Finali Coppa Italia: Rebecchi Nordmeccanica Piacenza perfetta, batte 3-0 Busto Arsizio e vola in finale

Scritto da on feb 22nd, 2014 e archiviato sotto la categoria Notizie, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

1912528_10203505521626961_484253265_nLa Rebecchi Nordmeccanica Piacenza è la prima finalista della 36^ Coppa Italia di Serie A1 Femminile. Nell’incontro di apertura delle Finali di Coppa Italia, in corso al PalaVerde di Treviso, le biancoblù superano per 3-0 la Unendo Yamamay Busto Arsizio con una prestazione solida e senza sbavature e raggiungono per il terzo anno consecutivo l’atto conclusivo della competizione. Domenica le emiliane difenderanno il titolo conquistato a Varese nel 2013 contro la vincente della seconda semifinale tra Liu Jo Modena e Foppapedretti Bergamo (live su Rai Sport 1).

“Abbiamo disputato una grandissima partita, mantenendo alto il livello dell’attacco per tutto l’incontro – spiega coach Gianni Caprara -. E siamo riusciti a elevare l’intensità anche in difesa: abbiamo talvolta il difetto di non essere capaci di reagire alle difficoltà e alle sofferenze, oggi in questo senso non abbiamo dovuto metterci alla prova e attendo il match di domani. Ciò non toglie nulla agli enormi meriti delle mie ragazze”.

Meijners è la migliore realizzatrice del match con 21 punti (4 ace e 3 muri), a Busto non bastano i 5 muri di Arrighetti.

“Mi è difficile trovare le parole per spiegare la prestazione di oggi – afferma Carlo Parisi -, a cominciare dalla battuta non siamo per niente riusciti a mettere in difficoltà il sistema di gioco di Piacenza e abbiamo ceduto troppo facilmente. Non ci resta che chiudere velocemente questa pagina e concentrarci sul resto della stagione”.

Grandissima partecipazione sulle due curve, Amici delle Farfalle e Pink Wolf offrono uno spettacolo straordinario, con coreografie e cori incessanti a tempo di tamburi.

La cronaca. Inizio di marca olandese. Piacenza avanza subito 3-0 con Meijners e De Kruijf, Busto Arsizio impatta sul 7-7 con Buijs da prima e seconda linea. Due parallele sulla riga e la fast fuori di Arrighetti riportano le biancoblù sul +4 (14-10), inducendo Parisi a chiamare il primo time out del match. Il muro di Leggeri vale il 16-11. La forbice si apre ulteriormente (19-13), l’opposta belga colpisce per il 20-14, mentre un’incomprensione tra Wolosz e Leonardi in difesa spedisce Piacenza al +7. Muro di Meijners e 22-14. Parisi inserisce Petrucci al palleggio e Bianchini al posto di Buijs in banda. Al terzo set point la squadra di Caprara chiude con il pallonetto di Van Hecke 25-17.

Leggeri dà la carica in avvio di secondo set (7-4). Ci sono di nuovo Wolosz e Buijs tra le bustocche, Ortolani trova il muro del -1 (7-8). Pipe di Bosetti, murone di Meijners e le biancoblù mantengono la testa 12-8. La Unendo Yamamay non trova continuità in attacco, al contrario della Rebecchi Nordmeccanica, assolutamente in palla. L’ennesima bordata di Van Hecke lancia le detentrici del trofeo sul 19-12. C’è la britannica Michel al centro al posto di Garzaro. Sull’altro lato Bosetti inventa un tocco spinto per il 20-14. Arrighetti mura ancora e Caprara ferma subito il gioco, Piacenza riparte di slancio fino al 23-17. Bianchini forza al servizio e regala alle emiliane il set point sul 24-19. Primo tempo di De Kruijf, splendidamente architettato da Ferretti, e 25-20.

Piacenza sprinta nel terzo sul servizio di Van Hecke e si esalta anche in difesa (3-0). Michel da una piccola scarica di adrenalina per il 2-3, ci pensa l’ace di Meijners a ristabilire le distanze. Bosetti scova il buco e scrive il 7-4, due punti dopo e sul -5 Parisi interrompe il gioco per tentare di scuotere le sue farfalle, dentro Bianchini per Marcon. La Unendo Yamamay non riesce ad avvicinarsi troppo nel punteggio e progressivamente si spegne, De Kruijf sigla il 14-8 con la fast, Meijners fa 17-9 con due ace consecutivi. Contrattacco di Bosetti e la Rebecchi Nordmeccanica vola sul 19-9. L’errore in battuta della stessa olandese frena per un attimo la cavalcata (21-10). Leggeri tocca in primo tempo e poi stampa un muro per il 24-11. Chiude il pallonetto di Van Hecke.

36^ Coppa Italia Serie A1: il tabellino
REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA – UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 3-0 (25-17, 25-20, 25-11)
REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Leggeri 5, De Kruijf 10, Van Hecke 11, Meijners 21, Ferretti, Sansonna (L), Bramborova, Bosetti 10, Vindevoghel. Non entrate Valeriano, Manzano, Caracuta. All. Caprara.
UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Ortolani 8, Degradi, Garzaro 2, Bianchini, Michel 1, Leonardi (L), Marcon 2, Buijs 13, Arrighetti 9, Wolosz 1, Petrucci. Non entrate Civita Giorgia. All. Parisi.
ARBITRI: Rapisarda, Satanassi.
NOTE – Spettatori 2500, durata set: 23′, 27′, 21′; tot: 71′.

36^ Coppa Italia Serie A1: il tabellone delle semifinali
Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – Unendo Yamamay Busto Arsizio 3-0 (25-17, 25-20, 25-11)
Liu Jo Modena – Foppapedretti Bergamo in corso

36^ Coppa Italia Serie A1: la finale
Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – Vinc. Modena/Bergamo domenica 23 febbraio, ore 16.30 DIRETTA RAI SPORT 1

Coppa Italia Serie A1: l’albo d’oro
1978/79         Torre Tabita Catania
1979/80         Monoceram Ravenna
1980/81         Diana Docks Ravenna
1981/82         Nelsen Reggio Emilia
1982/83         Nelsen Reggio Emilia
1983/84         Teodora Ravenna
1984/85         Teodora Ravenna
1985/86         Nelsen Reggio Emilia
1986/87         Teodora Ravenna
1987/88         Vini di Puglia Bari
1988/89         Braglia Reggio Emilia
1989/90         Cemar Modena
1990/91         Teodora Ravenna
1991/92         Imet Perugia
1992/93         Latte Rugiada Matera
1993/94         Latte Rugiada Matera
1994/95         Latte Rugiada Matera
1995/96         Foppapedretti Bergamo
1996/97         Foppapedretti Bergamo
1997/98         Foppapedretti Bergamo
1998/99         Despar Perugia
1999/00         Medinex Reggio Calabria
2000/01         Capo Sud Reggio Calabria
2001/02         Edison Modena
2002/03         Despar Perugia
2003/04         Asystel Novara
2004/05         Colussi Perugia
2005/06         Radio 105 Foppapedretti Bergamo
2006/07         Colussi Perugia
2007/08         Foppapedretti Bergamo
2008/09         Scavolini Pesaro
2009/10         MC-Carnaghi Villa Cortese
2010/11         MC-Carnaghi Villa Cortese
2011/12         Yamamay Busto Arsizio
2012/13         Rebecchi Nordmeccanica Piacenza

LVF

ph. Riccardo Giuliani

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media