Il Bisonte San Casciano: 3-0 a Soverato, si vola in finale di Coppa Italia

Scritto da on feb 6th, 2014 e archiviato sotto la categoria Serie A2. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

m0_tml3919881156353_178993255637_1391636120646313IL BISONTE SAN CASCIANO 3 SOVERATO 0
IL BISONTE SAN CASCIANO: Mastrodicasa 9, Focosi 2, Lotti 14, Giovannelli 6, Villani 4, Parrocchiale (L1), Savelli (L2), Pietrelli 9, Koleva 14, Vingaretti 4. All. Vannini. SOVERATO: Cacciapaglia (L), Travaglini 5, Boscacci 14, Martinuzzo 9, Arimattei 4, Ferraro 1, Lavorenti, Bellapianta 5, Burduja 6, Torcasio 3, De Lellis 1. All. Breviglieri. Arbitri: Somansino – Feriozzi. Parziali: 30-28, 25-17, 25-20. Note – durata set: 31’, 25’, 25’; muri punto: Il Bisonte 13, Soverato 7; ace: Il Bisonte 5, Soverato 3.
Il PalaVerde non è più un sogno. Né per molte delle giocatrici, che non hanno mai giocato in un palazzetto del genere, né soprattutto per i tifosi sancascianesi, che è immaginabile raggiungeranno in massa Treviso per assistere alla finale della Coppa Italia di serie A2 contro Montichiari. Il PalaVerde adesso è realtà, grazie a un’altra immensa prestazione de Il Bisonte San Casciano, che voleva entrare nella storia e c’è riuscito: sono bastati i primi due set per piegare la resistenza di un grande Soverato e per raggiungere un traguardo che solo un’altra squadra della provincia fiorentina era riuscita a centrare, la Rifle Oranfrizer Sesto Fiorentino, che nel 1998 perse la finale con Vicenza.
Ma Il Bisonte non si vuole fermare, anzi se possibile vuole fare meglio, perché l’appetito vien mangiando e a Treviso non andrà certo per fare la comparsa. Prima però ci sono altre due partite di campionato, e perché no, anche una striscia di vittorie da non fermare: sono sette di fila, di cui sei negli ultimi diciotto giorni.
Francesca Vannini deve ancora fare a meno di Bertone ma ritrova Parrocchiale e la schiera subito da libero, con Vingaretti in palleggio, Koleva opposto, Giovannelli e Mastrodicasa centrali e Pietrelli e Lotti in banda. Breviglieri è sempre privo di Rosa e risponde con la ex De Lellis in regia, Boscacci opposto, Bellapianta e Arimattei bande, Travaglini e Martinuzzo centrali e Cacciapaglia libero.
L’inizio è equilibrato, poi un muro di Vingaretti e un attacco più muro di Lotti creano il primo gap (8-5). E’ ancora Lotti ad allungare (11-6), poi Soverato si avvicina con l’ace di De Lellis (13-12), e Il Bisonte riparte con la scatenata Vingaretti (altro muro e punto di seconda per il (18-14). L’elastico continua (18-18 e poi muro e attacco Koleva per il 21-18), poi si arriva sul 24-22 e sul primo set point l’arbitro chiama out una battuta di Giovannelli. Un muro su Pietrelli vale il 24-24, poi in un alternarsi di giocate spettacolari le due squadre si annullano due set point a testa (28-28), ma sul quinto per Il Bisonte, guadagnato da Lotti (6 punti con il 50%), è decisiva per il 30-28 la fast out di Martinuzzo.
Il secondo set si mette subito sui binari giusti per Il Bisonte, che allunga con Pietrelli (4-1): sul 6-1 Breviglieri prova Lavorenti per De Lellis, ma una super Lotti non dà tregua alle calabresi (11-5). Entra Ferraro per Bellapianta, Soverato ci prova un’ultima volta (18-14), ma Lotti apre il break decisivo che poi sono Giovannelli con un muro e Koleva a trasformare in sette ‘Treviso’ point (24-17). E basta il primo perché un attacco out di Arimattei faccia esplodere il PalaMontopolo: la finale di coppa Italia è centrata, un pezzo di storia è già fatta, ma i Pellicani Feroci dimostrano già di pensare alla finale del PalaVerde, con cori inequivocabili e uno striscione che è un capolavoro: ‘Road to Treviso’ la scritta, vergata sulla mappa del percorso dalla Toscana al Veneto.
Il terzo set si gioca in un’atmosfera surreale, ma le giocatrici messe in campo da Vannini e Breviglieri se la giocano comunque: da una parte entrano Focosi, Savelli e Villani per Vingaretti, Parrocchiale e Koleva, dall’altra Lavorenti, Burduja, Torcasio e Ferraro per De Lellis, Boscacci, Travaglini e Arimattei. E Il Bisonte si dimostra ancora una volta più forte, portando a casa anche il 3-0 e festeggiando alla fine in campo insieme a tutti i tifosi, fra canti e foto di rito.

 Ufficio stampa

ph. Azzurra Volley San Casciano

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media