Finali Coppa Italia: paradiso San Casciano, Montichiari battuta al tie-break

Scritto da on feb 23rd, 2014 e archiviato sotto la categoria Notizie, Serie A2. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

DS7_3276La 17^ Coppa Italia di Serie A2 Femminile è de Il Bisonte San Casciano, che supera 3-2 la Metalleghe Sanitars Montichiari nella Finale del PalaVerde di Treviso e conquista il primo trofeo della propria storia (e la prima Coppa Italia in assoluto per una formazione toscana). Un match emozionante e sempre in equilibrio: le ragazze di Francesca Vannini vanno in vantaggio due volte, quelle di Leonardo Barbieri rimontano. Fino all’epilogo del tie-break, quando l’MVP Elena Koleva e la capitana Federica Mastrodicasa confezionano il parziale decisivo. La gara di Coppa mostra due squadre di grande qualità, che certamente battaglieranno fino al termine della stagione per la promozione in A1.

La cronaca. Due punti di Musti De Gennaro e la Metalleghe Sanitars conduce 5-4 in avvio. Il Bisonte risponde con tre muri, l’ultimo di Giovannelli, e sorpassa sul 9-7. Il parziale prosegue con la diagonale di Koleva (11-7). San Casciano è pratica nel cambio palla, l’errore di Saccomani vale il +4 sul 16-12. Montichiari prova la rimonta, primo tempo di Alberti e mani out di Gravesteijn e -3 a 16-19. Le azzurre scattano di nuovo in avanti con Mastrodicasa (22-17) e lo splendido attacco di Koleva da seconda linea (23-19). Lotti gioca con le mani del muro e procura alle toscane 4 set point e firma il punto numero 25 concretizzando il lavoro in difesa delle compagne.

Montichiari fallosa in attacco all’inizio del secondo set: Saccomani va lunga, Guatelli subisce il muro di Koleva ed è 5-1 per Il Bisonte. L’ex Forlì – che l’anno scorso giocò la finale con la maglia di Casalmaggiore – commette un altro errore, cui rimedia Gravesteijn dopo il recupero di Portalupi (4-7). I muri di Musti De Gennaro e Saccomani gasano la Metalleghe Sanitars, che ci mette più grinta e sorpassa (9-8). Di nuovo Saccomani con due intelligenti mani out del 12-9 e del 14-10. Vannini inserisce Bertone al centro, Koleva picchia al servizio e su ogni palla alta (14-16). Parallela di Giovannelli e -1, Guatelli e il muro di Saccomani per il nuovo +3 (18-15). Primo tempo fulmineo di Alberti e 21-16, doppio errore di Lotti e il set prende la via delle biancorosse. Il 25-17 giunge sulla schiacciata in rete di Koleva. Uno a uno.

Come nel secondo, anche nel terzo Il Bisonte parte meglio (4-1) ma subisce l’immediata reazione della Metalleghe Sanitars. Muro di Saccomani e 4-4. E’ una lotta di nervi per prendere il comando delle operazioni. Bertone è presente sotto rete, Koleva mura e 11-8. Le azzurre tengono la testa con Pietrelli e l’ace dell’opposta bulgara (15-12). Montichiari non molla e si avvicina fino al muro del pareggio ad opera di Musti De Gennaro (17-17). Equilibrio massimo (21-21), lo spezza il turno di servizio di Koleva. Tre set point, è sufficiente il primo per la palla lunga di Saccomani.

Montichiari si ricompatta immediatamente e sale 7-3 nel quarto con la pipe di Guatelli. Il 9-4 è di Musti De Gennaro in primo tempo. La centrale romanda si ripete per l’11-6. C’è anche Rebora a porre la sua firma con due punti in fila (14-8). Due lungolinea di Lotti danno respiro a San Casciano, ma il divario resta importante (12-17). Mani fuori di Gravesteijn e +7 sul 19-12. L’olandese si ripete e 21-13. Tie-break all’orizzonte, Gravesteijn aggiunge anche l’ace del 24-14. Chiude Musti De Gennaro 25-15.

La gara aumenta ulteriormente d’intensità, il punteggio non si schioda dalla parità, 5-5 siglato dal muro di Saccomani. Lotti ok e Il Bisonte avanza 7-5, costringendo al time out Barbieri. In un attimo è 7-7. Invasione di Musti De Gennaro e cambio campo sull’8-7 per San Casciano. Il break è di marca Koleva, con la bordata dell’11-8. Due muri vitali della capitana Mastrodicasa e +5. Errore al servizio delle bresciane che vale 5 match point. Il primo è annullato dal muro di Rebora, il secondo sfuma sulla pipe lunga di Koleva (14-11). La mano storica è di Pietrelli, per l’esplosione di gioia di tutto Il Bisonte e della pallavolo toscana.

17^ Coppa Italia A2: il tabellino
METALLEGHE SANITARS MONTICHIARI – IL BISONTE SAN CASCIANO 2-3 (20-25, 25-17, 21-25, 25-15, 11-15)
METALLEGHE SANITARS MONTICHIARI: Guatelli 13, Rebora 4, Dalia 5, Musti De Gennaro 14, Portalupi (L), Alberti 6, Saccomani 17, Gravesteijn 20, Zampedri. Non entrate Zanotto, Milani. All. Barbieri.
IL BISONTE SAN CASCIANO: Mastrodicasa 18, Focosi, Lotti 13, Giovannelli 2, Villani, Parrocchiale (L), Pietrelli 19, Koleva 25, Bertone 6, Vingaretti 1. Non entrate Savelli. All. Vannini.
ARBITRI: Piubelli, Fretta.
NOTE – durata set: 26′, 26′, 27′, 23′, 17′; tot: 119′.

17^ Coppa Italia A2: la finale
Metalleghe Sanitars Montichiari – Il Bisonte San Casciano 2-3 (20-25, 25-17, 21-25, 25-15, 11-15)

17^ Coppa Italia A2: l’albo d’oro
1996/97     Edina Ester Pefim Napoli
1997/98     Biasia Vicenza
1998/99     Moreschi Vigevano
1999/00     Atheikon San Donà
2000/01     Agil Volley Trecate
2001/02     Icot Forlì
2002/03     Vitifrigo Fiam Italia Pesaro
2003/04     Siciliani Santeramo
2004/05     Fornarina Civitanova Marche
2005/06     Rebecchi Rivergaro
2006/07     Unicom Starker Kerakoll Sassuolo
2007/08     Non disputata
2008/09     Cariparma SiGrade Parma
2009/10     Aprilia Volley
2010/11     Esse-ti Loreto
2011/12     Esse-ti La Nef Loreto
2012/13     IHF Volley Frosinone
2013/14    Il Bisonte San Casciano

LVF

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media