Master Group Sport Volley Cup: Piacenza suona la nona. Bergamo lotta ma non basta

Scritto da on dic 8th, 2013 e archiviato sotto la categoria Campionato, Notizie, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

img

La diretta del sabato di Rai Sport della 6^ giornata della Master Group Sport Volley Cup manda in scena lo scontro al vertice tra Foppapedretti Bergamo e Rebecchi Nordmeccanica Piacenza.  Prima del fischio d’inizio c’è però spazio per le premiazioni: Willy Eynard, figlio di Arnaldo, fondatore della Amatori Bergamo e presidente della Federazione Italiana di Pallavolo dal 1946 al 1961, consegna il pallone d’oro a Valentina Diouf, eletta miglior giocatrice Under 20 della passata stagione.
Al termine di una gara di grande spettacolo, la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza inanella il nono successo consecutivo tra Campionato, Supercoppa e Champions League e mantiene salda la vetta della classifica di Serie A1 Femminile. Cade per la seconda volta in Regular Season la Foppapedretti Bergamo, che nonostante la battuta d’arresto, continua a dimostrasi squadra coriacea e di grande potenzialità.
Assente dal sestetto base di Bergamo, Raphaela Folie non al meglio per un problema alla spalla. Pronti via e le padrone di casa si portano subito  in vantaggio. Il primo gap lo segnano Blagojevic e Stufi per il +3 (6-3). Piacenza resta incollata alle avversarie: Van Hecke e De Kruijf rispondono alle bordate di Blagojevic e Diouf (8-5). E’ sul fondamentale del muro che si gioca il momento cruciale del set: un block in di Bosetti seguito da quello del duo Leggeri – Van Hecke, e un errore di Diouf portano la Rebecchi Nordmeccanica a -1. E’ Lucia Bosetti a far segnare l’aggancio (10-10) fino al massimo vantaggio Piacenza (+3) grazie a un ace di Van Hecke. Lavarini chiama il time out per spezzare il ritmo delle ospiti. La pausa sembra sortire l’effetto sperato: l’attacco out di Piacenza e i punti di Jelena Blagojevic accorciano le distanze fino al 17 pari. L’ace di Weiss consente il +1 per la Foppapedretti, Melandri e Diouf tentano l’allungo, ma il finale di set si gioca punto a punto. E’ un continuo inseguirsi tra le squadre in campo. Un errore al servizio del numero 13 rossoblù, seguito dall’attacco out di Federica Stufi segnano ancora una volta il sorpasso delle ospiti (21-22). All’attacco di Meijners sulle mani del muro avversario risponde ancora Valentina Diouf (6 i palloni messi a terra per lei nel primo set, con il 55% in attacco). Meijners mette a segno il pallone del 22-24, ma Lise Van Hecke sbaglia in battuta. E’ ancora Meijners però ad andare a punti e a chiudere sul 23-25 per Piacenza.
Equilibrio è la parola d’ordine dell’inizio del secondo set: le squadre si continuano a inseguire punto a punto, con Bergamo che riesce a mantenere un leggero vantaggio sulle ospiti (5-3). Vantaggio che sfuma grazie a Floortje Meijners, brava a farsi trovare pronta quando chiamata in causa. Sul 8-8 è Piacenza che comincia a rosicchiare punti alle padrone di casa fino al massimo vantaggio (+3) del 11-14. La reazione della Foppapedretti non tarda: Diouf e compagne inanellano una serie che pare interminabile: dal -2 (13-15) si portano al +2 (17-15) con Blagojevic e Stufi a segnare la strada. Ma le Campionesse d’Italia non si spaventano e la partita si accende. Lunghissimo lo scambio che permette alle piacentine di portarsi a meno 1 (18-17). Ma Sylla, Melandri e Stufi mantengono la lucidità e il vantaggio: siamo al 22-18. Meijners mette a terra dalla seconda linea il pallone che dà la carica: punto dopo punto la Rebecchi Nordmeccanica rimane incollata, con Bosetti a segnare il 22-21. Un errore in battuta di Piacenza chiude i conti a favore delle padrone di casa sul 25-23.
Parte a senso unico il terzo set: la Foppapedretti Bergamo è in trans agonistica e scava un solco importante tra lei e le avversarie. Il tentativo di Floortje Meijners di interrompere le rossoblù non sembra efficace (6-2) e Bergamo continua ad aumentare il proprio vantaggio, punto dopo punto. Il gioco della Foppapedretti è corale: Stufi è potente in attacco e attenta a muro, Diouf mette a terra palloni pesanti, Sylla si conquista una parte da protagonista del set. Caprara cambia le carte e mescola la formazione: entrano Caracuta al palleggio, Vindevoghel e Manzano al posto di Ferretti, Van Hecke e Leggeri. Dato il grande vantaggio (18-11), le padrone di casa possono permettersi di abbassare la guardia. Qualche errore di troppo in attacco riporta la Rebecchi Nordmeccanica nell’orbita di Bergamo. L’attacco di Meijners fa suonare il campanello d’allarme. Lavarini chiama il time out, ma le ragazze di Caprara non perdono il ritmo. Ancora un attacco di Meijners seguito da quello di Bosetti fanno ben sperare e le squadre tornano ad affrontarsi colpo su colpo con Piacenza che si riporta a -1 (19-18).Un doppio attacco di Diouf ristabilisce le distanze (21-18). La Rebecchi Nordmeccanica dimostra per l’ennesima volta di essere formazione di grande cuore e grinta. E’ Lucia Bosetti a caricarsi sulle spalle la squadra: per lei un attacco vincente e un ace in finale di set. Il muro out di Bergamo chiude sul 23-25.
Perdere un set che sembrava aggiudicato può scalfire la convinzione anche delle più forti. Non è così per la Foppapedretti Bergamo che nel quarto parziale continua a giocare a viso aperto. Idem fa la Rebecchi Nordmeccanica. E a giovarne è il pubblico del PalaNorda che assiste a una gara di altissimo livello. Aumentano gli errori in battuta nelle fila delle ospiti. Le ragazze di Caprara forzano al servizio e arrivano gli errori di De Kruijf e Ferretti (10-10). Bergamo si porta avanti, con Stufi e Sylla. Un attacco out delle ospiti segna il +3 (15-12), Meijners risponde a Stufi, De Kruijf e Bosetti segnano in successione (16-15). Doppio errore in attacco per Bergamo: prima Stufi poi Blagojevic sbagliano a prendere le misure del taraflex rosa (16-17 Piacenza). Lavarini chiama il time out. Si riprende a grandissima intensità, si lotta su ogni pallone e il set procede punto a punto: l’attacco out di Diouf segna l’aggancio di Piacenza (22-22), il block in di Vindevoghel porta al +1. La pipe di Lucia Bosetti assegna due match point alle Campionesse d’Italia. Mancato il primo, Meijners non sbaglia la seconda occasione e chiude il conto del parziale e del match.
La Rebecchi Nordmeccanica Piacenza è attesa adesso all’impegno di Champions League di martedì 10, in casa della Stella Rossa di Belgrado. Per la Foppapedretti Bergamo, il prossimo turno di Campionato farà visita all’Imoco Volley Conegliano. Domani e lunedì il resto della 6^ giornata di andata della Master Group Sport Volley Cup.
Master Group Sport Volley Cup: il programma della 6^ giornata (domenica 8 dicembre, ore 18.00) Foppapedretti Bergamo – Rebecchi Nordmeccanica Piacenza  1-3 (23-25, 25-23, 23-25, 23-25) giocata sabato 7 dicembre Unendo Yamamay Busto Arsizio – Igor Gorgonzola Novara Banca di Forlì – Imoco Volley Conegliano Liu Jo Modena – Robur Tiboni Urbino DIRETTA SPORTUBE 2 IHF Volley Frosinone – Pomì Casalmaggiore lunedì 9 dicembre, ore 20.30 Riposa: Openjobmetis Ornavasso
Master Group Sport Volley Cup: la classifica Rebecchi Nordmeccanica Piacenza* 18, Foppapedretti Bergamo* 12, Imoco Volley Conegliano 9, Openjobmetis Ornavasso 9, Liu Jo Modena 8, Unendo Yamamay Busto Arsizio 7, Pomì Casalmaggiore 6, Igor Gorgonzola Volley Novara 6, Robur Tiboni Urbino 3, IHF Volley Frosinone 0, Banca Di Forlì 0.  * un partita in più
Master Group Sport Volley Cup: il tabellino FOPPAPEDRETTI BERGAMO – REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA 1-3 (23-25, 25-23, 23-25, 23-25) FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Klisura, Stufi 13, Bruno, Weiss 3, Blagojevic 8, Merlo (L), Melandri 10, Diouf 22, Smutna, Sylla 13. Non entrate Folie. All. Lavarini.  REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Valeriano, Leggeri 7, De Kruijf 10, Van Hecke 5, Meijners 23, Manzano, Ferretti 1, Sansonna (L), Bramborova 1, Caracuta, Bosetti 20, Vindevoghel 8. Non entrate Poggi. All. Caprara.  ARBITRI: Pozzato, Perri.  NOTE – Spettatori 2000, durata set: 28′, 30′, 33′, 28′; tot: 119′.

  LVF
ph. Filippo Rubin

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media