Obiettivo Risarcimento Vicenza: un solo set contro Il Bisonte. Adesso la testa è già tornata al Campionato

Scritto da on gen 24th, 2014 e archiviato sotto la categoria Serie A2. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

Il Bisonte San Casciano – Obiettivo Risarcimento 3-1 (25-15, 22-25, 25-22, 26-24)
Il Bisonte San Casciano: Mastrodicasa ,12 Focosi 1, Lotti 14, Giovannelli 3, Villani 5, Parrocchiale (L1), Savelli (L2), Pietrelli 11, Koleva 15, Bertone 11, Vingaretti 1. All. Vannini
Obiettivo Risarcimento: Pastorello 3, Peretto ne, Sestini 7, Lanzini (L1), Milocco 19, Andreeva 6, Baggi 13, Ghisellini 3, Fiori (L2), Fronza 7, Cialfi 2. All. Rossetto
Arbitri: Bartoloni da Macerata e Cappelleti da Ancona

L’Obiettivo Risarcimento non compie l’impresa e saluta così la Coppa Italia, con San Casciano che ha festeggiato il passaggio sul 2-1 e poi è andato a prendersi anche la vittoria. Le biancoblu non hanno forse iniziato il match con la giusta cattiveria, poi sotto di 10 hanno iniziato la loro partita, ma è bastato per vincere un solo set; per fermare la corsa delle determinate e quotate avversarie sarebbe servito il migliore Obiettivo Risarcimento, invece le vicentine hanno dovuto fare ancora i conti con una condizione fisica non ottimale, con Peretto ancora ai box e Sestini che ha giocato fuori-ruolo per due set.

Rispetto domenica Rossetto cambia lo starting seven, affidandosi a Ghisellini in diagonale con Andreeva, Sestini e Fronza al centro, obbligato il duo di banda Milocco-Baggi, Lanzini libero.

Il Bisonte parte decisamente bene (4-1), poi ci pensano le biancoblu con due errori consecutivi a farlo galoppare per l’8-2. L’Obiettivo Risaricimento non riesce a trovare le contromisure e San Casciano si porta a quota 12 prima che Baggi in pallonetto riesca a togliere palla alle fiorentine, con Cialfi che nel frattempo ha preso il posto di Ghisellini. Poco dopo entra anche Pastorello per Fronza e con muro di Baggi le biancoblu provano ad accorciare, ma poi Rossetto è costretto a farmare il gioco sul 19-10. La musica non cambia al ritorno in campo: 15-25.

L’Obiettivo Risarcimento riparte con Sestini in banda insieme a Milocco e Cialfi inaugura il set con un ace. Si prosegue punto a punto, con Ghisellini e Baggi che entrano in campo per il doppio cambio. Il primo break è delle padrone di casa grazie ad un regalo arbitrale (13-11), Baggi da seconda linea riporta immediatamente la situazione in parità, Ghisellini di seconda intenzione firma il sorpasso e Milocco con due fucilate firma il 13-16, ma non è ancora la volta buona: 16-16. Si continua a lottare cambiopalla su cambiopalla, sul 22-23 rientra Cialfi in prima linea, Sestini gioca sulle mani del muro e poi chiude per il 22-25.

San Casciano torna avanti nel terzo set e con due ace di Pietrelli si porta sul 7-4; poi una ricezione che tocca il soffitto e un errore: -5. Le padrone di casa accelerano per il 19-11, l’Obiettivo Risarcimento ci prova e dimezza lo svantaggio, entrano Andreeva e Cialfi per il doppio cambio, Milocco va a terra per il 23-20 ed annulla anche la prima palla set, Baggi appena rientrata la seconda, poi Bertone chiude 25-22 qualificando San Casciano alla semifinale.

Lanzini abbandona il terreno di gioco lasciando il posto a Fiori, mentre Baggi torna a schiacciare in posto 4. San Casciano prova a scappare sul 13-10 con un ace, Fronza recupera un punto e Andreeva a muro firma il 14-14. Nuovamente Il Bisonte avanti per il 23-29, le biancoblu lottano fino alla fine, Milocco va a segno a muro e in attacco, Andreeva la segue per il 23-23, poi con due invasioni le fiorentine festeggiano la vittoria
Il tempo per riposare non c’è. Domani sera l’Obiettivo Risarcimento sarà già in palestra perché domenica riprende il campionato e la giornata di sabato sarà impiegata per raggiungere Sala Consilina. Rimangono dunque il solo allenamento di domani e i due di venerdì per preparare la prima giornata del girone di ritorno.

Ufficio stampa

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media