Finali Coppa Italia: felicità Bergamo, il 3-1 su Modena la porta in finale. Domenica alle 16.30 sfida con Piacenza per il trofeo

Scritto da on feb 22nd, 2014 e archiviato sotto la categoria Notizie, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

1743575_10203506819179399_2114386956_nA distanza di tre anni, la Foppapedretti Bergamo torna a disputare una Finale di Coppa Italia. Nella seconda semifinale della 36^ Coppa Italia di Serie A1 Femminile, le rossoblù eliminano la Liu Jo Modena per 3-1 al termine di una gara spettacolare, soprattutto negli attimi finali del quarto set. Al terzo match point è festa grande per Lavarini e la sua squadra, capaci di estromettere dalla Final Four una formazione fortissima. Top scorer è Valentina Diouf con 29 punti, ma ugualmente decisive sono Loda e Blagojevic in attacco e Folie e Melandri a muro. Dall’altra parte Fabris e Heyrman sopra le righe – rispettivamente 24 e 19 punti.
“Questa vittoria la definirei impresa per la qualità dell’avversario che abbiamo battuto – racconta Stefano Lavarini, coach della Foppapedretti -. Complimenti alle mie ragazze, tutte le armi a nostra disposizione hanno funzionato al meglio. Soprattutto difesa e contrattacco, considerando l’altissima percentuale di palle che Rondon ha potuto giocare sopra la testa. L’infinita gioia dell’ultima palla sta già scemando, perché domani ci attende la finale e in fondo è quella la partita che conta vincere”.
“Non siamo stati efficaci come al solito nella fase di contrattacco – conferma Mauro Chiappafreddo, che puntava alla seconda finale di Coppa consecutiva dopo quella alla guida di Villa Cortese – e questo ha pesato. Abbiamo insistito molto sulle centrali perché Rousseaux non era al meglio e Piccinini e Fabris sono state impegnatissime nella fase di copertura e difesa”.
La cronaca. Inizio molto intenso, con tanti tocchi a muro e scambi prolungati. La Foppapedretti sale 9-7 con Diouf e Blagojevic e poi 12-10 approfittando dell’errore di Piccinini. Dopo il time out tecnico, Fabris e Heyrman picchiano e riportano il risultato in parità (15-15). Torna avanti Bergamo con il muro di Blagojevic e l’attacco out di Fabris (18-16). Un recupero di piede di Melandri e la bordata di Diouf scaldano ulteriormente la curva rossoblù (20-17). Dei tanti errori al servizio da entrambi i lati ne trae vantaggio Bergamo, che mantiene il margine di vantaggio. Entra Sylla per Diouf e mura subito per il 22-18, quindi si ripete sull’alzata di Weiss – anche lei subentrata a Smutna. Il muro di Fabris riavvicina Modena sul 21-23, prima che Loda piazzi ottimamente la parallela e procuri alle orobiche tre set point. Attacco di Piccinini, errore di Diouf che però sul 24-23 non sbaglia. Primo set alla Foppapedretti.
Equilibrio pure in avvio di secondo parziale, la Liu Jo tiene la testa con il muro di Heyrman e nonostante continui a essere fallosa al servizio (6-4). Quando la battuta funziona – quella di Fabris, ad esempio – ecco il parziale fino al 10-4. Spettacolare fast Rondon-Heyrman, mentre Melandri manda out il primo tempo, per il 12-5 al time out tecnico. Block-in di Rondon e 14-6. Le nerobianche viaggiano a grande velocità, la parallela di Piccinini scrive il 19-10. Tocco di seconda di Rondon per il 21-12. Vuoto d’aria di Modena e Bergamo si riavvicina a -6 (16-22), Chiappafreddo opta per un time out che elimini le scorie. Al rientro è primo tempo Ruseva, invasione di Blagojevic (24-16). Fabris mette il sigillo finale e 1-1.
Le grida di Folie – muro su Piccinini e fast nei tre metri – aprono il terzo set. La Foppa scappa subito 4-0. L’assolo della centrale bolzanina prosegue (6-1), la reazione modenese è affidata a Fabris. Manata impressionante di Diouf per il 10-5. L’opposta di 202 cm si fa valere anche a muro per il 12-7. Bergamo non molla la presa e tiene il vantaggio con la palla spinta di Blagojevic (15-9) e il muro di Melandri sulla fast di Heyrman (17-10). La Liu Jo cerca di rosicchiare terreno, Loda e Diouf la respingono indietro. Due voli di Merlo e il mani out di Loda fanno esplodere i tifosi rossoblù, l’ennesimo servizio errato di Modena significa 23-16. La pipe di Diouf fa 24: s’innescano le emiliane, che annullano set point in serie prima che Loda firmi il 25-21 e dia nuovamente il vantaggio a Bergamo.
Punto a punto al principio del quarto set, con la squadra di Chiappafreddo che si prende un piccolo margine con Piccinini (9-6) e quella di Lavarini che replica con due palloni in fotocopia di Blagojevic (9-9). Lungolinea di Loda per il sorpasso sull’11-10, Fabris ferma Diouf e ribaltone sul 12-11. Rousseaux fatica e dalla panchina modenese esce Maruotti, mentre Heyrman è sempre viva (14-13). Le due squadre procedono a braccetto finché l’errore di Fabris dà il +2 a Bergamo (15-17). Smutna si affida a Diouf, mentre Maruotti trova un punto importante (e contestato) per restare a contatto sul 17-18. Diouf fuori e pareggio a 18. La Foppa dfende tre fast di Heyrman ma non la quarta, Folie va in rete e Modena mette la freccia per il 20-19. Piccinini ha la palla del +3, ma subisce il muro e Bergamo resta incollata 21-22. Loda pareggia, Heyrman non impatta bene il pallone in primo tempo e le rossoblù sono avanti 23-22. Smutna regala il servizio. Diouf a segno e primo match point sul 24-23. Fabris lo annulla alla terza schiacciata e con il servizio propizia la slash di Ruseva che fa 25-24 Modena. Due palle di Blagojevic e tutto capovolto, 26-25 Bergamo. Ancora parità con Fabris. Diouf a segno per il 27-26. Fabris spinge ma sbaglia di pochi centimetri e Bergamo urla tutta la sua felicità: la sesta Coppa Italia della sua storia è solo a un passo.
Domani alle 16.30 la finalissima con la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza, preceduta dall’attesa finale della 17^ Coppa Italia di Serie A2 tra Metalleghe Sanitars Montichiari e Il Bisonte San Casciano. Tutto in diretta su Rai Sport 1 dalle ore 14.00.
36^ Coppa Italia Serie A1: il tabellino LIU JO MODENA – FOPPAPEDRETTI BERGAMO 1-3 (23-25, 25-17, 21-25, 26-28) LIU JO MODENA: Rousseaux 6, Perinelli, Heyrman 18, Paggi 4, Cardullo (L), Ruseva 7, Piccinini 13, Fabris 24, Maruotti 1, Rondon 2. Non entrate Prandi, Andjelic, Petrachi. All. Chiappafreddo.  FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Klisura, Stufi 1, Bruno, Loda 9, Weiss 1, Blagojevic 10, Merlo (L), Melandri 6, Folie 12, Diouf 29, Smutna 1, Sylla 3. All. Lavarini.  ARBITRI: Bartolini, Vagni.  NOTE – Spettatori 2500, durata set: 27′, 23′, 26′, 34′; tot: 110′.
36^ Coppa Italia Serie A1: il tabellone delle semifinali Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – Unendo Yamamay Busto Arsizio 3-0 (25-17, 25-20, 25-11) Liu Jo Modena – Foppapedretti Bergamo 1-3 (23-25, 25-17, 21-25, 26-28)
36^ Coppa Italia Serie A1: la finale Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – Foppapedretti Bergamo domenica 23 febbraio, ore 16.30 DIRETTA RAI SPORT 1
Coppa Italia Serie A1: l’albo d’oro 1978/79         Torre Tabita Catania 1979/80         Monoceram Ravenna 1980/81         Diana Docks Ravenna 1981/82         Nelsen Reggio Emilia 1982/83         Nelsen Reggio Emilia 1983/84         Teodora Ravenna 1984/85         Teodora Ravenna 1985/86         Nelsen Reggio Emilia 1986/87         Teodora Ravenna 1987/88         Vini di Puglia Bari 1988/89         Braglia Reggio Emilia 1989/90         Cemar Modena 1990/91         Teodora Ravenna 1991/92         Imet Perugia 1992/93         Latte Rugiada Matera 1993/94         Latte Rugiada Matera 1994/95         Latte Rugiada Matera 1995/96         Foppapedretti Bergamo 1996/97         Foppapedretti Bergamo 1997/98         Foppapedretti Bergamo 1998/99         Despar Perugia 1999/00         Medinex Reggio Calabria 2000/01         Capo Sud Reggio Calabria 2001/02         Edison Modena 2002/03         Despar Perugia 2003/04         Asystel Novara 2004/05         Colussi Perugia 2005/06         Radio 105 Foppapedretti Bergamo 2006/07         Colussi Perugia 2007/08         Foppapedretti Bergamo 2008/09         Scavolini Pesaro  2009/10         MC-Carnaghi Villa Cortese 2010/11         MC-Carnaghi Villa Cortese 2011/12         Yamamay Busto Arsizio 2012/13         Rebecchi Nordmeccanica Piacenza

LVF

ph. Riccardo Giuliani

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media