Volksbank Sudtirol Bolzano: squadra in emergenza, nulla da fare contro Soverato che espugna il Palaresia per 3-1

Scritto da on gen 7th, 2014 e archiviato sotto la categoria Campionato, Serie A2. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

1531823_10203053408444414_1684567424_nNella calza della Befana il Volksbank Südtirol Neruda trova solo carbone portato direttamente dalla Calabria. Ma c’è sconfitta e sconfitta: se il tie-break di Santo Stefano perso con Vicenza era stato crudele per l’andamento del match (da 2-0 a 2-3), stavolta le bolzanine – falcidiate da febbre e condizioni fisiche precarie – non potevano fare di più contro la quarta forza del campionato. Con Menghi e Cumino scese in campo con 38° di febbre, il solito duo di palla alta Papa-Porzio (41 punti in due) ha fatto quel che ha potuto per fermare l’omogenea squadra calabrese, trascinata dall’immarcabile nazionale portoricana Yarimar Rosa (19 punti e 55% di positività in attacco). Da segnalare il rientro di Sara Ceron, confortato da un buon rendimento: 7 attacchi e 4 muri in tre set. Ma ecco la cronaca.
Primo set. Coach Fabio Bonafede ripropone la formazione delle ultime settimane con Cumino in palleggio e Bertolini opposto, Papa-Porzio di mano, Menghi-Gentili  in posto 3, Medaglioni libero. Dall’altra parte Breviglieri si affida al collaudato sestetto De Lallis-Boscacci in diagonale, Rosa e Arimattei di banda, Travaglini e Martinuzzo al centro con Cacciapaglia libero. La partenza è incoraggiante per Bolzano (2-0 con ace Cumino), che rimane avanti fino al 5-3. Poi Soverato mette la freccia con un muro e un attacco di Arimattei (5-6), le due squadre rimangono affiancate fino a metà set poi le ospiti prendono il largo con tre errori di fila del Volksbank Südtirol: 12-16. Senza grosse emozioni il set si avvia alla conclusione, siglata da un attacco di Arimattei.
Secondo set. L’inizio stavolta è tutto calabrese (muro Travaglini e attacco Boscacci), ma con Cumino al servizio (un ace) Bolzano ribalta la situazione (3-2). È un fuoco di paglia perché Soverato con due muri Travaglini prende il largo (3-7), Bonafede inserisce Ceron per Gentili (e la padovana mette subito a segno un attacco e un muro) e sostituisce Bertolini con Fogagnolo che firma il 7-7. Le calabresi provano un’altra fuga (10-13 con due errori consecutivi di Menghi, palesemente debilitata dalla febbre), ma Bolzano non ci sta e si riporta sul 13-13 con Porzio, che firma anche il vantaggio altoatesino (18-17) dopo l’ennesimo strappo ospite (15-17). Sul 20-20 l’equilibrio lo spezzano una battuta errata di Boscacci e una pipe di Papa (22-20), quindi una battuta in rete di Martinuzzo regala a Bolzano due palle set (24-22), Rosa annulla la prima ma alla seconda chance Papa non sbaglia.
Terzo set. Bonafede lascia in campo Ceron e Fogagnolo. Il parziale inizia malissimo per le padrone di casa (1-5), sul 5-10 Menghi è costretta a uscire per Gentili che con un ace corona una mini-rimonta (8-10). Il divario si mantiene invariato fino al 12-14, poi Soverato allunga (13-19) e Bonafede effettua anche il doppio cambio Giora-Favretto per Cumino-Fogagnolo. Sul 16-23 c’è un sussulto bolzanino (19-23), poi sono tre battute sbagliate consecutive a fissare il parziale sul 20-25.
Quarto set. Il parziale inizia bene per il Volksbank Südtirol, che con Papa e Ceron si porta sul 5-3. Sul 6-4 però Soverato infila in filotto di tre punti (6-7) e poi allunga con due errori altoatesini (7-10). Un ace di Menghi prima e di Cumino poi (13-13) riportano in equilibrio il match, Bolzano riesce anche a mettere la testa avanti (16-15), poi Arimattei mette giù due ricostruzioni (16-18) e assieme a Martinuzzo dà il via alla fuga decisiva.
Coach Fabio Bonafede analizza la sconfitta con serenità: “Soverato è già forte di suo, con giocatrici di grande esperienza e una fortissima nazionale portoricana che ci ha fatto penare a muro. Se a questo aggiungiamo il fatto di avere due giocatrici febbricitanti e una rosa giovanissima, ecco che diventa molto difficile giocare alla pari solo con le due ali, che anche stasera sono state molto efficaci”.
VOLKSBANK SÜDTIROL NERUDA BZ – VOLLEY SOVERATO CZ 1-3 (18-25, 25-23, 20-25, 21-25) (84-98) VOLKSBANK SÜDTIROL NERUDA BZ: Cumino 3, Bertolini 2, Papa 21, Porzio 20, Menghi 3, Gentili 4, Medaglioni (L), Ceron 11, Fogagnolo 3, Waldthaler, Giora, Favretto. All. Fabio Bonafede. VOLLEY SOVERATO CZ: De Lallis 2, Boscacci 15, Rosa 19, Arimattei 16, Travaglini 9, Martinuzzo 12, Cacciapaglia (L), Burduja 2, Lavorenti. N.e. Ferraro, Bellapianta, Torcasio. All. Marco Breviglieri. ARBITRI: Lucia Paravano di Udine e Massimo Piubelli di Verona. DURATA SET: 22’, 30, 27’, 28’. NOTE: 500 spettatori Volksbank Südtirol Neruda BZ: muri 5, ace 6, battute sbagliate 10, errori 13, ricezione 66% (38%), attacco 40%. Volley Soverato CZ: muri 13, ace 4, battute sbagliate 10, errori 7, ricezione 71% (41%), attacco 44%.

Ufficio stampa – ph. Riccardo Giuliani

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media