Anticipo 2^ giornata di ritorno: netto 3-0 di Piacenza contro Urbino

Scritto da on feb 9th, 2014 e archiviato sotto la categoria Campionato, Notizie, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

2014-02-08 20.23.21Facile vittoria per Piacenza contro Urbino. La squadra di casa fa il minimo indispensabile per vincere, pessimo l’approccio al match da parte delle ospiti. Troppo netto il divario tecnico tra le due squadre.
Vista la prova dell’avversario di turno, resta arduo dire se Piacenza è sulla strada della completa guarigione. Così come giudicare l’Urbino di questa sera è alquanto difficile, dato che la squadra di mister Micoli non è mai entrata in partita. Vero è che alla Rebecchi Nordmeccanica va riconosciuto il merito di non aver accusato cali di concentrazione, rischio assai elevato quando si giocano match dal ritmo blando e quasi addormentato. Da segnalare il cambio della diagonale palleggiatore-opposto attuato da mister Caprara nel corso di tutti e tre i set e l’innesto di Bramborova al servizio al posto di De Kruijf. Per Urbino una sconfitta da cancellare in fretta. Giocare in trasferta, sul campo della prima in classifica, delle campionesse d’Italia in carica, avere giocatrici non in una ottimale condizione fisica non può essere un’attenuante quando si perde, pur 3-0, ma senza mettere in campo anima, grinta e voglia di giocare.

STARTING SIX

Piacenza: Leggeri, De Kruijf, Van Hecke, Meijners, Ferretti, Bosetti, Valeriano (L)

Urbino: Negrini, Thibeault, Santini, Kostic, Brcic, Leggs, Carocci (L)

CRONACA

Primo scambio molto lungo chiuso da una diagonale di Meijners, quindi Van Hecke mura il tentativo di lungolinea di Kostic ed è 2-0 Piacenza. Il ritmo di inizio di partita stenta a decollare. Piacenza si limita a controllare, Urbino fa il bello e cattivo tempo nella sua metà campo. Dopo il time out tecnico (12-10) Feretti e compagne danno un’accelerata decisa al proprio gioco e la Rebecchi vola a +5 prima che mister Micoli spenda nel giro di due scambi i suoi due time out a disposizione. Il vantaggio delle padrone di casa cresce fino al 25-15 finale (diagonale di Meijners nei 4 metri) senza che neanche il cambio Casoli-Negrini riesca a portare gioco e punti alla Robur Tiboni.

L’errore al servizio di Thibeault e l’ace di Meijners segnano l’avvio del secondo set (3-1). Il pallonetto che Bosetti piazza sulla riga dei nove metri costringe Urbino al time out (8-4). Urbino lotta tanto in difesa e ne vengono fuori scambi lunghi che Piacenza capitalizza quasi al 100%. La superiorità della Rebecchi in attacco come a muro è quasi imbarazzante (13-7, 16-8, 21-12). Il finale del set è presto scritto: 25-16 con punto finale di capitan Leggeri.

In avvio di terzo set Piacenza va subito 3-0 (due attacchi vincenti e un muro) e per Urbino è già ora di time out. Tre errori in sequenza della Rebecchi valgono il pareggio 4-4. Da questo momento in avanti Leggeri e compagne non sbagliano più una palla. Sul 13-9 mister Micoli prova la carta Escobar al posto di Kostic. A tratti però si vede in campo una sola squadra. La sequenza al servizio di Bramborova (entrata al posto di De Kruijf) chiude di fatto il match con due ace (21-13). C’è anche spazio per Poggi. L’ultimo scambio si chiude con l’errore di Escobar che manda in rete il suo pallonetto (25-15).

TABELLINO

Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – Robur Tiboni Urbino 3-0 (25-15, 25-16, 25-15)

Rebecchi Nordmeccanica Piacenza: Poggi, Valeriano (L), Leggeri 9, De Kruijf 9, Van Hecke 7, Meijners 15, Ferretti 3, Bramborova 2, Caracuta, Bosetti 11, Vindevoghel 1. All. Caprara

Robur Tiboni Urbino: Giombetti, Negrini 4, Thibeault 5, Santini 7, Escobar 2, CAsoli, Kostic 7, Brcic, Leggs 6 Carocci (L). All. Micoli

Piacenza: attacco 48%, ricezione 77% (31% prf), battuta 8 errori 5 punti, muri 10.
Urbino: attacco 31%, ricezione 71% (32% prf), battuta 7 errori 1 punto, muri 1.

POST GARA

Lucia Bosetti: “Cosa conta molto di questa vittoria è la pazienza che abbiamo avuto nelle fasi di rigiocata. Questo è un aspetto che ci è mancato nelle ultime partite.  Al servizio non abbiamo fatto cosa ci aveva chiesto il mister, dato che alcune di noi dovevano forzare più di altre. Stiamo lavorando per ritrovare condizione e gioco in vista della Coppa Italia”.

Stefano Micoli: “E’ stata la peggior partita di tutta la stagione. Aldilà del valore tecnico delle nostre avversarie, non si può giocare con arrendevolezza, questo non è il mio Urbino o almeno lo spero. Non abbiamo avuto soluzioni di palla alta contro un muro granitico come quello di Piacenza. E dire che avevamo iniziato anche discretamente soprattutto in ricezione. Perdere così fa davvero male”.

Giuseppe Flace

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media