Master Group Sport Volley Cup: Conegliano passa a Modena e resta a -6 da Piacenza. Bergamo e Novara ok in trasferta, Pomì supera Urbino

Scritto da on mar 6th, 2014 e archiviato sotto la categoria Campionato, Notizie, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

1385801_10201668295101941_790850385_nE’ l’Imoco Volley Conegliano a realizzare il colpaccio nel turno infrasettimanale della Master Group Sport Volley Cup di A1 Femminile. Le pantere violano il PalaPanini, battendo 3-1 la Liu Jo Modena e confermandosi in seconda posizione in classifica, a 6 punti di distanza dalla capolista Rebecchi Nordmeccanica Piacenza, vittoriosa per 3-0 sul campo della Openjobmetis Ornavasso.
Nelle altre partite della 16^ giornata, la Foppapedretti Bergamo passa al Villa Romiti contro la Banca di Forlì e si mantiene al terzo posto, mentre l’Igor Gorgonzola Novara ha la meglio 3-1 in trasferta sull’IHF Volley Frosinone. Infine successo della Pomì Casalmaggiore per 3-0 sulla Robur Tiboni Urbino.
OPENJOBMETIS ORNAVASSO – REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA 0-3 (19-25, 22-25, 17-25) La Rebecchi Nordmeccanica Piacenza si impone 3-0 al Palamico sull’Openjobmetis Ornavasso, ribadendo una sera di più la propria forza. Stesso risultato dei tre precedenti stagionali tra le due squadre: Bosetti è una garanzia e chiude con 17 punti, il 46% in attacco e il 77% di ricezione perfetta, bene anche De Kruijf (15 con il 65% offensivo) e Vindevoghel (12 con tre muri). Tra le giallonere 17 per un’ottima Muresan, mentre Logan Tom non sfigura con 9 punti e la sensazione che stia acquisendo il ritmo partita.
Piacenza parte con Vindevoghel e Manzano nello starting six, fanno loro posto Meijners e Leggeri. Le biancoblù sprintano con il muro, De Kruijf blocca Ikic per il 12-7. Bramborova è un’arma cui Caprara si affida spesso al servizio: il suo ace (17-11) costringe Bellano a chiamare time out. Due muri di Tom e Pisani avvicinano le giallonere (15-19), risponde Manzano con lo stesso fondamentale ed è 22-16. De Kruijf in primo tempo firma il primo parziale 25-19.
L’equilibrio nel secondo set è spezzato da due pallate di Bosetti e Vindevoghel, 12-8 al time out tecnico. L’Openjobmetis si impegna a fondo in difesa per tirare su tutto il possibile, sacrificio che viene premiato: mani out di Muresan e ace di Ikic per il 14-16. L’opposta rumena va a segno a ripetizione (9 punti nel set), ma Piacenza non perde il controllo e con Vindevoghel sale 21-18. Entra Meijners per il finale di set, Bosetti e l’errore di Chirichella al servizio fissano il 25-22.
La centrale napolitana è viva in avvio di terzo set, fast e muro e Ornavasso avanza 8-6. Bosetti trasforma in 9-9 un’alzata in bagher di Ferretti e Bellano inserisce Tasca al posto di Pisani. Pipe di Van Hecke e esattamente come nei primi due parziali, scatto biancoblù (12-10) in corrispondenza del time out tecnico. Il divario aumenta progressivamente, la slash di Bosetti scrive il 22-16. Ancora Bosetti procura alla Rebecchi Nordmeccanica 7 match point e trasforma il primo con il mani out.
BANCA DI FORLI’ – FOPPAPEDRETTI BERGAMO 1-3 (16-25, 25-23, 17-25, 23-25) La Banca di Forlì rende la vita difficile alla Foppapedretti Bergamo ma si arrende 1-3 e non conquista punti per la sua pericolante classifica. Le rossoblù al contrario ottengono altri tre punti e si mantengono a -7 dalla vetta, consolidando la terza posizione (a +4 su Modena).
La squadra di Marone spreca un vantaggio considerevole nel quarto set (anche 16-10), cadendo nelle stesse insicurezze di pochi giorni fa, quando aveva concesso un cospicuo recupero a Ornavasso. E il rimpianto non può che essere grande, visto che Ventura e compagne a tratti tengono testa alla recente finalista di Coppa Italia. La capitana chiude con 14 punti e il 47% offensivo, mentre Pinedo è sempre più incisiva (9 in un set e mezzo). Sull’altro lato Loda è ancora una volta la migliore per rendimento: 20 punti, 47% in attacco, due ace e due muri. Diouf si accende a intermittenza, Blagojevic e Sylla la supportano nei momenti decisivi.
E domenica al PalaBanca la Foppa sfiderà la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza, nella riedizione della recente Finale di Coppa Italia. Un’occasione d’oro per ricucire le distanze dall’Olimpo.
LIU JO MODENA – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 1-3 (19-25, 21-25, 28-26, 23-25) Successo prestigioso dell’Imoco Volley Conegliano in casa della Liu Jo Modena. Il 3-1 esterno, oltre a vendicare lo 0-3 dell’andata al PalaVerde, consente alle pantere di restare ancorate al secondo posto, a -6 dalla cima della classifica ma con una partita in meno rispetto a Piacenza. Top scorer è Nikolova con 18 punti, gli stessi di Piccinini. Il recupero di De Gennaro, assente a Urbino, è un fattore determinante: ricezione positiva al 96%, perfetta al 48% e difese spettacolari.
Con estrema autorevolezza le gialloblù approcciano il match: il parziale dal 14-16 al 21-16 nel primo set  griffato dal servizio di Melissa Donà chiarisce alle emiliane le intenzioni della truppa di Marco Gaspari. Che avrebbe potuto anche chiudere prima, se avesse trasformato uno dei tre match point prodotti. E invece la classe di Piccinini risponde a Fiorin e la partita si prolunga. Nel quarto si mescolano le carte, con la Liu Jo a tirare la volata e l’Imoco Volley a inseguire. Con Barcellini e Nikolova le gialloblù pareggiano sul 19-19. Finale da batticuore: sul 23-23 Fiorin inventa e l’ex Jenny Barazza timbra la vittoria da tre punti.
Per Modena terza sconfitta consecutiva, così analizzata da coach Chiappafreddo: “A differenza di Conegliano non siamo abituati a giocare tante partite di seguito, ma sicuramente ad aver influito sulle nostre ultime prestazioni può essere stata la botta in Coppa Italia. Come uscire da questo momento? Proprio con il lavoro, come stiamo facendo, in maniera forte e cercando di migliorare soprattutto sul contrattacco perché nelle ultime due partite abbiamo faticato”.
POMI’ CASALMAGGIORE – ROBUR TIBONI URBINO 3-0 (25-23, 25-19, 27-25) Importante successo in chiave Play Off per la Pomì Casalmaggiore, che si sbarazza della Robur Tiboni Urbino per 3-0 al PalaPomì di Viadana, stesso risultato dell’andata, e si issa al settimo posto, prendendosi 4 punti di margine sulla prima esclusa dalla zona Play Off, proprio Urbino. Assoluta protagonista della contesa è Valentina Zago, capace di realizzare 23 punti in tre set (con 8 ace, che ne fanno la leader incontrastata nella speciale classifica).
Primo parziale estremamente equilibrato, che si risolve nel finale: un errore di formazione delle feltresche dà il la alle rosa, Lipicer e Aguirre trasformano per il 25-23. L’impressionante serie in battuta dell’opposta veneta spacca il secondo set, il vantaggio di 21-8 è rasserenante nonostante il tentativo di rimonta delle ospiti. Che nel terzo producono lo sforzo più intenso per risalire dal 16-22 e crearsi l’occasione di portare il duello al quarto. Aguirre salva il set point e dal 25 pari è due a zero con Gennari e l’errore in attacco delle marchigiane.
“Sono contenta perché abbiamo giocato da squadra – commenta la regista della Pomì Letizia Camera – abbiamo avuto pazienza quando è servito averne, siamo riuscite a mettere in discesa i set quando attacco e battuta si sono dimostrate da urlo. Ho capito che Zago era in grande serata e mi sono appoggiata molto su di lei senza comunque tralasciare le altre attaccanti che hanno risposto a dovere”.
IHF VOLLEY FROSINONE – IGOR GORGONZOLA NOVARA 1-3 (18-25, 18-25, 25-20, 23-25) L’Igor Gorgonzola Novara prosegue la propria corsa verso le zone più alte della classifica, superando in trasferta per 3-1 l’IHF Volley Frosinone. Un match a senso unico per due set, che le ciociare hanno il merito di raddrizzare: vinto il terzo, le padrone di casa si avvicinano fino al 23-24 del quarto ma cadono sul più bello e restano a bocca asciutta.
Come tre giorni fa contro Modena, è ancora Valeria Rosso l’attaccante più prolifica delle azzure: la capitana scolpisce il ventello e dà la sensazione di onnipotenza pallavolistica (50% offensivo), supportata dai 18 di Kelly Murphy, dai 5 muri di Mollers – al palleggio al posto di Kim, frenata dal colpo alla schiena subito domenica – e da una ricezione solidissima.
Martinez, insoddisfatto del rendimento delle sue ragazze nei primi due set, opera numerosi cambi: dentro Astarita per Kidder e Percan per Angeloni. Prevalentemente Gioli si sobbarca le responsabilità offensive e risponde presente con 18 punti. I tre match point annullati nel quarto (da 20-24 a 23-24) sono il punto da cui ripartire per le laziali, il cui tentativo di recupero è strozzato da Manfredini, subentrata a Lombardo. Novara sale, il quarto posto è a 1 solo punto. Frosinone resta a +2 su Forlì, unica contendente ormai per la salvezza.
Master Group Sport Volley Cup: i risultati della 16^ giornata Openjobmetis Ornavasso – Rebecchi Nordmeccanica Piacenza 0-3 (19-25, 22-25, 17-25) Banca di Forlì – Foppapedretti Bergamo 1-3 (16-25, 25-23, 17-25, 23-25) Liu Jo Modena – Imoco Volley Conegliano 1-3 (19-25, 21-25, 28-26, 23-25) Pomì Casalmaggiore – Robur Tiboni Urbino 3-0 (25-23, 25-19, 27-25) IHF Volley Frosinone – Igor Gorgonzola Novara 1-3 (18-25, 18-25, 25-20, 23-25) Riposa: Unendo Yamamay Busto Arsizio
Master Group Sport Volley Cup: la classifica Rebecchi Nordmeccanica Piacenza 39, Imoco Volley Conegliano 33, Foppapedretti Bergamo 32, Liu Jo Modena 28, Igor Gorgonzola Volley Novara 27, Unendo Yamamay Busto Arsizio 23, Pomì Casalmaggiore 18, Openjobmetis Ornavasso 16, Robur Tiboni Urbino 14, Ihf Volley Frosinone 6, Banca Di Forlì 4.
Master Group Sport Volley Cup: i tabellini OPENJOBMETIS ORNAVASSO – REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA 0-3 (19-25, 22-25, 17-25) OPENJOBMETIS ORNAVASSO: Pisani 2, Ghilardi (L), Ikic 8, Tasca, Muresan 17, Signorile 1, Tom 9, Chirichella 7. Non entrate Bacciottini, Montano Lucumi, Gloder, Prsa. All. Bellano.  REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Leggeri, De Kruijf 15, Van Hecke 8, Meijners, Manzano 1, Ferretti 2, Sansonna (L), Bramborova 1, Bosetti 17, Vindevoghel 12. Non entrate Poggi, Valeriano, Caracuta. All. Caprara.  ARBITRI: Ravallese, Prati.  NOTE – Spettatori 1100, durata set: 23′, 28′, 24′; tot: 75′.
BANCA DI FORLì – FOPPAPEDRETTI BERGAMO 1-3 (16-25, 25-23, 17-25, 23-25) BANCA DI FORLì: Ventura 14, Petrovikj 6, Spelman 12, Piolanti, Coriani (L), Pincerato 6, Zardo (L), Lamprinidou 4, Borgogno 9, Arrechea Montano, Pinedo 9, Rosso. Non entrate Roani. All. Marone.  FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Klisura 1, Stufi 12, Loda 20, Weiss 1, Blagojevic 10, Merlo (L), Melandri 2, Folie 8, Diouf 11, Smutna 4, Sylla 5. Non entrate Bruno. All. Lavarini.  ARBITRI: Bartoloni, Luciani.  NOTE – durata set: 21′, 27′, 23′, 31′; tot: 102′.
LIU • JO MODENA – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 1-3 (19-25, 21-25, 28-26, 23-25)  LIU • JO MODENA: Rousseaux 18, Perinelli, Heyrman 6, Paggi, Cardullo (L), Ruseva 9, Piccinini 18, Fabris 14, Maruotti, Rondon 5. Non entrate Prandi, Andjelic, Petrachi. All. Chiappafreddo.  IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Lloyd 8, Gibbemeyer 7, Fiorin 15, Donà, De Gennaro (L), Nikolova 18, Barcellini 11, Barazza 8. Non entrate Daminato, Kauffeldt, Calloni, Bechis, Tirozzi. All. Gaspari.  ARBITRI: Balboni, Frapiccini.  NOTE – durata set: 22′, 26′, 35′, 29′; tot: 112′.
POMì CASALMAGGIORE – ROBUR TIBONI URBINO 3-0 (25-23, 25-19, 27-25)  POMì CASALMAGGIORE: Bacchi, Olivotto, Sirressi (L), Gennari 15, Aguirre Perdomo 6, Agrifoglio, Lipicer Samec 10, Camera, Zago 23, Stevanovic 9. Non entrate Quiligotti, Grazietti. All. Beltrami.  ROBUR TIBONI URBINO: Carocci (L), Giombetti, Zecchin, Negrini 12, Thibeault 7, Santini 9, Kostic 11, Brcic, Leggs 7. Non entrate Escobar, Casoli, Guidi. All. Micoli.  ARBITRI: Puletti, Bellini.  NOTE – Spettatori 686, durata set: 28′, 23′, 30′; tot: 81′.
IHF VOLLEY FROSINONE – IGOR GORGONZOLA NOVARA 1-3 (18-25, 18-25, 25-20, 23-25)  IHF VOLLEY FROSINONE: Frigo 4, Percan 7, Kidder 2, Bonciani, Astarita 8, Agostinetto 2, Spataro 6, Angeloni 6, Biccheri 1, Gioli 18, Ruzzini (L). Non entrate Vico. All. Martinez.  IGOR GORGONZOLA NOVARA: Casillo 12, Paris (L), Rosso 20, Kim, Lombardo 6, Manfredini 6, Milos 8, Vanzurova 2, Alberti (L), Mollers 9, Murphy 18. Non entrate Tokarska, Gogna Giulia, Bellei. All. Pedullà.  ARBITRI: Gini, Longo.  NOTE – durata set: 25′, 25′, 26′, 28′; tot: 104′.
Master Group Sport Volley Cup: il prossimo turno (domenica 9 marzo, ore 18.00) Igor Gorgonzola Novara – Unendo Yamamay Busto Arsizio sabato 8 marzo, ore 20.30 DIRETTA RAI SPORT 1 Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – Foppapedretti Bergamo Imoco Volley Conegliano – Banca di Forlì Robur Tiboni Urbino – Liu Jo Modena Pomì Casalmaggiore – IHF Volley Frosinone DIRETTA SPORTUBE 2 Riposa: Openjobmetis Ornavasso

 LVF
ph. Paolo Miccoli

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media