IGOR VITTORIA NEL DERBY DEL PIEMONTE

Scritto da on mar 18th, 2014 e archiviato sotto la categoria Notizie, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

Ornavasso-Novara_368Finisce al tie-break l’atteso scontro al PalAmico di Castelletto Ticino. Le due formazioni neopromosse si sono affrontate a viso aperto in un match dominato da alti e bassi. Alla fine la spunta la Igor Novara dopo un lunghissimo quinto set caratterizzato dall’attesa infinita per un problema tecnico del refertista elettronico.

LA PARTITA -  È stato ribattezzato il “Derby dell’Amicizia” perché prima del fischio d’inizio si intravedono indistintamente magliette giallonere ed azzurre abbracciarsi tra le tribune. All’annuncio dello starting six la CuRvA bEcK’s risponde alla fuga di notizie dei giornali locali sul possibile trasferimento a Torino: “non mi muovo di un passo perché solo a Orna me la spasso”.

Si comincia! Bellano schiera Tasca e Chirichella al centro, Tom e Ikic bande, Signorile in regia, Muresan in diagonale e Ghilardi libero. Dall’altra parte della rete c’è Casillo e Milos centrali, Rosso e Lombardo in posto 4, Kim al palleggio, Murphy opposto e Paris libero.

Le api partono concentrate e con un muro di Tom agguantano il primo vantaggio (3-1). La Igor si ordina e del contrattacco fa l’arma vincente con Vally Rosso (5-6). Un ace di Lombardo ed una diagonale di Murphy fanno esplodere la curva novarese sul 7-10. Le due centrali giallonere tentano di recuperare eppure il solco di due lunghezze rimane invariato (19-21). Ancora l’opposto statunitense ed infine un pallonetto del capitano azzurro portano in vantaggio Novara (22-25).

Con un parziale di 6 a 0 Muresan e compagne suonano la carica (10-3). Pedullà prova a scuotere la squadra inserendo Vanzurova e Mollers per Kim e Murphy. La regista novarese si affida al martello ceco che con una tripletta dichiara di vender cara la pelle (13-8). Il set però è compromesso ed un muro di Ikic spegne Tereza (23-15). Signorile cerca Tasca che in fast conquista il set-point, una diagonale imprendibile di Logan Tom ristabilisce la parità (25-17).

Rimane dentro Vanzurova e questa volta ci pensano le igorine a scappare (0-6). Il turno al servizio di Lombardo diventa fondamentale per spegnere ogni possibilità di recupero: quattro ace consecutivi sull’asse Ikic-Tom e distacco di 12 punti conquistato (5-17). L’ingresso di Montano serve a poco ed in grande spolvero Milos archivia il terzo parziale (13-25).

Ornavasso cerca il riscatto e con una parallela di Ikic agguanta il +4 (8-4). Muresan giganteggia muro e Pedullà e costretto a chiamare time-out (9-4). Migliora la ricezione della Openjobmetis e Signorile decide di affidarsi a Chirichella che scardina di difesa novarese (21-11). Ancora un muro della centrale classe ’94 ed il tabellone segna il 25-15.

Il tie-break si caratterizza da una lunga attesa sul 2-3. La refertista elettronica segnala un errore di rotazione nelle file novaresi. Troppa attesa per capire l’effettiva infrazione oppure un semplice errore umano. Il pubblico ornavassese protesta perché vede sottrarsi un punto senza una spiegazione. Si ricomincia sul 1-3. Murphy aumenta il distacco e Rosso di potenza abbatte Ghiraldi (2-5). Al cambio campo Novara è ancora in vantaggio e la precedente decisione arbitrale ha sicuramente pesato maggiormente sulle padrone di casa (5-10). Milos conquista il 9-13 e due errori gialloblù sanciscono la fine del match (10-15).

La Igor ha disputato un incontro con grandi alti e bassi ma ha dimostrato nel momento clou del match grande tranquillità. Era importante vincere per cancellare il fantasma della sconfitta casalinga contro Busto e le ragazze di Pedullà ci sono riuscite. Settimana prossima Rosso e compagne avranno un turno di riposo, poi affronteranno in anticipo, nella 9^ Giornata di ritorno la capolista Rebecchi Nordmeccanica Piacenza.

Ornavasso ha eccelso nel fondamentale del muro (18 contro i 6 di Novara) tuttavia è stata più peccaminosa nel contrattacco. Un plauso alla grinta di Ghilardi che ha trascinato le api in difesa costringendo le novaresi a cambiare ripetutamente il colpo per trovare lacune nel campo. Con un bicchiere mezzo pieno domenica prossima affronteranno in trasferta la Pomì Casalmaggiore.

INTERVISTE POST-PARTITA:

Paris: «In questa partita abbiamo vinto bene e perso male ma in un derby ci sta. Il nostro atteggiamento è stato diverso ed anche quando siamo state sotto abbiamo cercato di rimanere concentrate. Dopo la sconfitta con Busto una vittoria per riscattarci ci stava. Va bene così

Tasca: «Due punti persi per noi purtroppo. Ciò che non è andato è che abbiamo commesso troppi errori, ma mi è piaciuto il nostro comportamento perché eravamo più grintose rispetto alle scorse partite. Abbiamo giocato tutte bene ma potevamo fare sicuramente meglio.

Pedullà: «In partite del genere e soprattutto in questo campionato è stata fondamentale la battuta al tie-break. Le ragazze sono state brave a mantenere la tranquillità e sicuramente le prossime settimane saranno utili per lavorare su alcuni fondamentali.»

***

OPENJOBMETIS ORNAVASSO – IGOR GORGONZOLA NOVARA 2-3 (22-25, 25-17, 13-25, 25-15, 10-15)

OPENJOBMETIS ORNAVASSO: Pisani, Ghilardi (L), Ikic 13, Tasca 12, Muresan 20, Montano Lucumi 1, Signorile 2, Tom 15, Chirichella 11. Non entrate Bacciottini, Gloder, Prsa. All. Bellano.

IGOR GORGONZOLA NOVARA: Casillo 6, Paris (L), Rosso 20, Tokarska, Kim 1, Lombardo 15, Milos 12, Vanzurova 11, Alberti (L), Mollers 1, Murphy 11. Non entrate Manfredini. All. Pedullà.

ARBITRI: Genna, Fretta.

NOTE – durata set: 25′, 26′, 22′, 24′, 30′; tot: 127′.

di Mara Giurgola – foto Fabio Cucchetti

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media