Liu Jo Modena: la prima sconfitta all’esordio al PalaPanini

Scritto da on nov 25th, 2013 e archiviato sotto la categoria Campionato, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

download

 Non è andata come si sperava la prima al PalaPanini in campionato per la Liu•Jo Modena. Davanti ad un pubblico caloroso e che ha risposto in maniera importante, le ragazze di coach Chiappafreddo hanno faticato ad entrare in gara subendo una sconfitta da vendicare già sabato nell’anticipo della quinta giornata contro le vice campionesse d’Italia di Conegliano.
Risultato finale: LIU•JO MODENA 0 IGOR GORGONZOLA NOVARA 3 Durata dell’incontro: 1h 11min
Risultati parziali: 21-25 15-25 22-25
Spettatori: 2469 Primo arbitro: Diego Pol Secondo arbitro: Massimo Montanari
CRONACA DELLA PARTITA Primo set. Dopo il rientro nel ritorno degli ottavi di finale di Coppa Italia per la Liu•Jo Modena Rondon parte nel sestetto titolare in diagonale con l’opposta Fabris. Rousseaux e capitan Piccinini sono i posti quattro, Ruseva e Crisanti al centro con Cardullo libero. Per Novara c’è Kim al palleggio con Vanzurova opposta, Milos e Casillo sono le centrali, Rosso e Lombardo i posti quattro con Paris libero.
E’ un inizio di set in pieno equilibrio, un equilibrio che permarrà a lungo con le due squadre che a piccoli strappetti si allontanano e si riavvicinano. Sono sempre due i punti che di volta in volta vengono guadagnati, persi o recuperati con Modena che spesso conduce per poi essere recuperata da Novara che appoggia la stragrande maggioranza del proprio gioco sull’opposta Vanzurova. Le fiammate di Rousseaux e Piccinini, invece, sono quelle che regalano i punti per la  Liu•Jo. Si arriva in parità al 18-18 quando per Novara entrano Alberti e Mollers rispettivamente per Casillo, in battuta e nel giro dietro, e Kim. E’ questo il cambio decisivo nel parziale, con le ospiti che allungano grazie ad un parziale di 4-0, proprio i punti che separeranno le due squadre al cambio campo che arriva sul 21-25.
Secondo set. Confermati i due sestetti in partenza del secondo parziale e le cose sembrano andare esattamente come nel precedente. Grande equilibrio e punteggio che non si schioda da un testa a testa fino al 5-6 firmato dall’ace di Rosso. Sarà qui lo spartiacque di un set che punto dopo punto diventa sempre più difficile per la Liu Jo. Novara, con una buona ricezione, riesce a giostrare il gioco mettendo spesso fuori casa il muro bianconero e così diventa semplice per le attaccanti trovare pertugi e spazi in cui colpire. Il divario si dilata punto dopo punto sotto i colpi di Rosso, in attacco e battuta, e Vanzurova. Non bastano i time out discrezionali a coach Chiappafreddo a cambiare l’andamento del parziale, così Rosso può chiudere per il 15-25 finale.
Terzo set. Cerca un riscatto e una reazione coach Chiappafreddo, per questo prova a cambiare qualcosa inserendo nel sestetto Heyrman per Ruseva al centro, Perinelli per Rousseaux in banda. L’avvio di parziale è come al solito in equilibrio ed il cambio in posto quattro sembra dare i suoi frutti in ricezione. Novara trova un primo piccolo allungo dopo i punti iniziali poi, però, la Liu•Jo dà segnali importanti e a trascinare verso il riaggancio ed il sorpasso sono Fabris ed Heyrman. Dall’altra parte, però, c’è la solita Vanzurova a tenere Novara a contatto e questo sarà fondamentale nell’economia di set e partita. Si arriva quindi sul 19-19 quando ancora una volta è Modena a facilitare le cose a Novara sbagliando un paio di palloni che, alla fine, risulteranno decisivi. Le ospiti si portano sul 20-24, Modena annulla i primi due match-point, ma cade alla terza occasione utile.
L’analisi post gara di Hristina Ruseva: “Non abbiamo giocato con calma, tranquillità, facendo le nostre cose. Loro hanno avuto più pazienza e sono riuscite a giocare divertendosi. Noi, invece, abbiamo pensato troppo a quello che dovevamo fare e così abbiamo sbagliato anche le cose più facile. Abbiamo sbagliato troppo, in generale, proprio perché non abbiamo cercato le cose facili che, poi, ti fanno trovare il ritmo giusto per provare anche le giocate più difficili”.
Il coach Mauro Chiappafreddo: “Venivamo da una settimana molto positiva, in cui gli allenamenti sono andati bene e la squadra è stata molto concentrata. Avevamo alzato l’asticella in allenamento e quindi trovarmi un risultato così mi ha colto un po’ di sorpresa. Sembrava quasi che fossimo una squadra arrendevole, che non riusciva a lottare contro l’avversario. Novara ha spinto in battuta, abbiamo un po’ sofferto, poi abbiamo raddrizzato le cose con l’ingresso di Perinelli nel terzo set. Abbiamo lottato punto a punto, poi 2-3 errori a fine set hanno concesso set e partita alle avversarie. Noi abbiamo battuto male e cercato troppo il loro libero, anche questo mi ha colto di sorpresa perché avevamo provato altro in allenamento”.
PROSSIMO APPUNTAMENTO: sabato 30 novembre, alle ore 20:30 presso il Pala Verde di Villorba (TV), quinta giornata di Master Group Sport Volley Cup Serie A1 fra Imoco Volley Conegliano e Liu•Jo Modena.

Ufficio stampa

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media