Metalleghe Sanitars Montichiari: successo 3-1 su Monza

Scritto da on gen 7th, 2014 e archiviato sotto la categoria Campionato, Serie A2. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

69525_10203168989493868_827355289_nMetalleghe Sanitars Montichiari                3  Saugella Team Monza                             1 (25-20, 22-25, 25-23, 27-25)             Metalleghe Sanitars Montichiari: Rebora 5, Dalia 2, Zanotto 7, Musti De Gennaro 15, Alberti 12,  Saccomani 14, Zampedri, Milani n.e., Serena 16. Lib: Portalupi. All: Barbieri. SAUGELLA TEAM MONZA: Bruno 14, Viganò 18, Garavaglia 17, Balboni 2, Saveriano n.e., Ravetta n.e., Rinaldi n.e., Bonetti 13, Garbet, Facchinetti 5, Nomiku. Lib: Bisconti, Pastrenge n.e. All: Mazzola e Keller.
Arbitri: Patrizia Pignataro e Antonio Licchelli. Note: spettatori 1000 circa. Durata dei set: 27’, 26’, 28’, 37’. Montichiari:  5 battute punto e 10 errori, 59% di positività in ricezione e 5 errori, 37% in attacco e 7 errori, 7 muri punto. Monza: 4 battuta punto e 11 errori, 57% di positività in ricezione e 12 errori, 34% in attacco e 14 errori, 2 muri punto.
Nel big match dell’Epifania, la Metalleghe Sanitars Montichiari supera per 3-1 il pericolosissimo Saugella Team Monza: il successo di fronte al caloroso e numeroso pubblico del PalaGeorge (circa 1000 gli spettatori) permette quindi alle biancorosse di consolidare il primo posto della serie A2 con 26 punti in classifica, ben 5 in più delle dirette inseguitrici, Monza (21) e San Casciano (21).
Sul volto delle bresciane, però, non ci sono solo sorrisi: dopo il ko di Kajalina, Montichiari ha oggi dovuto fare i conti con l’infortunio al ginocchio di capitan Serena, le cui condizioni verranno valutate nei prossimi giorni. Un’altra vittoria in situazione d’emergenza, quindi, che ha messo in luce il grande carattere delle ragazze di coach Barbieri. “Queste sono le partite per cui una giocatrice vive – ha commentato a fine gara la centrale romana Lulama Musti De Gennaro, la più efficace con il 57% in attacco e 2 muri -: ti giochi il primo posto contro una squadra di grande valore, ed è qui che dai il meglio. Nei primi due set c’era molta tensione in campo: nel primo l’ha sentita Monza, nel secondo noi. Il terzo set è stato difficile, mentre il quarto, con l’infortunio di Natalia, è stato a sé: Montichiari ci ha messo tanto, tantissimo cuore, ed è questo che ci ha permesso di dare il massimo”.
“Siamo state sfortunate, ma abbiamo comunque fatto il nostro dovere – ha poi affermato la centrale bresciana Sara Alberti -. Noi ci abbiamo messo un po’ di grinta in più proprio per Serena: meritavamo questo risultato, abbiamo spinto tanto, quindi brave noi. Al palazzetto, poi, c’erano tante persone a sostenerci, e questo ci ha fatto davvero tanto piacere”.
“Questa sera al PalaGeorge si è giocata una bella partita – ha poi dichiarato coach Barbieri -. Mi sono entusiasmato molto, perché ho visto un’ottima pallavolo e perché per l’ennesima volta ho visto un gruppo straordinario, che affronta le difficoltà con testa e cuore”.
1 SET – Buona partenza per Montichiari, che scappa subito sul 3-0. Con un paio di errori biancorossi, Monza ci mette poco a portarsi sul 4-4 e poi a superare le locali con Bruno. Capitan Serena e Musti De Gennaro, però, recuperano, e si gioca punto a punto. Con Alberti la Metalleghe Sanitars si porta poi sul +4, ma Viganò e Bonetti hanno il braccio pesante, ed è di nuovo parità. È 12-12. Grazie ad un buon muro, le biancorosse riescono nuovamente ad allungare, ma è una gioia che dura poco: il Saugella, infatti, spinge in battuta e difende tutto. Sul 18-18, Monza pasticcia mentre, dall’altra parte del campo, far la differenza sono ancora Saccomani, Serena e Musti De Gennaro, quest’ultima efficace anche dai nove metri. È 25-20.
2° SET – Partenza sprint anche nel secondo set per le padrone di casa: il tabellone, infatti, segna subito 4-1. Le troppe imprecisioni al servizio, però, permettono a Monza di portarsi prima sull’8-8: si torna, quindi, a lottare senza sosta su ogni pallone, ed è 11-11, 17-17. Si gioca sul filo dell’equilibrio fino al 22-22. Qui Monza cerca le mani del muro avversario e si porta sul 22-24, poi Viganò mette il sigillo al parziale per 22-25.
3° SET – Si torna in campo, con Rebora al posto di Alberti; questa volta, però, l’avvio è di marca Saugella, che scappa sull’1-5. Pian piano Montichiari recupera e, grazie ad un buon attacco e ai due ace di Rebora, è 7-7. Le due agguerrite squadre tornano quindi a darsi battaglia, e l’atmosfera si scalda. Nemmeno il giallo a mister Mazzola e il rosso  a Viganò fermano le monzesi, che anzi recuperano punti su punti. È 14-14, poi 19-20, con Alberti che rientra al posto della centrale genovese: coach Barbieri chiama allora il tempo, e le sue ragazze si fanno trovare prontissime. Bene le solite Serena, Musti De Gennaro e Saccomani in attacco, a muro e al servizio: la Metalleghe Sanitars va sul 23-20, ma il Saugella non demorde e riesce nuovamente a recuperare. È 23-23: poi Musti De Gennaro e Serena mettono il turbo, ed è 25-23.
4° SET – Il quarto set è una fotocopia del precedente, con la solita lotta punto a punto. Sul 6-6, è la Metalleghe Sanitars a prendere nelle proprie mani le redini del gioco grazie ad un attacco vincente ben gestito da Dalia: sull’11-7, l’ennesima botta per il Montichiari; questa volta è Natalia Serena ad uscire per un infortunio al ginocchio. Al suo posto entra Rebora: malgrado le difficoltà, Montichiari riesce comunque a rimanere sul +3 con Zanotto e le difese strabilianti di Portalupi. Con Alberti sottorete, poi, le padrone di casa scappano sul +4, ed è 21-17. Con colpo out di Zanotto e gli attacchi di Bruno, Viganò e Gravaglia, Monza torna a farsi pericolosissima, ed è prima 21-21 e poi 21-23. Con Saccomani e Musti De Gennaro Montichiari accorcia (23-24), e Rebora è l’artefice del 24-24. Un errore di Viganò sembra aiutare le biancorosse, che però rimandano i festeggiamenti: saranno Musti De Gennaro e una palla out di Garavaglia a portare la Metalleghe Sanitars al trionfo per 27-25.

Ufficio stampa

ph. Riccardo Giuliani

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media