Newsletter Lega Volley: Del Monte Coppa Italia Serie A2: la Tonazzo Padova è la prima finalista.

Scritto da on gen 11th, 2014 e archiviato sotto la categoria Serie A1, Serie A2. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

lega_volley_logoRisultato Del Monte Coppa Italia Serie A2

1a Semifinale

Tonazzo Padova – Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 3-0 (25-16, 25-21, 25-16)

TONAZZO PADOVA – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 3-0 (25-16, 25-21, 25-16) – TONAZZO PADOVA: Mattei, Vedovotto 16, Orduna 2, Giannotti 16, Balaso (L), Rosso 8, Volpato 6, Paoli 6. Non entrati Gozzo, Garghella, Groppi, Casaro. All. Baldovin. GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fiore 7, Beccaro, Gradi 7, Daldello 1, Tomassetti 7, Silva De Araujo 8, Tamburo 5, Salgado 4, Rizzo (L), Cittadino. Non entrati Corsetti, Bonami, Casarin. All. Fenoglio. ARBITRI: Gelati, Venturi. NOTE – durata set: 23′, 29′, 23′; tot: 75′.

Ad aprire le danze della giornata delle Semifinali della Del Monte Coppa Italia A2 Final Four sono la capolista Tonazzo Padova e la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, attuali prima e seconda in classifica, anche se Sora ha chiuso il girone di andata in Regular Season al quarto posto. Una gara sempre controllata dai patavini, tatticamente dominatori del campo (14 muri, contro 1 solo per Sora), più efficace in attacco (49% contro il 33% di Sora), pur con una ricezione più deficitaria rispetto a quella della Globo (52% contro il 77% di positività).

Il tecnico patavino Baldovin schiera Orduna in palleggio e Giannotti opposto, Vedovotto e Rosso schiacciatori, al centro la coppia Paoli e Volpato, libero Balaso.

Il tecnico sorano Fenoglio risponde con la diagonale Daldello -Tamburo palleggio – opposto, martelli ricevitori Silva de Araujo e Fiore, i centrali Salgado e Tomassetti, libero Bonami, in alternanza con Rizzo.

1° set

Avvio equilibrato nei primi scambi, con qualche errore di troppo in battuta per entrambe le squadre. Sora incappa in una rotazione negativa (6-7), in cui una serie di errori in attacco e una doppia di Daldello favoriscono l’allungo di Padova (14-8). Silva de Araujo interrompe la striscia positiva, ma solo per un punto, poi Padova prosegue indisturbata fino al 20-9; sostituzione per i frusinati, con Gradi che rileva Tamburo. Punto a punto il finale, ma i veneti sono ormai lontani, chiude Giannotti (25-16).

2° set

Decisamente più equilibrata la seconda frazione, con le squadre che procedono a braccetto, proponendo un gioco decisamente più interessante. Sorpasso di Padova, che va al time out tecnico con minimo vantaggio grazie ad una palla intelligentemente piazzata da Giannotti e a un muro di Volpato (12-11); controsorpasso dei frusinati con Gradi (13-14), ma Padova trova lo spunto per l’allungo, costringendo Fenoglio ad interrompere il gioco. Nuova parità per la Globo con l’ace di Fiore (16-16) e nuova fase di punto a punto, fino all’accelerazione finale di Padova grazie a un Volpato sugli scudi. Giannotti per il set point, Fenoglio spende il suo secondo time out, ma alla ripresa è ancora Giannotti, in contrattacco, a chiudere (25-21).

3° set

Parte forte la Tonazzo Padova (5-1); Sora riconquista la battuta, ma Fiore sbaglia e riconsegna il pallone a Padova. Muro di Vedovotto e time out Fenoglio (7-2). Nessun problema per la Tonazzo, che amministra fino al time out tecnico (12-6), al rientro Sora sfrutta il turno in battuta di Daldello per riavvicinarsi (12-8), ma Giannotti a muro spegne ogni velleità avversaria (13-8). Ancora Giannotti a distinguersi nella fase centrale del set (16-10). Sora esce dal match, il resto del parziale è una formalità; la Globo Sora ritrova Tamburo (rientrato su Gradi sul 15-10), ma non basta a fermare la corsa dell’attuale capolista del Campionato. Chiude Paoli in primo tempo (25-16), e Padova conquista l’accesso alla Finalissima di domani, 12 gennaio.

Le dichiarazioni dei protagonisti

Valerio Baldovin (allenatore Tonazzo Padova): “Oggi abbiamo fatto una grande partita, sbagliando molto poco e mettendo quindi in difficoltà da subito gli avversari. Grandissima la prestazione in difesa. I ragazzi sono molto carichi e ci tengono a fare bella figura in questa competizione. Domani sarà un’altra sfida dura a prescindere da chi sarà la nostra avversaria”.

Filippo Vedovotto (Tonazzo Padova): “Siamo venuti qui con la voglia di vincere e oggi abbiamo fatto una partita perfetta contro Sora. Stiamo lavorando duramente in allenamento e speriamo di giocare sempre meglio. E’ vero, anche noi schiacciatori stiamo dando una mano al muro ed è importante che tutti quanti lavorino per un obiettivo comune”.

Marco Fenoglio (allenatore Globo Banca Popolare del Frusinate Sora): “Padova si è dimostrata nettamente più forte, se gioca così bene non solo merita di vincere la Coppa Italia ma anche il Campionato. Rispetto a noi, che sicuramente abbiamo fatto una brutta partita, c’è da dire che loro stanno giocando con questo sestetto dall’inizio della stagione e quindi hanno una struttura ben consolidata. Noi siamo scesi in campo con questo sestetto per la prima volta oggi e abbiamo pagato il prezzo di non essere ancora organizzati al meglio”.

Programma

Del Monte Coppa Italia Serie A2 – Semifinali

Sabato 11 gennaio 2014, ore 19.00

Coserplast Openet Matera (2) – Vero Volley Monza (3)

Del Monte Coppa Italia Serie A2 – Finale

Palaiper – Monza (MB)

Domenica 12 gennaio 2014, ore 17.30  Diretta RAI Sport 1

Tonazzo Padova – Vincente 2a Semifinale

Le chiamate del Video Check

Nel corso della 1a Semifinale della Del Monte Coppa Italia Serie A2 tra Tonazzo Padova e Globo Banca Popolare del Frusinate Sora le due squadre hanno chiesto due volte l’intervento del Video Check che ha confermato entrambe le decisioni arbitrali.

Di seguito il dettaglio delle chiamate:

1° SET: Video Check richiesto 1 volta

7-7 (Invasione a muro Padova)

Video Check richiesto da Padova per verifica invasione a rete

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Sora (7-8)

3° SET: Video Check richiesto 1 volta

22-15 (Invasione a muro Sora)

Video Check richiesto da Sora per verifica invasione a rete

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Padova (23-15)

Serie A1

Prima giornata di ritorno: l’anticipo va alla Calzedonia Verona che batte nettamente la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia

 

Risultato anticipo 1a giornata di ritorno Serie A1

Calzedonia Verona – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-0 (25-21, 25-22, 25-17)

CALZEDONIA VERONA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3-0 (25-21, 25-22, 25-17) – CALZEDONIA VERONA: Zingel 8, Blasi, Pesaresi (L), Ter Horst 9, Gasparini 12, White 14, Boninfante 1, Centomo (L), Bellei 1, Anzani 7. Non entrati Coali, Gabriele, Gonzalez. All. Giani. TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Trinidad De Haro, Plot, Steuerwald, Randazzo 3, Farina (L), Forni 4, Cisolla 8, Crer 8, Gavotto 11, Ogurcak 11. Non entrati Villena, Sardanelli, Presta. All. Blengini. ARBITRI: Bartolini, Cipolla. NOTE – durata set: 25′, 27′, 24′; tot: 76′. Spettatori: 2.214

La Calzedonia Verona inaugura il girone di ritorno con una schiacciante vittoria casalinga in tre set ai danni della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia (25-21, 25-22, 25-17). Gli scaligeri agli ordini di Andrea Giani hanno giocato esprimendo grinta ed entusiasmo e sfruttando i propri punti di forza a muro e in battuta. Adam White top scorer ed MVP del match, con 14 punti di cui 3 a muro e il 59% di positività in attacco. 2, invece, gli ace siglati da Mitja Gasparini. Entrato in campo anche il secondo libero veronese Centomo, per disputare la sua prima gara ufficiale nel 2013-14 di fronte alle telecamere di RAI Sport 1. Avvio di gara poco incisivo per la Calzedonia Verona, con i giallorossi avanti di qualche lunghezza trainati da Ogurcak. Al primo time out tecnico il punteggio è 8-12. Da parte scaligera in evidenza White (miglior realizzatore di parziale con 7 punti) e Gasparini con l’ace del 10-12. Lo schiacciatore australiano mette a segno 4 punti consecutivi e attua il sorpasso (15-14). La Calzedonia Verona si mantiene in vantaggio e chiude il set con quattro lunghezze di distacco (25-21). Secondo parziale scandito dal punto a punto, il primo break è della Calzedonia (12-10). White e Bellei brillano in battuta (16-14 e 19-15), numerosi invece gli errori al servizio di Vibo Valentia. Il set finisce 25-22. La Calzedonia Verona riesce a mantenere il buon ritmo di gioco anche nel terzo set, con ampio margine di vantaggio (14-10). I gialloblù di Giani sono inarrestabili a muro e in battuta e, complici le imprecisioni avversarie, hanno chiuso il match 25-17. Spettatori: 2.214. MVP: Adam White

Chiamate Video Check

2° SET: 5-5 (attacco White) Video Check richiesto da Vibo Valentia per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata , punto assegnato a Vibo Valentia (5-6)

2° SET: 18-15 (battuta Bellei) Video Check richiesto da Verona per verifica in-out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Verona (19-15)

2° SET: 21-18 (attacco Crer) Video Check richiesto da Vibo Valentia per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Verona (22-18)

2° SET: 22-20 (ace Ogurcak) Video Check richiesto da Verona per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Vibo Valentia (22-21)

3° SET: 7-5 (ace Zingel) Video Check richiesto da Vibo Valentia per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Verona (8-5).

Adam White (Calzedonia Verona): “Per me questa vittoria è stata molto importante, un ottimo segnale che abbiamo voluto dare per iniziare al meglio questo girone di ritorno. Il fattore del nostro successo sta nel lavoro in palestra, in particolare nel modo in cui siamo riusciti a far funzionare il nostro sistema di gioco. Abbiamo studiato bene l’avversario e messo in pratica tutte le indicazioni del coach. È stato fantastico”.

Gianlorenzo Blengini (allenatore Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): “E’ stata una partita giocata male dove abbiamo fatto bene pochissime cose. Tutto sommato la partenza non è stata male, poi abbiamo faticato nel cambio palla e nella fase punto ci siamo complicati moltissimo la vita con una quantità di servizi non forzati e sbagliati”.

Classifica

Cucine Lube Banca Marche Macerata 30, Copra Elior Piacenza 25, Diatec Trentino 22, Calzedonia Verona 21, Sir Safety Perugia 19, Casa Modena 16, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 14, Bre Lannutti Cuneo 13, Exprivia Molfetta 12, Altotevere Città di Castello 11, CMC Ravenna 10, Andreoli Latina 8

1 incontro in più: Calzedonia Verona, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia

 

Serie A1

Questa sera in campo Andreoli Latina – Diatec Trentino

 

1a giornata di ritorno Serie A1

Sabato 11 gennaio 2014, ore 20.30

Andreoli Latina – Diatec Trentino

(Simbari-Pasquali)  Addetto al Video Check: Bolognesi

Domenica 12 gennaio 2014, ore 18.00

Sir Safety Perugia – Bre Lannutti Cuneo

(Sampaolo-Pol)  Addetto al Video Check: Mangino

Copra Elior Piacenza – Altotevere Città di Castello  Diretta Sportube.tv

(Goitre-Padoan)  Addetto al Video Check: Lombardi

Exprivia Molfetta – Cucine Lube Banca Marche Macerata

(Rapisarda-Cesare)  Addetto al Video Check: Colapietro

 

Posticipata a:

Giovedì 16 gennaio 2014, ore 20.30

CMC Ravenna – Casa Modena

 Legavolley

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media