Unendo Yamamay Busto Arsizio: UYBA-Conegliano 1-3

Scritto da on gen 27th, 2014 e archiviato sotto la categoria Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

1489040_10202646558186428_856837787_n E’ di Conegliano la vittoria nella gara di andata dei quarti di finale di Coppa Italia: al Palayamamay la Imoco di coach Gaspari riesce ad imporsi per 3 set a 1 contro la Unendo Yamamay, capace di recuperare il primo set di svantaggio, ma poi sconfitta dall’ottimo muro-difesa avversario. Le venete hanno meritato la vittoria, riuscendo, di gruppo, ad uscire dal momento di difficoltà del terzo set, quando le farfalle sembravano in grado di fuggire. A nulla sono valse la prestazione di Serena Ortolani, la migliore nelle fila bustocche ed autrice di 17 punti (41% in attacco) e la solida ricezione di Marcon (92%-92%) e Leonardi (96%-74%), le note migliori della UYBA di stasera. La Imoco Conegliano, più cinica nei momenti decisivi e in grado di approfittare dei momenti di black out della squadra biancorossa, ha mostrato al solito un attacco concreto: Nikolova (22 punti, 41%) è risultata la top-scorer dell’incontro, Fiorin la migliore banda (14, 35%) e Barazza è stata decisiva nel quarto set con tre muri consecutivi che hanno di fatto chiuso il match.
Sala stampa:
Barcellini: “La qualificazione non è chiusa. Certo la vittoria qui ci avvantaggia, ma sappiamo che a Conegliano sarà un’altra battaglia. Siamo state brave a recuperare nel terzo set, lo abbiamo fatto da vero gruppo”.
Ortolani: “Dobbiamo cancellare questa partita e pensare a presentarci a Conegliano mercoledì con un’altra testa. In alcuni punti abbiamo fatto bene, ma quando le cose iniziano a non andare ci perdiamo. Dobbiamo superare questi momenti bui”.
Gaspari: “Vedo la UYBA in crescita, il set che ha vinto l’ha meritato giocando bene, con Marcon bravissima in seconda linea. Noi siamo riusciti a crescere durante la partita migliorando la fase di muro-difesa”.
Parisi: “Abbiamo fatto un passo indietro rispetto alla partita di sette giorni fa a Treviso. E’ vero che abbiamo vinto un set e che in alcune fasi abbiamo mostrato un buona organizzazione, ma non basta: mi aspettavo un atteggiamento diverso, giocavamo in casa e dovevamo entrare in campo in maniera diversa. Andavamo a una velocità inferiore a loro. Abbiamo avuto un buon cambiopalla, ma un pessimo contrattacco”.
La gara in pillole: Parisi parte con Wolosz – Ortolani, Garzaro – Arrighetti, Marcon – Buijs, Leonardi libero. Gaspari si affida al sestetto usuale con Lloyd – Nikolova, Kauffeldt – Barazza, Fiorin – Barcellini, De Gennaro libero.
Primo set: l’avvio biancorosso è buono (6-3 con Ortolani e Marcon), ma Nikolova (6 nel set, 50%) ha il braccio caldo e pareggia con l’ace del 7-7. Buijs (6 punti nel set) passa con continuità e conduce la UYBA fino al 12-11 del tempo tecnico, poi Fiorin sorpassa (12-13); Nikolova è ancora super da posto 2 (13-15) e costringe Parisi al secondo time-out sul 14-19. Il servizio di Bianchini e Marcon a muro tengono accesa la speranza (18-22), ma la Imoco non molla e chiude senza affanni con Fiorin (21-25). Tiene la ricezione biancorossa con 71% e 67%.
Secondo set: Buijs e Ortolani partono ancora bene (6-3), Garzaro firma l’8-6, Ortolani ancora chiude bene da posto 4 e da posto 2 fino al primo 12-11. Wolosz a muro, insieme a un grande attacco di Ortolani (6 punti nel se, 60%), prova a staccare (14-11), Arrighetti e Garzaro (4 punti nel set, 100% per la numero 3) lottano al centro (17-14), Wolosz al servizio propizia il 18-14 (dentro Tirozzi su Fiorin per Conegliano). Garzaro a muro fa chiamare tempo a Gaspari (19-14) e poco dopo realizza l’attacco del 20-15, lanciando la UYBA verso il 25-17 (nel finale bene Buijs, 6 nel set). Ancora ok la rice biancorossa (85%, 62%).
Terzo set: Ortolani (ottimo set per lei: 6 punti, 55%) e Buijs spingono ancora (7-4), con Serena che mette a terra anche il 10-8. Arrighetti fa suonare il 12-9, mura sontuosamente il 14-11, seguita poco dopo da Wolosz (15-11 tempo Gaspari). Due muri dell’Imoco fanno interrompere il gioco a Parisi (15-13) che inserisce Bianchini su Marcon. Buijs tiene il +2 (16-14), ma Barcellini ritrova il pari sul 17; Donà sigla il 18-19 al servizio e Buijs spara out il 18-20, Arrighetti prova a dare la scossa (20-22). Fiorin attacca out la pipe (21-22), Buijs annulla un set ball (23-24), ma Nikolova (6 punti nel set) chiude 23-25.
Quarto set: l’avvio delle farfalle è questa volta in salita (0-5), poi Marcon e l’ace di Ortolani rimettono in pista la UYBA (4-6). Buijs a muro fa 5-6, ma tre muri di Barazza riportano in alto l’Imoco (8-13 dentro Bianchini su Marcon). Garzaro e Ortolani ci provano (11-13), ma Nikolova sale in cattedra e firma i punti fino al 12-17 che di fatto chiudono il match. L’ultimo punto è di Jenny Barazza (16-25).
Il tabellino
Unendo Yamamay Busto Arsizio – Imoco Conegliano 3-1 (21-25, 25-17, 23-25, 16-25)
Unendo Yamamay Busto Arsizio: Ortolani 17, Degradi ne, Garzaro 8, Bianchini 1, Michel ne, Leonardi (L), Marcon 5, Spirito, Buijs 17, Arrighetti 6, Wolosz 3, Petrucci ne. All. Carlo Parisi, secondo allenatore Massimo Dagioni. Battute errate: 6, vincenti: 1. Muri: 11.
Imoco Conegliano: Lloyd 5, Fiorin 14, Daminato, Kauffeldt 9, Donà 1, De Gennaro (L), Nikolova 22, Bechis ne, Barcellini 9, Tirozzi 1, Barazza 11. All. Gaspari. Secondo allenatore: Flisi. Battute errate: 17, vincenti: 6. Muri: 13.
Arbitri: Perri – Gelati
Spettatori: 3253
Incasso: 11370 euro
In “Gallerie” le foto della partita (di Gabriele Alemani)

Ufficio stampa

ph. Maurizio Ferro

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media