer del match con 19, frutto anche di 3 ace e 3 muri. Il martello è stato bravo in ricezione 58% (33% perfetta) su ben 52 colpi. Italia molto fallosa al servizio, Vettori subentrato a Zaytsev ha realizzato un bel  13 su 20.
La squadra italiana nella serata giapponese ha raggiunto Tokyo dove il torneo si concluderà con le ultime tre giornate di gara. Domani la Grand Champions Cup osserva il giorno di riposo. Si riprende venerdì (ore 4.10) con la sfida degli azzurri contro gli stati Uniti.
BERRUTO: “Devo congratularmi con l’Iran, quando giochi contro questa squadra c’è sempre da lottare. Ammiro l’atteggiamento con cui stanno in campo, cercando di dare sempre il massimo. Questa è una cosa che dobbiamo imparare a fare anche noi. Della gara di oggi ho del rammarico per due momenti l’inizio del match, in cui ci siamo trovati in difficoltà e nel finale del terzo quando non abbiamo sfruttato il grande vantaggio che ci eravamo costruiti.
ZAYTSEV: “E’ stata una partita difficile. Ogni squadra ha delle avversarie con cui incontra maggiori difficoltà e soffre più del solito.  L’Iran è una squadra che ci fa soffrire, era accaduto nella  World League, si è ripetuto oggi.  Abbiamo qualche rammarico per come sono finiti il primo e il terzo set in cui abbiamo avuto dei buoni vantaggi, ma ci si è spenta la luce, un po’ come nell’avvio del tie-break. Insomma abbiamo avuto dei cali di concentrazione. ”
KOVAR:  “L’Iran è una squadra che gioca molto bene a pallavolo, questo lo sappiamo ce lo avevano fatto vedere anche nella World League.  Magari in alcuni frangenti ci abbiamo messo del nostro e li abbiamo tirati fuori da situazioni difficili. Se c’è stato qualche demerito da parte nostra c’è stato più merito da parte loro. Il torneo è ancora molto lungo, ci sono tante gare per far vedere cose buone”.
RISULTATI – 19 novembre: Italia-Russia 3-1, Iran-Brasile 1-3, Giappone-Stati Uniti 1-3. 20 novembre: Italia-Iran 2-3 (24-26, 25-16, 23-25 25-23 12-15), Brasile-Stati uniti 3-0 (31-29 25-23 25-23), Russia-Giappone 3-0 (25-16 25-17 25-18).
CLASSIFICA – Brasile 6, Italia 4, Stati Uniti e Russia 3, Iran 2, Giappone 0.
CALENDARIO – Tokyo – 22 novembre: ore 4.10 Stati Uniti-Italia, ore 8.10 Iran-Russia, ore 11.10 Brasile-Giappone. 23 novembre: ore 4.10 Iran-Stati Uniti, ore 8.10 Russia-Brasile, ore 11.10 Giappone-Italia. 24 novembre: ore 4.10 Brasile-Italia, ore 7.10 Stati Uniti-Russia, ore 10.10 Giappone-Iran.

FIPAV

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media