Igor Gorgonzola Novara: Maratona vincente a Forlì

Scritto da on gen 13th, 2014 e archiviato sotto la categoria Campionato, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

 Maratona vincente per la Igor Gorgonzola Novara,1483287_530309720399212_1563662154_n1 che a Forlì coglie la prima vittoria del nuovo anno al termine di una lunghissima battaglia con le padrone di casa. Igor avanti per due set a zero, poi raggiunta dalle padrone di casa e infine, dopo un tie-break infuocato e ben quattro match ball annullati alle avversarie, vittoriosa per 2-3.
Igor, orfana di Lombardo, con la novità Kelly a referto e schierata da Pedullà con Manfredini opposta a Kim, Vanzurova e Rosso in banda, Milos e Casillo al centro e Paris libero. Padrone di casa in campo con Arrechea opposta a Pincerato, Ventura e Guatelli in banda, Borgogno e Lamprinidou al centro e Zardo libero.
Il primo spunto è delle padrone di casa, che si portano 7-4 con Borgogno e Pedullà chiama tempo. Rosso accorcia due volte (8-7), Forlì allunga nuovamente fino al 13-9 firmato da Arrechea e, poco dopo, sul 16-11 trovato in mani-out da Guatelli. Rosso risponde in diagonale, Pedullà inserisce Mollers che, dopo il muro di Casillo, firma il 17-16. Manfredini sorpassa sul 19-20, Vanzurova spedisce out l’appoggio (22-22) e Novara, dopo aver sciupato (22-24) due set-ball, chiude ai vantaggi con Rosso e Vanzurova (25-27).
Il secondo set si apre con Rosso che risponde a Guatelli (5-6) e, poco dopo, firma il break del 10-12. Manfredini a segno in attacco e in battuta (11-14), con il tecnico di Forlì che chiama tempo; dentro anche Paggi tra le padrone di casa (15-16), Milos non sbaglia e Manfredini e Rosso allungano con due muri su GUatelli e Paggi. Sul 18-23, Forlì rientra con il turno in battuta di Pincerato (ace, 21-23) e Pedullà chiama timeout: Vanzurova e un errore di Guatelli chiudono il set 22-25.
Nel terzo set, Novara sembra in grado di chiudere i conti: Manfredini firma il 2-5, Casillo a muro il 2-7 e sempre la centrale partenopea, in mani-out, fa 4-9. All’improvviso, però, Forlì reagisce, complici gli errori delle azzurre, tanto che le romagnole passano avanti 12-10 al timeout tecnico. Manfredini e Casillo provano a rispondere ma gli errori condannano le azzurre (22-19, Guatelli) che hanno l’ultimo sussulto sul 22-21 prima di cedere 25-21 sull’errore in attacco di Vanzurova.
Caricate dalla vittoria nel terzo set, le padrone di casa partono forte e allungano 9-6 con la fast di Paggi e l’attacco out di Kim. Pedullà inserisce Tokarska e, a metà parziale, si gioca la carta Murphy ma non cambia il ritmo: Bezarevic allunga, Tokarska risponde ma ancora l’opposto di casa firma il 16-11. Novara non rientra più, Forlì vince di slancio 25-17.
Nel tie-break Novara riparte con Murphy opposta a Kim e Manfredini spostata in banda al posto di Vanzurova. Il primo spunto è di Forlì (3-1, Bezarevic), le padrone di casa passano avanti 8-5 al cambio campo con Manfredini (attacco) e Milos (muro) che accorciano 8-7 prima del gran diagonale di Murphy che vale l’8-8. Si innesca un punto a punto serrato, Borgogno a muro fa il break (12-10) e sul 13-11 per le padrone di casa arriva la gran reazione della Igor, che, dopo il timeout di Pedullà, accorcia con Rosso in pipe e impatta con l’errore di Bezarevic. L’inerzia rimane alle padrone di casa, Novara annulla ben quattro match ball prima del doppio muro di Rosso su Guatelli e Tokarska su Bezarevic (17-19) che vale il 2-3 finale.
«Non è stata sicuramente una bella prestazione – spiega Luciano Pedullà – ma a guardare il bicchiere mezzo pieno, siamo riusciti comunque a conquistare la vittoria e due punti. Credo che ci sia stato, da parte nostra, un approccio sbagliato alla partita, come squadra non abbiamo avuto il giusto atteggiamento e questo lo abbiamo pagato perdendo il terzo e quarto set e riaprendo una partita che potevamo chiudere prima. Abbiamo commesso molti errori, questo è un dato su cui lavorare».
Analisi condivisa anche da capitan Rosso: «Purtroppo capitano le partite così, a dirla tutta possiamo sorridere per aver conquistato due punti nonostante la prestazione tutt’altro che esaltante. Penso che questa prestazione ci debba far riflettere, siamo di fronte a uno spartiacque: dobbiamo decidere se rimanere una “outsider” che può fare qualche sgambetto alle big o se possiamo competere con le migliori. In questo secondo caso, ovviamente, non possiamo permetterci altre prestazioni come questa».
Le azzurre torneranno in campo martedì per gli allenamenti, mentre mercoledì, a partire dalle 18, allo Sporting le azzurre ospiteranno Ornavasso per un test amichevole.
BANCA DI FORLÌ – IGOR VOLLEY NOVARA 2-3 (25-27, 22-25, 25-21, 25-17, 17-19) Forlì: Ventura 12, Roani ne, Guatelli 22, Paggi 7, Piolanti ne, Coriani (L), Pincerato 3, Zardo (L), Lamprinidou 3, Borgogno 14, Bezarevic 10, Arrechea 3, M.Rosso ne. All. Marone. Novara: Casillo 9, Paris (L), V.Rosso 23, Tokarska 4, Kim 3, Lombardo ne, Manfredini 15, Milos 12, Vanzurova 15, Alberti, Mollers 1, Murphy 2. All. Pedullà.

Ufficio stampa

ph. Stefano Fagnani

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media