Igor Gorgonzola Novara: ancora un successo, Frosinone domato in quattro set. Pedullà “Non era facile, sono tre punti molto importanti”

Scritto da on dic 2nd, 2013 e archiviato sotto la categoria Campionato, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

1468764_10202232208517085_1774681163_nSecondo successo consecutivo in campionato per la Igor di Luciano Pedullà, che allo Sporting supera per 3-1 Frosinone e conquista tre punti importantissimi. Davanti a circa duemila spettatori, Rosso e compagne trovano il primo successo interno in campionato dopo la sconfitta nella prima gara casalinga con Conegliano.

Azzurre in campo con Vanzurova opposta a Kim, Rosso e Lombardo in banda, Milos e Casillo al centro e Paris libero; Martinez si affida a Gioli in diagonale ad Agostinetto, Astarita e Angeloni in banda, Frigo e Spataro al centro e Ruzzini libero.

Il primo break della partita lo firma Lombardo, con l’ace del 4-1 che costringe Martinez al primo timeout. Rientra Frosinone con Angeloni e le laziali sorpassano addirittura sull’8-9: dura poco, Lombardo sorpassa e sono Milos e Rosso a firmare l’allungo sul 14-11. L’ultimo acuto ospite è sul 19-18, poi Kim trova il cambio palla e Vanzurova scava il solco con un uno-due micidiale. Chiude i conti Milos in primo tempo sul 25-21.

Novara bene in avvio di secondo set (7-4) ma dopo il timeout di Martinez Frosinone trova il contro break e accorcia con Astarita (7-6). Si procede a strappi: Vanzurova scappa 13-9, Spataro ricuce a muro (14-12) e Astarita con una doppietta sorpassa sul 15-16. Novara si mantiene in scia e sorpassa ancora con Rosso (20-19) e va fino al 22-20 (Vanzurova), ma Frosinone trova il break decisivo con Angeloni e Gioli, che chiudono di slancio 22-25.

Reazione immediata di Novara: Rosso mura Gioli (5-4), Milos picchia forte (10-7) e Lombardo a muro e in attacco firma il 12-7 al timeout obbligatorio. Kim innesca Milos, devastante, Astarita prova a ricucire (14-10) ma Rosso (19-12) e Lombardo portano le azzurre al +8 sul 22-14. Lombardo trova il set-ball sul 24-16 ed è ancora lei a trasformarlo con un diagonale incontenibile per il 25-17.

Spalle al muro, Frosinone parte forte nel quarto set e sul 3-6 (mani-out di Gioli) Pedullà chiama a raccolta le sue. Rosso e Lombardo ricuciono lo strappo, Milos impatta in primo tempo ai sette e innesca un lungo punto a punto rotto sul 14-12 da un bel mani-out di Lombardo. Il break lancia Novara, Kim mura Astarita e Vanzurova scappa 18-13 dando il “la” al gran finale: Rosso avvicina il traguardo, Vanzurova e un fallo di Agostinetto valgono il match ball che ancora una volta è Lombardo a concretizzare.

La schiacciatrice siciliana, premiata con l’Mvp Malizia quale migliore in campo, è raggiante a fine gara: «Sono felice per la vittoria, penso che questi tre punti siano davvero molto importanti per noi, anche perché ci danno continuità dopo la bella vittoria di Modena. Frosinone ci ha messe in difficoltà soprattutto lavorando bene in battuta ma noi non ci siamo scomposte e questo è un segnale bello, positivo: stiamo diventando un gruppo solido e coeso».

Analisi condivisa dal tecnico Luciano Pedullà: «Non abbiamo giocato la nostra miglior partita ma Frosinone è una squadra molto aggressiva e sicuramente non era facile portare a casa i tre punti, come invece siamo riusciti a fare. Merito del fatto che stiamo lavorando, in campo, con grande attenzione, proprio come in allenamento. Finché continueremo così, sono sicuro che potremo toglierci soddisfazioni importanti: credo che questa squadra, nella partita secca, sia in grado di giocarsela a testa alta con tutti. Busto? Sarà una partita complicata, contro una squadra importante ma noi dobbiamo partire con l’idea di giocare per i tre punti e io credo che possiamo essere all’altezza della sfida».

Anche Luisa Casillo è soddisfatta della partita: «Si tratta di una vittoria fondamentale, importante ai fini della classifica ma anche per il nostro morale, aspetto assolutamente importante. La sfida, per noi, era confermare quanto di buono visto a Modena e credo che ci siamo riuscite, conquistando tre punti contro un avversario che pure ha giocato con grande determinazione e aggressività».

IGOR GORGONZOLA VOLLEY NOVARA – IHF VOLLEY FROSINONE 3-1 (25-21, 22-25, 25-17, 25-18)

Novara: Casillo 5, Paris (L), Rosso 16, Tokarska, Kim 2, Lombardo 20, Harms ne, Manfredini ne, Milos 16, Vanzurova 13, Alberti, Mollers. All. Pedullà.

Frosinone: Frigo 4, Percan, Kidder ne, Bonciani, Vico, Astarita 13, Agostinetto 4, Spataro 2, Angeloni 14, Biccheri, Gioli 16, Ruzzini (L). All. Martinez.

Ufficio stampa

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media