Riso Scotti Pavia: tre punti d’oro a Sala Consilina. Sconfitto il mal di trasferta

Scritto da on gen 8th, 2014 e archiviato sotto la categoria Campionato, Serie A2. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

downloadPUNTOTEL SALA CONSILINA – RISO SCOTTI PAVIA 1-3 (22-25, 16-25, 25-10, 22-25)
PUNTOTEL SALA CONSILINA: Martinelli 7, Devetag 1, Brignole 12, Lestini 14, Dall’ara, Dekani 17, Salvi 8, Minervini (L), Di Iulio 1. Allenatore Dino Guadalupi.
RISO SCOTTI PAVIA: Hodzic, Masino 4, Nicolini, Frackowiak 17, Giuliodori 17, Poma (L), Devetag 8, Di Bonifacio 10, Poma, Civardi 7. Non entrata La Rosa. Allenatore Rosario Braia.
ARBITRI: Chimento, Di Blasi.  NOTE: durata set: 25′, 21′, 19′, 26′; tot: 91′.
Trasferta insidiosa per la Riso Scotti: ad attenderla una squadra, Puntotel Sala Consilina, in netta crescita dopo una prima fase di campionato poco brillante. A rendere ancor più difficile il turno l’assenza di Kim Renkema, ancora impegnata con la propria nazionale (che nel frattempo ha staccato il biglietto per i mondiali) e la condizione di Francesca Moretti, vittima dei mali di stagione, che le impediscono di scendere in campo.
Formazione inedita quindi per la Riso Scotti. Braia, accanto alle veterane Masino, Poma, Frackowiack, Devetag e Giuliodori, schiera una coppia giovanissima di schiacciatrici-ricevitrici: Marianna Di Bonifacio e Valentina Civardi, trentacinque anni in due.
Partenza a razzo per le pavesi nel primo set: dopo la classica fase di studio iniziale, Masino e compagne conquistano un primo break volando sull’otto a cinque. Tre punti preziosi che costringono Puntotel all’inseguimento per tutto il resto del parziale.  Distacco immutato anche al time-out tecnico prima di una nuova accelerazione della Riso Scotti, che allunga fino al diciassette a dieci. Uno scarto che potrebbe segnare in modo definitivo il set: le pavesi procedono con buona lena fino al ventitreesimo punto, con Sala Consilina in ritardo ancora di quattro lunghezze. Le ragazze campane non si arrendono ancora e con uno scatto d’orgoglio si avvicinano pericolosamente arrivando a un solo punto di distanza: lo sprint finale è della Riso Scotti che chiude il parziale venticinque a ventidue.
Superlativo anche il via del secondo set: una progressione inarrestabile porta la Riso Scotti a condurre per nove a due e il distacco di sette punti è conservato fino al tempo obbligatorio. L’inerzia fa progredire il punteggio per entrambe le squadre, con la Riso Scotti però sempre ampiamente in vantaggio. Il distacco fluttua leggermente ma il set non è mai in discussione e senza perdere tempo la Riso Scotti lo fa proprio con il risultato inequivocabile di venticinque a sedici.
Furiosa la reazione di Puntotel Sala Consilina nel nuovo atto di gioco: questa volta il nove a due iniziale è appannaggio delle ragazze di mister Guadalupi, che incrementano ulteriormente la distanza prima del tempo tecnico scattato sul dodici a quattro. Una situazione complicata per la Riso Scotti che dovrebbe recuperare ben otto punti per riportarsi in parità. La situazione non svolta, il distacco cresce ancora, Pavia archivia e pensa già al prossimo set e il terzo scorre rapidissimo sotto il segno di Puntotel.
A questo punto il quarto set diventa decisivo: la Riso Scotti vuole capitalizzare la gara dopo i primi due set entusiasmanti (i tre punti sono importanti anche ai fini della qualificazione per la seconda fase della Coppa Italia), la Puntotel sullo slancio del ritorno in partita mira a portare la sfida al tie-break.  Si lotta su ogni palla e su ogni punto: al tempo obbligatorio la Riso Scotti conduce per un solo punto di distacco. Al rientro in campo prova la fuga la Riso Scotti con un break di tre punti portandosi sul quindici-dodici. Il momento sembra propizio e le vespe pavesi insistono: diciannove a quattordici è un buon punto di partenza da cui spiccare il volo decisivo. La Riso Scotti resiste, perde solo qualche punto prima del filo di lana, e conquista tre punti preziosissimi.
Top scorer Frackowiack e Sara Giuliodori, protagonista di uno strepitoso 76% di efficacia ma un plauso a tutte le ragazze che hanno contribuito all’ottimo risultato. Ufficio stampa

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media