CEV Champions League: Piacenza passa a Baku e balza al secondo posto della Pool B. Busto Arsizio ko a Istanbul, la qualificazione si allontana

Scritto da on nov 27th, 2013 e archiviato sotto la categoria Coppe, Notizie. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

1425768_10202365698734257_552972488_nUn successo e una sconfitta per le squadre italiane impegnate nella CEV DenizBank Champions League. La Rebecchi Nordmeccanica Piacenza espugna il campo dell’Igtisadchi Baku per 3-1 e compie un importante balzo in avanti in ottica qualificazione ai Play Off 12. La Unendo Yamamay Busto Arsizio si arrende non senza rimpianti 3-0 al Galatasaray: la strada verso la qualificazione è in salita. Giovedì sera alle 20.30, in diretta su Laola1.tv, sarà il turno della Prosecco Doc Imoco Conegliano, che affronterà al Palaverde l’Azeryol Baku.
IGTISADCHI BAKU – REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA 1-3 (16-25, 18-25, 25-21, 20-25) La Rebecchi Nordmeccanica coglie all’A.Y.S. Sport Hall di Baku una vittoria preziosissima per il proprio cammino europeo. Il 3-1 sul campo dell’Igtisadchi consente alle biancoblù di operare il sorpasso nella classifica della Pool B, insediandosi al secondo posto con 6 punti, dietro alla capolista Dinamo Mosca (7) e davanti alle azere (5). Una posizione ideale anche in considerazione del calendario che vedrà Piacenza sfidare le due antagoniste per il passaggio del turno al PalaBanca.
Il team di Caprara conferma l’ottimo stato di forma, già espresso in Supercoppa pochi giorni fa contro Conegliano. Determinante la prestazione delle centrali, che nascondono gli alti e bassi di Van Hecke e Meijners: l’intesa con Ferretti funziona a meraviglia e Leggeri chiude con 16 punti, sei dei quali a muro, mentre De Kruijf ne aggiunge 14. Top scorer è Lucia Bosetti, con 17 punti.
I primi due set sembrano la naturale prosecuzione degli ultimi due di Supercoppa: la Rebecchi Nordmeccanica avanza come un treno, sicura in tutti i fondamentali ed efficace in attacco; l’Igtisadchi commette errori gratuiti, rendendo complicato il lavoro al palleggio di Qiuyue. In più Flier, la più temibile, è in giornata no. Nel terzo, dopo sorpassi e contro sorpassi, è il turno di servizio di Sittirak a determinare il break azero: dal 18-18 Meijners manda out e subisce muro, quindi due ace della thailandese per il 22-18, preludio del 25-21. Il palazzetto si scalda, ma Piacenza è bollente e riporta il match sui binari giusti. C’è lotta fino al 16-16, poi il parziale decisivo fino al 23-17. L’ultimo punto, quello della vittoria piacentina, arriva grazie all’errore in battuta di Willoughby.
“Ottimo inizio di gara – commenta coach Caprara -. Abbiamo giocato due set eccellenti. Nel terzo, poi, le azere sono state brave ad approfittare di qualche nostra disattenzione, ma nel quarto abbiamo retto soprattutto di testa, conquistando una gran vittoria. Preciso comunque che non abbiamo fatto ancora nulla. L’obiettivo adesso diventa vincere la prossima, quella di giovedì 5 dicembre. Non sarà facile, perché ci studieranno, ci prenderanno le misure. E noi nel frattempo dovremo essere bravi a variare il nostro gioco”.
GALATASARAY ISTANBUL – UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 3-0 (26-24, 25-23, 25-11) Si complica il cammino della Unendo Yamamay Busto Arsizio in Champions League. Le farfalle si arrendono 3-0 al Galatasaray Istanbul di Massimo Barbolini al termine di una partita combattuta nei primi due set e restano a 1 punto nella Pool E. In attesa del match tra Conegliano e Azeryol Baku, si fa distante il secondo posto che vale la qualificazione. In una tale situazione di classifica, in cui le turche salgono a quota 7, sarà fondamentale vincere fra una settimana a campi invertiti per continuare a sperare.
Il punteggio è forse troppo severo per le biancorosse di Parisi, che non concretizzano una palla set nel primo parziale e quasi rimettono in piedi il secondo con una grande rimonta. La differenza la fa Montano, l’opposta colombiana del Galatasaray che quando incrocia le bustocche dà il meglio di sé: siglò 43 punti nella semifinale dell’anno scorso (con la maglia del Rabita Baku), ne realizza 25 in tre set con il 64% offensivo oggi. Leo Lo Bianco la serve in maniera incessante e la sudamericana si rivela davvero incontenibile.
Funziona il muro, ma solo nel primo set. Proprio con un block-in di Ortolani, la Unendo Yamamay raggiunge il massimo vantaggio sul 21-18. Poi è il muro delle turche a ristabilire la parità. Montano sparacchia out ed è 24-23 Busto. Che ha anche la rigiocata per portarsi 1-0, ma non la sfrutta e ai vantaggi due errori di Arrighetti (in fast e in primo tempo) regalano il set al Galatasaray. Nel secondo è Garzaro al servizio a riportare sotto le farfalle dal 13-20 al 22-23. Tentativo di aggancio spezzato dalla solita Montano, che con due bordate mette sotto chiave il parziale e di fatto il match. Perché nel terzo non c’è praticamente storia.
Parisi: “I buoni segnali della partita di domenica si sono visti fino ad un certo punto. Nel primo set siamo stati troppo penalizzati dal nostro contrattacco (0 su 13), non siamo riusciti ad essere cattivi in battuta come dovevamo. Quando l’abbiamo fatto abbiamo ottenuto buoni risultati (vedi il recupero nel secondo set). La squadra in questo momento è ancora fragile perché non ha molte sicurezze: dobbiamo lavorare tanto su questo aspetto”.
CEV Champions League: i tabellini IGTISADCHI BAKU – REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA 1-3 (16-25, 18-25, 25-21, 20-25)  IGTISADCHI BAKU: Buakaew (L), Duerr (L), Willoughby 7, Thinkaow 8, Sittirak 16, Qiuyue 2, Apinyapong 7, Flier 4, Yunwen 6, Zhang, Serena 1. Non entrati Abdullayeva. All. Karslioglu.  REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Leggeri 16, De Kruijf 14, Van Hecke 10, Meijners 12, Ferretti 1, Sansonna (L), Bramborova, Caracuta, Bosetti 17, Vindevoghel 2. Non entrati Valeriano, Manzano. All. Caprara. ARBITRI: Bakunovich Yury – Burkiewicz Pawel.  NOTE – Spettatori 1500, durata set: 22′, 26′, 30′, 26′; tot: 104′. Igtisadchi BAKU: Battute errate 15, Ace 3. Rebecchi Nordmeccanica PIACENZA: Battute errate 14, Ace 3.
GALATASARAY DAIKIN ISTANBUL – UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 3-0 (26-24, 25-23, 25-11)  GALATASARAY DAIKIN ISTANBUL: Avci 5, Barut, GÜneyligil (L), Montano 25, Veljkovic 10, Kimura 12, Alikaya, Ozsoy 8, Lo Bianco 1, Arslan GÜÇ. Non entrati KalaÇ, Dumanoglu. All. Barbolini.  UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Ortolani 10, Garzaro 10, Bianchini 1, Leonardi (L), Marcon 5, Spirito, Buijs 9, Arrighetti 6, Wolosz 4, Petrucci. Non entrati Degradi, Michel. All. Parisi.  ARBITRI: Kozlova Nadezda – Todorov Milan.  NOTE – durata set: 28′, 28′, 21′; tot: 77′. Galatasaray Daikin ISTANBUL: Battute errate 6, Ace 7. Unendo Yamamay BUSTO ARSIZIO: Battute errate 6, Ace 3.
CEV Champions League: i risultati della 3^ giornata (26-28 novembre)
Pool A Dresdner SC (GER) – Rabita Baku (AZE) 0-3 (19-25, 23-25, 20-25) Volley Beziers (FRA) – Omichka Omsk Region (RUS) 0-3 (16-25, 22-25, 24-26) Classifica: Rabita Baku 8, Omichka Omsk Region 7, Dresdner SC 3, Volley Beziers 0.
Pool B Stella Rossa Belgrado (SRB) – Dinamo Mosca (RUS) 1-3 (26-24, 20-25, 16-25, 18-25) Igtisadchi Baku - Rebecchi Nordmeccanica Piacenza 1-3 (16-25, 18-25, 25-21, 20-25) Classifica: Dinamo Mosca 7, Rebecchi Nordmeccanica Piacenza 6, Igtisadchi Baku 5, Stella Rossa Belgrado 0.
Pool C Dinamo Romprest Bucarest (ROU) – Gent Dames (BEL) 3-0 (25-20, 25-17, 25-15) Atom Trefl Sopot (POL) – Vakifbank Istanbul (TUR) 1-3 (25-19, 14-25, 19-25, 18-25) Classifica: Vakifbank Istanbul 9, Atom Trefl Sopot 6, Dinamo Romprest Bucarest 3, Gent Dames 0.
Pool D Eczacibasi VitrA Istanbul (TUR) – RC Cannes (FRA) 28/11 Agel Prostejov (CZE) – Schweriner SC (GER) 3-1 (25-17, 23-25, 25-17, 25-17) Classifica: RC Cannes e Eczacibasi VitrA Istanbul 6, Agel Prostejov 3, Schweriner SC 0.
Pool E Prosecco Doc Imoco Conegliano - Azeryol Baku 28/11 ore 20.30 Galatasaray Istanbul - Unendo Yamamay Busto Arsizio 3-0 (26-24, 25-23, 25-11) Classifica: Galatasaray Istanbul 7, Prosecco Doc Imoco Conegliano 5, Azeryol Baku 2, Unendo Yamamay Busto Arsizio 1.
Pool F Volero Zurich (SUI) – Tauron MKS Dabrowa Gornicza (POL) 28/11 Dinamo Kazan (RUS) – Stiinta Bacau (ROU) 3-0 (25-16, 25-18, 25-16) Classifica: Dinamo Kazan 9, Tauron MKS Dabrowa Gornicza 3, Stiinta Bacau 2, Volero Zurich 1.
CEV Champions League: la formula 24 squadre divise in 6 Pool da 4. Accedono alla Fase Play Off le prime due di ogni Pool. Tra le dodici che avranno passato il turno, sarà designata la società organizzatrice della Final Four, che vi si qualificherà automaticamente. Il posto ‘liberato’ da tale club sarà occupato dalla migliore terza dei sei gironi. Le ulteriori 4 migliori terze saranno ‘declassate’ in Cev Cup, mentre le squadre restanti saranno eliminate.
Le dodici squadre si affronteranno nei Play Off 12 in scontri di andata e ritorno. Le sei qualificate disputeranno un ulteriore turno di Play Off 6, dal quale usciranno le tre compagini che affiancheranno nella Final Four il club organizzatore.
Cambia la regola sul Golden Set nella fase a eliminazione diretta, che verrà disputato solo nel caso in cui le due squadre abbiano conseguito lo stesso numero di punti tra andata e ritorno. Considerando che il 3-0 e il 3-1 assegnano 3 punti alla squadra vincente e 0 alla squadra perdente, il 3-2 assegna 2 punti alla squadra vincente e 1 alla squadra perdente.

 LVF

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media