Volley Soverato: vittoria al tie break contro l’ex Peluso. Grandi gli “Ultras del Soverato”

Scritto da on feb 18th, 2014 e archiviato sotto la categoria Serie A2. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

551418_10202948552943092_1195275781_n Volley Soverato    3
Beng Rovigo         2

PARZIALI SET: 23/25; 26/24; 25/18; 15/25; 16/14

VOLLEY SOVERATO: Cacciapaglia (L), Travaglini 10, Boscacci 22, Martinuzzo 9, Rosa ne, Arimattei 17, Ferraro ne, Lavorenti, Bellapianta 9, Burduja 7, Torcasio ne, De Lellis 4. Coach: Marco Breviglieri

BENG ROVIGO: Agostini, Kotlar 1, Nardini 11, Pistolato 17, Brusegan 12, Rossini 3, Crepaldi 7, Peluso 2, Agostinetto 27, Aluigi, Cheli, Giacomel (L), Cervella (L). Coach: Stefano Ferrari

ARBITRI: Rolla Massimo – Allegrini Giuseppe

Vittoria sofferta del Volley Soverato al tie break contro la Beng Rovigo, nel match giocato al “Pala Scoppa”, davanti ad una buona presenza di pubblico. E’ stata una partita a correnti alterne che ha visto le due compagini giocare a viso aperto. Prima della gara, gli “Ultras Soverato” hanno voluto omaggiare l’ex di turno, l’attuale capitano della Beng Rovigo, Elisa Peluso, con uno striscione: “Con le tue mani ci hai portato lontano… bentornata a casa Capitano!”. I magnifici tifosi biancorossi hanno, inoltre, consegnato un bellissimo omaggio floreale ad Elisa che, emozionata, si è recata sotto il settore del tifo biancorosso per ringraziarli.

Dopo questa bella parentesi che, ancora una volta mette in evidenza i valori dello sport e, soprattutto, la correttezza del pubblico di Soverato, veniamo al match giocato sul parquet.

Coach Breviglieri nel Soverato, ancora privo di Yarimar Rosa, manda in campo De Lellis in regia e Boscacci opposta, al centro Travaglini e Martinuzzo, in banda Arimattei e Bellapianta con libero Cacciapaglia. Per la Beng Rovigo scendono in campo l’ex Peluso al palleggio con Agostinetto opposta, al centro Nardini e Brusegan, Crepaldi e Pistolato bande con Giacomel libero.

La gara inizia con il Soverato che parte con il piede giusto e con Bellapianta al servizio si porta sul 4-0 con due ace. Il Rovigo, però, inizia ad entrare in partita e raggiunge le locali sul punteggio di 7-7, prima di essere sotto alla pausa tecnica obbligata 12-10. Il Soverato, pian pianino, inizia a macinare gioco e trova l’allungo sul 16-13 ma le ragazze di coach Ferrari non mollano e, nuovamente, riacciuffano le biancorosse sul 18-18. Set tiratissimo e si arriva ai vantaggi dove qualche errore del Soverato consente alle venete di chiudere 24/26.

Nel secondo set si aspetta la reazione delle ioniche che si portano sul 8-6 e, successivamente, sul 16-14 con Rovigo sempre alle costole; la squadra ospite si dimostra un avversario duro e approfitta degli errori delle locali di Breviglieri che manda Burduja in campo al posto di Bellapianta. La Beng, riesce a guadagnarsi una palla set che, Crepaldi spreca malamente, tirando fuori in lungolinea e, consegnando al Soverato la sua prima palla set che Boscacci non sbaglia, pareggiando il conto, 26/24.

Il terzo set è quasi un monologo calabrese con Boscacci e Arimattei che salgono in cattedra e le ospiti faticano un po’ in difesa, con l’ex Peluso messa in difficoltà dalla ricezione non perfetta delle sue compagne. Allungo delle padrone di casa sul 16-12 e, dopo, 21-14 con il parziale vinto dalle biancorosse 25/18, che ribaltano la situazione.

Nel quarto set, però, il Soverato, quasi, non gioca. La squadra di Breviglieri commette molti errori e cede il gioco per 15/25, consentendo alle venete di giocarsi il tie break decisivo.

Quinto set che inizia punto a punto tra le due squadre che giocano alla pari. Rovigo sembra più in palla, con il Soverato che subisce punti evitabilissimi. Pistolato e Agostinetto nelle ospiti allungano sul 6-8 al cambio campo e il punteggio segna più avanti 10-12. Soverato non ci sta e riesce a riequilibrare con Travaglini il punteggio e si va avanti fino ai vantaggi dove, la giovane Nina Burduja, mette a terra al secondo match point, la palla della vittoria che chiude 16/14 il match, tra gli applausi del “Pala Scoppa”. Due punti, comunque importanti per le calabresi, che muovono la classifica, con un punto in più sulla quarta, Saugella Monza, con la speranza alla ripresa della Master Group Sport Volley Cup A2, fermo la settimana prossima, per la disputa della finalissima di Coppa Italia, di avere una Yarimar Rosa in più.

Ufficio stampa

ph. Riccardo Giuliani

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media