Master Group Sport Volley Cup: Forlì cade al tie break e saluta la A1, Modena e Bergamo vincono al quinto. Bene Casalmaggiore

Scritto da on mar 24th, 2014 e archiviato sotto la categoria Campionato, Notizie, Serie A1, Serie A2. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

1977092_10202838531665645_1450532383_n (1)La 19^ giornata della Master Group Sport Volley Cup si chiude con il primo verdetto della stagione: la Banca di Forlì saluta la massima serie al termine di una gara che l’ha vista lottare e crederci fino al quinto set. Il ko per 3-2 a Frosinone lascia le romagnole sul fondo della classifica a 6 punti dalle ciociare. Con sole due partite da disputare, la squadra di Biagio Marone potrebbe raggiungere l’IHF Volley a quota 11 punti, ma rimarrebbe dietro per minor numero di vittorie (diventerebbero 3, contro le 4 attuali delle bianconere).
Cambia di poco la situazione delle altre posizioni in classifica. Sorride il tie break alla Foppapedretti Bergamo, che espugna il PalaMondolce al termine di un match tutt’altro che agevole per la formazione di Lavarini. Tirata ed entusiasmante anche la gara del PalaPanini, con Piccinini e compagne che riescono ad avere la meglio su Busto solo al quinto set. Più agevole il successo della Pomì Casalmaggiore contro Ornavasso che resta però ancorata all’ultima posizione utile per accedere ai Play Off.
ROBUR TIBONI URBINO – FOPPAPEDRETTI BERGAMO 2-3 (28-26, 17-25, 25-18, 15-25, 11-15) Trasferta insidiosa ma tie break vincente per la Foppapedretti Bergamo ospite della Robur Tiboni Urbino. Le bergamasche sorridono al quinto set ottenendo due punti  che mantengono inalterata la situazione in classifica e che permettono di mantenere alla solita distanza la Liu Jo Modena, diretta inseguitrice per il terzo posto.
Da brividi il primo set, con la Foppapedretti a corrente alternata, che trova dall’altra parte della rete una formazione coriacea e determinata. Le ospiti si trovano immediatamente sotto 15-20. Ma la tenacia è caratteristica preponderante della squadra di Lavarini che, senza perdere la testa, si organizza e recupera lo svantaggio: 23 pari e un’altalena di emozioni e di palle set sprecate su entrambi i fronti fino al definitivo 28-26 di Urbino.
Senza storia il secondo parziale: Bergamo scende in campo con un’altra grinta e con più attenzione. Urbino è senza fiato e nulla può contro la furia orobica: 25-17 che non lascia repliche alle marchigiane.
Urbino non si lascia intimorire e tenta da subito di spingere il piede sull’acceleratore per riportarsi avanti: la formazione di casa resta sempre un passo avanti. Bergamo impatta a quota 12′ ma Urbino allunga di nuovo e arriva al 18-15 e da lì continua la sua corsa fino al 25-18. E la Robur Tiboni si mette in tasca la certezza di un punto conquistato.
Nel quarto set Diouf e compagne fanno la voce grossa: 2-6, 4-9′ time out sul 8-12. Si arriva fino al 17-9 rossoblù. Il 15-25 decreta che levsorti del Match saranno decise al quinto set.
Il tie break è la fotocopia dell’andamento dei set precedenti: Urbino avanti, Bergamo a inseguire e a sorpassare definitivamente fino a conquistare la vittoria: dal 2-0 per Urbino al 5-2; al cambio di campo 8-6 per le padrone di casa, poi 8-7, 9-7, 9-8, 10-9 e finalmente 10-10. Da qui la Foppapedretti non si ferma più fino al definitivo 11-15 orobico, con la numero 13 rossoblù ancora determinante tra le fila delle ospiti: 30 palloni messi a terra che ormai non sono nemmeno più una novitá.
LIU JO MODENA – UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 3-2 (19-25, 28-26, 16-25, 25-21, 15-11) Sembra scappare via veloce la Unendo Yamamay Busto Arsizio nel primo set. Ortolani fa la voce grossa sin dalle prime battute e cerca di spaventare le padone di casa. Modena, dal canto suo, usa le prime fasi del set per oliare gli ingranaggi dei nuovi innesti, su tutti Perinelli con l’importante ruolo di sostituire Cardullo nel ruolo di libero. Le ragazze di Chiappafreddo riescono a lottare ad armi pari fino al 16-18, ma la difesa zoppica in casa Liu Jo e non bastano i 5 muri messi a terra nel primo set per contrastare Marcon e compagne. L’estraneità di Fabris dalle fasi cruciali del set fa il resto. Con il massimo vantaggio Busto a +6 (17-23), la squadra di Parisi prende il largo, con la solita Arrighetti che chiude sul 19-25.
Tutta un’altra Modena nel secondo set. La Liu Jo c’è e lotta a viso aperto senza paura. Il gioco delle padrone di casa trova i giusti equilibri: Piccinini è sempre la solita bocca da fuoco, Paggi dirige lo spettacolo a muro (4-3). Busto Arsizio non si scolla dalle avversarie, con Arrighetti e Ortolani che riescono a costruire un importante +1 al time out tecnico. Ancora Paggi a muro riporta in parità e per il resto del set le due formazioni si inseguono punto a punto. Heyrman non spreca nemmeno un pallone, anche Rousseaux scrive il proprio nome tra le marcatrici del set (16-15). Si va ai vantaggi, con Piccinini che prima sbaglia al servizio e poi chiude per l’1-1 (28-26).
Terzo parziale con Piccini e Fabris che portano subito avanti Modena con un mini break (6-5). Continua l’efficacia di Paggi a muro, ma sul più bello gli ingranaggi della squadra di Chiappafreddo si inceppaano e Marcon e compagne sono brave a cogliere l’occasione. Le bordate di Arrighetti dal centro e di Ortolani in banda fanno il resto. Le ospiti prendono il largo e Modena non trova la forza di rientrare in partita. Si chiude con il massimo vantaggio Busto a +9.
Tenta subito la fuga Paggi nel quarto set, ma Marconi risponde presente per il 7-6. Minimo break a metà parziale grazie a un doppio attacco di Rondon per il,+2 Modena (16-14). Buijs e Arrighetti, ben aiutate da Ortolani, portano Busto sul 18-19. Fabris finalmente a pieno ritmo ribalta il risultato con due muri consecutivi, Piccinini chiude per il 25-21.
Quinto set con Modena che pare avere quel qualcosa in più. Subito avanti con Heyrman a muro, Piccinini e Rousseaux spingono fino al 7-3. Marconi e compagne tentano il recupero al cambio campo, ma la LIU Jo gioca sulla solidità a muro di Fabris per il 15-11 finale.
Soddisfatta Paola Paggi a fine gara: “Sono contentissima perché nonostante i problemi fisici e mentali che potevamo avere in questo periodo abbiamo giocato con il cuore, con una grinta che era da un po’ che non si vedeva e questo ci ha portato a vincere una partita difficilissima davanti ad un pubblico che ci ha sostenuto fino alla fine. E’ stato veramente bello, ci siamo divertite e credo che il pubblico abbia visto una grandissima partita da parte di entrambe le squadre”.
IHF VOLLEY FROSINONE – BANCA DI FORLI’ 3-2 (25-11, 21-25, 24-26, 25-19, 15-11) Mette in campo tutta la forza che ha la Banca di Forlì, all’ultima occasione utile per sperare nella salvezza. La sfida è di quelle da antologia, con avversaria quella IHF Frosinone che nell’ultimo turno ha superato in tre set la corazzata Modena.
Il primo set ha fin da subito i colori di Frosinone. Qualche errore di troppo e un po’ di imprecisione in entrambe le squadre vanno scivolare via il set senza troppi entusiasmi. Forlì non riesce mai a stare attaccata alle avversarie, che aumentano il proprio vantaggio con una Gioli in splendida forma sin dalle prime battute (39 i punti finali per mamma fast). Il parziale si chiude 25-11.
Nel secondo set fanno il loro ingresso in campo per Forlì Borgogno, Roani e Bezarevic. I tre innesti danno subito una sferzata di ottimismo alle proprie compagne, che giocano con più determinazione e convinzione. Sul 20-19 Forlì segna quattro punti consecutivi che le spingono alla conquista del parziale.
Terzo set con Gioli e compagne che reagiscono fino al 16-13 che sembra dare sicurezza alla squadra di Martinez. La posta in palio è però tropo alta perché Forlì crolli, e infatti agguantano il pari e il sorpasso, complice il turno infelice in battuta di Pincerato. Si va ai vantaggi con Forlì che conquista il set della speranza.
Monologo bianconero nel quarto parziale. Frosinone è precisa e concreta, Forlì non riesce mai a intimorire e violare la trama di gioco delle ragazze di Martinez. 25-19 e tie break.
La tensione del set decisivo manda in campo squadre contratte e impaurite. Nessuna delle due formazioni vuole scoprirsi, e il tie break si gioca punto a punto. Gioli rompe gli indugi con le squadre impattate a quota 11. Quattro punti consecutivi delle padrone di casa sanciscono l’amaro addio della Banca di Forlì alla Serie A1.
POMI’ CASALMAGGIORE – OPENJOBMETIS ORNAVASSO 3-0 (25-22, 25-20, 25-12) Tre set e un successo pieno per la Pomì casalmaggiore che, contro l’eterna rivale Ornavasso, conquista la matematica certezza di accesso ai Play Off. Il successo di questa sera delle ragazze di Beltrami passa dalla coppia centrale Stevanovic ed Aguirre, fulcro del gioco delle rosa. La Openjobmetis Ornavasso riesce a imporre il proprio gioco a inizio gara, con Signorile che sfrutta alla perfezione Chirichella e Tasca. Sull’11-13 per le ospiti, Beltrami manda nella mischi l’attesissima Tai Aguero per Zago. casalmaggiore è brava a riportarsi sotto e Muresan firma il sorpasso (19-18) fino alla chiusura di Stevanovic.
Secondo parziale sulla falsariga del primo. Zago rientra in campo, Ornavasso mette il naso avanti: due punti consecutivi di Chirichella la lanciano al time-out tecnico avanti 10-12. Il set è equilibrato, la coppia Stevanovic-Aguirre firma il 17-15, risponde all’appello anche Aguero che dopo due muri subiti mette a segno il mani out per il 21-18. Per mano di Sirressi arriva il punto del 23-20, quindi Chirichella e Montano con due attacchi fuori giri consegnano il secondo set nelle mani di Casalmaggiore.
Ritorna in campo dal prio minuto Aguero nel terzo set. Le padrone di casa partono subito di slancio, 4-2 e 8-4 con ace di Stevanovic e Bellano che chiama time out. Nelle fila piemontesi, Montano rileva una spenta Muresan. La Pomì è padrona del set e mantiene un vantaggio costante (12-5). Ornavasso di fatto non riesce più a limitare il gap. Chiude Stevanovic con fast vincente.
Spazio a fine gara alle parole di Tai Aguero che dopo l’apparizione di Forlì, ha trovato a lungo il campo con Ornavasso. “E’ stata un’emozione grande, nonostante la mia lunga carriera provo sempre i brividi nello scendere in campo. Credo in questo gruppo ed è per questo che ho scelto Casalmaggiore per ritornare all’attività. Sono qui per cercare di dare il meglio di me e dare una mano a far crescere tante giovani interessanti”. A chi le chiede in merito alle voci circolate su un suo possibile ritorno in nazionale da palleggiatrice risponde. “Io mi diverto in tutti i ruoli in cui mi viene richiesto di giocare”.
Master Group Sport Volley Cup: i risultati della 19^ giornata Imoco Volley Conegliano – Rebecchi Nordmeccanica Piacenza 3-2 (25-21, 17-25, 21-25, 25-19, 15-11) Robur Tiboni Urbino – Foppapedretti Bergamo 2-3 (28-26, 17-25, 25-18, 15-25, 11-15) Liu Jo Modena – Unendo Yamamay Busto Arsizio 3-2 (19-25, 28-26, 16-25, 25-21, 15-11) IHF Volley Frosinone – Banca di Forlì 3-2 (25-11, 21-25, 24-26, 25-19, 15-11) Pomì Casalmaggiore – Openjobmetis Ornavasso 3-0 (25-22, 25-20, 25-12) Riposa: Igor Gorgonzola Novara
Master Group Sport Volley Cup: la classifica Rebecchi Nordmeccanica Piacenza 43, Imoco Volley Conegliano 40, Foppapedretti Bergamo 35, Liu Jo Modena 33, Unendo Yamamay Busto Arsizio 30, Igor Gorgonzola Volley Novara 29, Pomì Casalmaggiore 27, Openjobmetis Ornavasso 17, Robur Tiboni Urbino 15, Ihf Volley Frosinone 11, Banca Di Forlì 5.
Master Group Sport Volley Cup: i tabellini IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA 3-2 (25-21, 17-25, 21-25, 25-19, 15-11)  IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Lloyd 1, Gibbemeyer 9, Fiorin 25, Daminato (L), Donà 1, De Gennaro (L), Nikolova 22, Barcellini 17, Barazza 8. Non entrate Kauffeldt, Calloni, Bechis, Tirozzi. All. Gaspari.  REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Leggeri 5, De Kruijf 7, Van Hecke 17, Meijners 20, Ferretti 1, Sansonna (L), Bramborova, Caracuta, Bosetti 34, Vindevoghel. Non entrate Poggi, Valeriano, Manzano. All. Caprara.  ARBITRI: Goitre, Boris.  NOTE – Spettatori 5000, durata set: 28′, 27′, 30′, 33′, 18′; tot: 136′.
ROBUR TIBONI URBINO – FOPPAPEDRETTI BERGAMO 2-3 (28-26, 17-25, 25-18, 15-25, 11-15) ROBUR TIBONI URBINO: Carocci (L), Giombetti, Negrini 12, Thibeault 11, Santini 12, Escobar, Casoli 1, Kostic 13, Brcic 4, Guidi, Leggs 9. Non entrate Zecchin. All. Micoli.  FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Klisura, Stufi 11, Loda 3, Weiss 1, Blagojevic 9, Merlo (L), Folie 15, Diouf 28, Smutna, Sylla 15. Non entrate Bruno, Melandri. All. Lavarini.  ARBITRI: Lot, Montanari. NOTE – durata set: 30′, 23′, 26′, 22′, 16′; tot: 117′.
LIU • JO MODENA – UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 3-2 (19-25, 28-26, 16-25, 25-21, 15-11)  LIU • JO MODENA: Rousseaux 18, Perinelli (L), Heyrman 16, Paggi 9, Prandi, Andjelic 1, Piccinini 19, Fabris 19, Maruotti, Rondon 5. Non entrate Petrachi, Ruseva. All. Chiappafreddo.  UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Ortolani 23, Garzaro 6, Bianchini, Michel 2, Leonardi (L), Marcon 10, Spirito, Sloetjes, Buijs 21, Arrighetti 20, Wolosz 4. Non entrate Degradi, Petrucci. All. Parisi.  ARBITRI: Puecher, Gelati.  NOTE – durata set: 24′, 33′, 24′, 26′, 17′; tot: 124′.
IHF VOLLEY FROSINONE – BANCA DI FORLì 3-2 (25-11, 21-25, 24-26, 25-19, 15-11) IHF VOLLEY FROSINONE: Frigo 10, Percan 1, Bonciani, Astarita 8, Agostinetto 8, Spataro 7, Angeloni 10, Biccheri, Gioli 39, Ruzzini (L). Non entrate Kidder, Vico. All. Martinez.  BANCA DI FORLì: Ventura 12, Petrovikj 4, Roani 8, Spelman, Piolanti 1, Coriani (L), Pincerato 4, Zardo (L), Lamprinidou 9, Borgogno 8, Bezarevic 27. Non entrate Arrechea Montano, Rosso. All. Marone. ARBITRI: Zingaro, Turtù.  NOTE – durata set: 19′, 26′, 28′, 24′, 16′; tot: 113′.
POMì CASALMAGGIORE – OPENJOBMETIS ORNAVASSO 3-0 (25-22, 25-20, 25-12) POMì CASALMAGGIORE: Aguero 4, Olivotto, Sirressi (L), Gennari 10, Aguirre Perdomo 9, Lipicer Samec 12, Camera, Zago 1, Stevanovic 13, Grazietti. Non entrate Bacchi, Quiligotti, Agrifoglio. All. Beltrami.  OPENJOBMETIS ORNAVASSO: Pisani 1, Ghilardi (L), Ikic 5, Tasca 5, Muresan 6, Montano Lucumi 2, Signorile 2, Tom 12, Chirichella 8. Non entrate Bacciottini, Gloder, Prsa. All. Bellano.  ARBITRI: Perri, Bertoletti.  NOTE – durata set: 26′, 26′, 24′; tot: 76′.
Master Group Sport Volley Cup: il prossimo turno (domenica 30 marzo, ore 18.00) Unendo Yamamay Busto Arsizio – IHF Volley Frosinone Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – Igor Gorgonzola Novara  sabato 29 marzo, ore 20.30 DIRETTA RAI SPORT 1 Openjobmetis Ornavasso – Imoco Volley Conegliano DIRETTA SPORTUBE 2 Banca di Forlì – Robur Tiboni Urbino Liu Jo Modena – Pomì Casalmaggiore sabato 29 marzo, ore 20.30 Riposa: Foppapedretti Bergamo

Master Group Sport Volley Cup A2: nelle posizioni di vetta cade San Casciano a Monza, Montichiari passa a Bolzano ma solo al tie break. Per Reggio Emilia tre punti d’oro a Gricignano

Il successo della Riso Scotti Pavia di fronte al proprio pubblico consente alla formazione di Braia di superare la Beng Rovigo in classifica e di scavalcare una diretta avversaria per il piazzamento ai Play Off. La squadra allenata da Ferrari riesce di fatto a imporre il proprio gioco solo nel primo parziale. Il secondo e il terzo set sono un monologo di Pavia, trascinata da Devetag, fulcro delle azioni più importanti. Rovigo ci riprova nel quarto, supportata dalla new entry Kotlar, ma subiscono il ritorno perentorio delle api.
La terza forza del campionato, il Volley Soverato, non tradisce le attese e tra le mura amiche risolve la pratica Sala Consilina in tre set. Per le padrone di casa si tratta di un’importante affermazione, dopo le brutte sconfitte contro Montichiari e Reggio Emilia. Per la Puntotel, il ok odierno la lascia ancorata al penultimo posto in classifica, a quota 13.
Lascia tre punti importanti per la corsa al prima il Bisonte San Casciano sul campo di Monza, che interrompe la striscia negativa di cinque sconfitte nelle ultime cinque gare. Le ospiti vengono colte di sorpresa dalle padrone di casa che conducono il primo set con discreta autorità. Il ritorno del Bisonte è perentorio e nel secondo set Monza non riesce mai a entrare in partita. Terzo e quarto set combattutissimo, soprattutto nelle fasi centrali. Ma sono Viganò e compagne ad avere la meglio e a conquistare i punti che servono per agganciare Scandicci al quarto posto.
La sfida salvezza della Seria A2 vede sorridere la squadra di Baraldi, che mette in campo una prova di gran cuore e scatena le proprie bocche da fuoco trascinate da una Soraia Dos Santos in grande spolvero, miglior realizzatrice del match. Con questo successo, Crovegli mantiene 5 punti di margine dalle giallorosse e 4 punti su Sala Consilina, che domenica prossima affronterá proprio Gricignano.
Grande dimostrazione di forza della Obiettivo Risarcimento sul campo di Scandicci. La formazione di Rossetto cede solo un set e conquista tre punti preziosi in chiave Play Off. Alte le percentuali di ricezione delle ospiti, che hanno consentito a Ghisellini e Cialfi di ben orchestrare il gioco d’attacco. In casa Savino, non bastano Strobbe e Moneta a svoltare una serata amara.
Al PalaResia di Bolzano la Metalleghe Sanitars Montichiari conquista un successo sofferto e a tratti insperato, che la mantiene in vetta alla classifica allontanando un poco di più San Casciano. Sotto di due set, le bresciane riescono a recuperare, grazie soprattutto a una Saccomani in serata super, ma che devono considerare il forfait di Musti De Gennaro per infortunio dal secondo set. A fine gara, coach Barbieri non può che fare i complimenti alle proprie giocatrici “che hanno dimostrato di saper soffrire riuscendo ad alzare la testa.”.
Master Group Sport Volley Cup A2: i risultati della 19^ giornata Riso Scotti Pavia-Beng Rovigo 3-1 (25-27, 25-16, 25-17, 25-19) Differita mercoledì 26 marzo, ore 22.30 RAI SPORT 2 Volley Soverato-Puntotel Sala Consilina 3-0 (25-19, 25-16, 25-22) Volksbank Sudtirol Bolzano-Metalleghe Sanitars Montichiari 2-3 (25-23, 27-25, 18-25, 14-25, 13-15) Saugella Team Monza-Il Bisonte San Casciano 3-1 (25-17, 13-25, 25-21, 25-23) Corpora Gricignano Di Aversa-Crovegli Reggio Emilia 0-3 (22-25, 26-28, 23-25) Savino Del Bene Scandicci-Obiettivo Risarcimento Vicenza 1-3 (17-25, 25-19, 17-25, 17-25)
Master Group Sport Volley Cup A2: la classifica Metalleghe Sanitars Montichiari 46, Il Bisonte San Casciano 43, Volley Soverato 37, Savino Del Bene Scandicci 31, Saugella Team Monza 31, Riso Scotti Pavia 30, Obiettivo Risarcimento Vicenza 28, Beng Rovigo 28, Volksbank Sudtirol Bolzano 26, Crovegli Reggio Emilia 17, Puntotel Sala Consilina 13, Corpora Gricignano Di Aversa
Master Group Sport Volley Cup A2: i tabellini RISO SCOTTI PAVIA – BENG ROVIGO 3-1 (25-27, 25-16, 25-17, 25-19) RISO SCOTTI PAVIA: Masino 2, Renkema 20, Frackowiak 19, Poma (L), La Rosa 4, Devetag 17, Di Bonifacio, Moretti 11. Non entrate Nicolini, Poma, Civardi Valentina, D’alessandro Sofia. All. Braia.  BENG ROVIGO: Agostini, Kotlar 7, Nardini 2, Brusegan 2, Crepaldi 6, Peluso 1, Agostinetto 16, Cheli, Giacomel, Aluigi 12, Cervella (L). All. Ferrari.  ARBITRI: Talento, Lolli.  NOTE – durata set: 27′, 21′, 22′, 24′; tot: 94′.
VOLLEY SOVERATO – PUNTOTEL SALA CONSILINA 3-0 (25-19, 25-16, 25-22) VOLLEY SOVERATO: Cacciapaglia (L), Travaglini 7, Boscacci 11, Martinuzzo 4, Rosa 13, Arimattei 12, Burduja, De Lellis 4. Non entrate Ferraro, Lavorenti, Bellapianta, Torcasio. All. Breviglieri.  PUNTOTEL SALA CONSILINA: Colarusso 13, Martinelli 4, Neriotti 1, Kulikova 7, Devetag, Brignole, Dekani 6, Salvi 3, Minervini (L), Di Iulio. Non entrate Dall’ara. All. Guadalupi. ARBITRI: Pozzi, Spinnicchia. NOTE – durata set: 25′, 21′, 28′; tot: 74′.
VOLKSBANK SUDTIROL BOLZANO – METALLEGHE SANITARS MONTICHIARI 2-3 (25-23, 27-25, 18-25, 14-25, 13-15) VOLKSBANK SUDTIROL BOLZANO: Giora, Gentili 11, Ceron, Cumino, Medaglioni (L), Papa 13, Bertolini 1, Menghi 10, Porzio 17, Waldthaler, Korobkova 23. All. Bonafede. METALLEGHE SANITARS MONTICHIARI: Guatelli 9, Rebora 8, Dalia 3, Musti De Gennaro 5, Portalupi (L), Alberti 4, Saccomani 26, Gravesteijn 19, Zampedri. Non entrate Zanotto, Milani. All. Barbieri.  ARBITRI: Palumbo, Stancati.  NOTE – durata set: 25′, 33′, 26′, 23′, 18′; tot: 125′.
SAUGELLA TEAM MONZA – IL BISONTE SAN CASCIANO 3-1 (25-17, 13-25, 25-21, 25-23) SAUGELLA TEAM MONZA: Bruno 9, Viganò 11, Garavaglia 19, Balboni 3, Saveriano, Bonetti 16, Facchinetti 7, Nomikou, Aricò, Bisconti (L). Non entrate Rinaldi, Garbet, Pastrenge. All. Mazzola.  IL BISONTE SAN CASCIANO: Mastrodicasa 10, Lotti 4, Giovannelli 1, Villani 9, Parrocchiale (L), Pietrelli 9, Koleva 19, Bertone 7, Vingaretti. Non entrate Focosi, Savelli. All. Vannini.  ARBITRI: Guarneri, Del Vecchio. NOTE – Spettatori 930, durata set: 24′, 23′, 26′, 31′; tot: 104′.
CORPORA GRICIGNANO – CROVEGLI REGGIO EMILIA 0-3 (22-25, 26-28, 23-25) CORPORA GRICIGNANO: Carrara (L), Drozina 3, Senkova 9, Gabbiadini 7, Giuliodori 11, Karalyus 5, Pascucci 17, Faraone, Repice 5. Non entrate Russo, Sannino. All. Della Volpe. CROVEGLI REGGIO EMILIA: Giorgi (L), Vujko 10, Cirilli 12, Lancellotti 1, Catena 9, Assirelli 7, Polak 1, Soraia 20. Non entrate Belfiore, Gennari, Bussoli, Losi. All. Baraldi.  ARBITRI: Moratti, Nicolazzo.  NOTE – durata set: 27′, 35′, 31′; tot: 93′.
SAVINO DEL BENE SCANDICCI – OBIETTIVO RISARCIMENTO VICENZA 1-3 (17-25, 25-19, 17-25, 17-25) SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Strobbe 13, Rania 4, De Fonzo, Fanzini 1, Mazzini, Lussana (L), Agresti, Chojnacka 1, Corna 1, Moneta 12, Taborelli 11, Lapi 10. All. Botti.  OBIETTIVO RISARCIMENTO VICENZA: Pastorello 11, Peretto 19, Sestini, Lanzini (L), Milocco 15, Baggi 13, Ghisellini 3, Fronza 4, Cialfi 3. Non entrate Andreeva, Fiori. All. Rossetto.  ARBITRI: Bartoloni, Pignataro.  NOTE – durata set: 25′, 24′, 27′, 27′; tot: 103′.
Master Group Sport Volley Cup A2: il prossimo turno (domenica 30 marzo, ore 18.00) Metalleghe Sanitars Montichiari – Riso Scotti Pavia Il Bisonte San Casciano – Volley Soverato Crovegli Reggio Emilia – Saugella Team Monza Puntotel Sala Consilina – Corpora Gricignano Obiettivo Risarcimento Vicenza – Volksbank Sudtirol Bolzano sabato 29 marzo, ore 20.30 Beng Rovigo – Savino del Bene Scandicci LVF

ph. Maurizio Ferro

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media