10^ giornata di ritorno: Rebecchi Nordmeccanica Piacenza prima in regular season. Al PalaBanca sconfitta anche la Unendo Yamamay Busto Arsizio

Scritto da on apr 3rd, 2014 e archiviato sotto la categoria Campionato, Notizie, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

LegaVolleyFemminile

Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – Unendo Yamamay Busto Arsizio 3-1 (25-15, 27-25, 16-25, 25-22)

STARTING SIX

Piacenza: Ferretti-Van Hecke, Leggeri-De Kruijf, Bosetti-Meijners, Sansonna (L)

Busto Arsizio: Wolosz-Ortolani, Garzaro-Arrighetti, Marcon-Buijs, Leonardi (L)

Piacenza matematicamente prima, per Busto Arsizio quarto posto da conquistare nell’ultima giornata di campionato contro Conegliano. E’ il responso della gara giocata al PalaBanca e vinta in quattro set dalla Rebecchi Nordmeccanica al termine di un match che per la squadra di casa si è complicato dopo un primo set vinto  in scioltezza.
Piacenza ha dimostrato fame di vittoria anche dopo aver vinto i primi due set che già significavano certezza matematica del primo posto in regular season. Come già contro Novara nella partita di domenica scorsa, le padrone di casa hanno accusato un calo di tensione e concentrazione nel terzo set, un aspetto su cui mister Caprara dovrà lavorare in vista dei play off. A Busto Arsizio va riconosciuto il merito di aver dimostrato di poter giocare alla pari con la regina del campionato.
Partita poco spettacolare in fase offensiva per entrambe le squadre. La Rebecchi Nordmeccanica ha potuto contare sul valido apporto di Meijners e Bosetti, tra le bustocche si sono distinte Arrighetti (top scorer della sua squadra e tanta grinta da vendere) e Marcon, anche per la sua solidità in seconda linea. Poco lucida la distribuzione del gioco da parte di Wolosz, non sempre attenta a imbeccare la giocatrice più ispirata in fase offensiva.

CRONACA

Primo set: parte bene Busto Arsizio con il muro di Buijs su De Kruijf e l’attacco di Ortolani (2-4). Piacenza fatica a mettere palla a terra, merito anche delle difese della Unendo Yamamay. Dopo due errori in attacco (4-6), Van Hecke e Bosetti aggiustano il tiro pareggiando i conti (7-7). Il muro di Leggeri su Ortolani vale il sorpasso di Piacenza (9-7). Bosetti si improvvisa palleggiatrice e Meijners realizza il punto del 10-8. Gli attacchi in sequenza di De Kruijf, Leggeri e Meijners in pipe valgono il 16-12 per la Rebecchi Nordmeccanica e l’inevitabile time out per Busto. Dopo gli errori di Ortolani (rete) e Buijs (invasione), mister Parisi è costretto di nuovo a richiamare la sua squadra. Al rientro in campo, Bosetti mura Garzaro, Van Hecke ferma Marcon (20-12). Parisi prova la carta Petrucci. I due attacchi consecutivi di Ortolani del 20-14 sono l’ultimo sussulto di Busto Arsizio. Piacenza non si ferma con l’attacco in contro tempo di Bosetti e il diagonale (fortunoso) di Meijners (22-15). Gli ultimi tre punti sono altrettanti errori delle farfalle con Marcon (servizio in rete), Buijs e Garzaro (attacco out).

Secondo set: Wolosz da subito fiducia alle sue centrali. Garzaro e Arrighetti rispondono presente e Busto Arsizio passa a condurre 3-4 allungando nell’azione successiva con Ortolani. E’ Bosetti a piazzare il sorpasso di Piacenza, dopo il lungolinea out di Arrighetti. Le padrone di casa allungano con il muro di Leggeri su Marcon, gli attacchi di Meijners e Bosetti che sorprende in pipe la difesa avversaria (10-6). L’Unendo Yamamay prova a restare in partita (14-13) con Ortolani e sfruttando il momento difficile di Van Hecke (errore e muro da Garzaro). De Kruijf e il pallonetto di Bosetti favoriscono un nuovo mini break per la Rebecchi Nordmeccanica, ma Arrighetti e l’ace di Buijs tengono vive le speranze per Busto Arsizio, poi Marcon costringe Caprara al time out (20-19). Finale di set giocato punto a punto. Piacenza arriva per prima alla palla set. Annulla Arrighetti per due volte, poi Van Hecke e il muro di Leggeri su Marcon (con la difesa di Busto ferma a guardare la palla cadere sul taraflex) chiudono il set 27-25.

Terzo set: Piacenza fa il bello e cattivo tempo in avvio di parziale e subito si intuisce che non è la stessa dei due set precedenti. Una doppia Arrighetti pareggia i conti sul 4-4. Van Hecke è murata per due volte da Ortolani e lascia il campo per Vindevoghel. Time out Piacenza sul 7-10 firmato Ortolani. L’opposto di Busto Arsizio continua a picchiare forte, Garzaro trova l’ace con la complicità della ricezione di Piacenza, Arrighetti troneggia a rete (10-16). Bramborova rileva Bosetti ma è subito murata da Arrighetti. Ferretti e De Kruijf mancano l’intesa e Caprara prova anche la carta Manzano. Piacenza non riesce a trovarela lucidità per raddrizzare un set ormai compromesso. Marcon conquista 9 palle set con un mani out da posto quattro. Il set si chiude con l’errore al servizio di Bosetti (16-25).

Quarto set: partenza sprint della Rebecchi Nordmeccanica con Meijners, Bosetti, De Kruijf e Van Hecke (6-1). Subito un cambio per Busto con la staffetta Garzaro-Michel e time out Parisi. Arrighetti (muro su Bosetti e attacco) suona la carica per la Unendo Yamamay, Piacenza vanifica tutto il suo vantaggio con l’errore di De Kruijf (8-8). Dopo il time out di Caprara, Bosetti piazza due muri su Ortolani e Arrighetti in fast. La centrale bustocca restituisce la cortesia alla schiacciatrice della Rebecchi e la Unendo Yamamay resta incollata alle avversarie (11-11). Sala in cattedra Meijners e Piacenza allunga 20- 14. Cambio Sloetjes-Ortolani per Busto Arsizio. Marcon tiene vivo l’attacco delle farfalle. L’errore di Van Hecke e l’invasione aerea di Ferretti riaprono il set (20-18). Time out Caprara. Buijs fa sentire il fiato sul collo alla Rebecchi Nordmeccanica (21-20). Bosetti trova il guizzo vincente con due attacchi consecutivi. Arrighetti non si arrende, neanche quando Piacenza conquista il punto del 24-21 (invasione di Wolosz). Ci pensa Van Hecke a chiudere la partita 25-22.

POST PARTITA

Giovanni Caprara: “Questa vittoria non ci regala solo il primo posto in classifica ma da anche continuità ai nostri risultati. Ora però dobbiamo farci trovare pronti per le battaglie dei play off. Oggi siamo stati bravi a reagire dopo il terzo set e a contenere il ritorno delle nostre avversarie nel quarto. Busto si è dimostrato avversario di livello che darà molto fastidio nei play off”.

Carlo Parisi: “Se riguardiamo la partita, quella di stasera è stata una buona gara. Eravamo pronti a giocare scambi lunghi e molti li abbiamo anche vinti. Però contro una squadra come Piacenza che ha un’ottima correlazione muro-difesa, dovevamo essere più bravi nella gestione del contrattacco. Invece siamo stati carenti nel mettere palla a terra. Purtroppo viviamo situazioni di alti e bassi, facciamo cose buone e poi cadiamo nel buoi totale, non riusciamo a gestire situazioni semplici come appoggi o pallonetti. Potevamo dimostrare maggiore responsabilità nella gestione di alcune palle e situazioni. Io non guardavo ieri la classifica, non la guardo oggi. A me interessa creare un buon gioco e situazioni positive in campo. E’ quello che dovremo fare contro Conegliano”.

TABELLINO

Rebecchi Nordmeccanica Piacenza: Leggeri 7, De Kruijf 12, Van Hecke 11, Meijners 20, Manzano, Ferretti 1, Sansonna (L), Bramborova, Bosetti 18, Vindevoghel. NE: Poggi, Caracuta, Valeriano. All. Caprara

Unendo Yamamay Busto Arsizio: Ortolani 13, Garzaro 4, Bianchini, Michel, Leonardi (L), Marcon 14, SPirito, Sloetjes 1, Buijs 14, Arrighetti 17, Wolosz 1, Petrucci. NE: Degradi. All. Parisi.

Piacenza: attacco 41%, ricezione 73% (39%), battuta 5 errori 2 punti, muri 11, errori 23
Busto Arsizio: attacco 37%, ricezione 85% (49%), battuta 4 errori 2 punti, muri 11, errori 24

Giuseppe Flace

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media