Unendo Yamamay Busto Arsizio: sconfitta da Piacenza, ma con una prova di grande carattere

Scritto da on apr 3rd, 2014 e archiviato sotto la categoria Campionato, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

12746_10203523979648400_1998276162_n Finisce 3-1 per la Rebecchi Piacenza, ma per la Unendo Yamamay Busto Arsizio c’è da portare a casa la convinzione di poter giocare alla pari con qualsiasi squadra negli imminenti play-off. La partita del Pala Banca non ha lasciato punti per le farfalle, è vero, ma la squadra di Carlo Parisi ha dato per larghi tratti la sensazione di esprimere un gioco valido e di livello, seppur al cospetto del team maggiormente candidato alla vittoria finale e che proprio questa sera ha conquistato tre punti che le consentono matematicamente di chiudere al primo posto in graduatoria la regular season. In un match in cui nessuno dei due attacchi ha particolarmente brillato (39% Piacenza, 35% Busto Arsizio), Piacenza si è affidata spesso e volentieri alle sue “bomber” Meijners (20 punti) e Bosetti (18), conquistando facilmente il primo set, in cui tuttavia Marcon e compagne non erano partite male. La Unendo Yamamay può recriminare qualcosa nel finale del secondo set, quando, dopo aver recuperato uno svantaggio consistente, ha forse sprecato qualche occasione di troppo e ha infine ceduto per 27-25. Nel terzo parziale la UYBA ha osato di più al servizio e ha ottenuto tanto da Ortolani (13 punti in totale) e soprattutto da Arrighetti, la migliore delle farfalle con 17 punti, 63% offensivo e 5 muri, mentre nel quarto, nonostante una partenza in salita, le farfalle hanno fatto di tutto per recuperare e ci erano quasi riuscite, arrivando a -1 (21-20). Nel finale una super Bosetti ha allungato definitivamente a favore delle emiliane. Per le farfalle da annotare infine il buon 43% offensivo (14 punti) della capitana Marcon. La differita integrale della partita andrà in onda domani sera (giovedì) alle ore 21 su Telesettelaghi (can 74) digitale terrestre, mentre il prossimo appuntamento in campo è già vicino per la squadra biancorossa:sabato sera al Palayamamay è in programma alle 20.30 la sfida con l’Imoco Conegliano (biglietti in prevendita su www.volleybusto.com/tickets.php e nei 1000 punti vendita Ticketone).
Sala stampa: Garzaro: “A parte il primo set un po’ buttato al vento, poi siamo rimaste sempre attaccate alle avversarie, pronte e disposte a non mollare. Vedo segnali interessanti e positivi da mettere in pratica già da sabato con Conegliano. Un’altra partita rispetto alla Coppa Italia, dove era mancato l’atteggiamento mentale. Stasera comunque Piacenza ha meritato, sono forti e si può vincere e perdere con loro, ma il nostro atteggiamento è stato giusto.” Dagioni: “Fa sempre male commentare una sconfitta, ma per molte fasi di gioco credo che la differenza sia stata solo in alcuni particolari; noi abbiamo tenuto bene il campo a parte la prima metà primo set. Per il secondo set c’è qualche rammarico, con un pizzico di attenzione in più su alcuni palloni non gestiti bene nella nostra metà campo avremmo potuto cambiare il rush finale del parziale e portarci sull’1-1. Il terzo set è stato molto positivo e vinto nettamente, mentre nel quarto la qualità di Piacenza nella gestione delle azioni lunghe è venuta fuori; nonostante questo l’abbiamo chiuso a 22. Abbiamo avuto un discreto cambio palla, mentre abbiamo fatto più fatica nelle rigiocate; da quando abbiamo battuto meglio (secondo set) i nostri numeri sono stati in linea con quelli delle avversarie. In vista dei play off ripartiamo da una gara in cui siamo usciti sconfitti ma da cui dobbiamo ricavare la convinzione di poter essere competitivi con tutti nei play off da settimana prossima”.
La gara in pillole: Caprara sceglie in partenza Ferretti – Van Hecke, Leggeri – De Kruijf, Bosetti – Meijners, Sansonna libero; Carlo Parisi inizia con Wolosz – Ortolani, Garzaro – Arrighetti, Marcon – Buijs, Leonardi libero.
Primo set: Marcon si supera in difesa e Ortolani affonda il primo 2-4, ma Bosetti riacciuffa il pari sul 6; Leggeri a muro fa 9-7, Meijners conferma con l’attacco del 10-8, Ortolani attacca out l’11-8 e un altro errore biancorosso regala il primo 12-9 alle padrone di casa. Meijners allunga con la pipe (16-12), ma la UYBA è troppo fallosa e Parisi gioca già il secondo time-out sul 18-12; al rientro il trend del set non cambia e la Rebecchi arriva prestissimo al 25-15 (dentro Petrucci per Wolosz dal 19-12).
Secondo set: Arrighetti e Ortolani partono bene (3-5), ma Bosetti e Van Hecke ristabiliscono il pari, mentre Leggeri mura l’8-6; il pallonetto di Bosetti fa chiamare tempo a Parisi (10-6), poi Buijs, il muro di Garzaro e l’attacco di Marcon riaccendono la speranza (11-9); Bosetti fa suonare il 12-9, Buijs mantiene le distanze (13-10), Ortolani accorcia ancora (13-11) e Van Hecke regala il -1 (13-12). Buijs si fa vedere anche a muro (14-13), ma De Kruif risponde per le rime (15-13) e Bosetti in pallonetto fa 16-13; Buijs con l’ace torna a -2 (18-16) e conferma  on la pipe (19-17 dentro Bianchini al servizio e Sloetjes per Wolosz). Bianchini serve subito bene e Marcon trova il -1 (19-18 tempo Caprara). Chiuso il doppio cambio sul 20-18 Marcon firma il lungolinea del 20-19 e Ortolani pareggia (20-20), Buijs fa 21-21 e 22-22, Ortolani tiene (23-23), la UYBA spreca (24-23 tempo Parisi), Arrighetti annulla due set ball (25-25), ma Van Hecke e il muro piacentino chiudono 27-25.
Terzo set: l’inizio è equilibrato (6-6), Ortolani a muro prova a lanciare le farfalle mentre Caprara inserisce Vindevoghel per Van Hecke. Ortolani passa ancora (7-10) e la Rebecchi ferma il gioco, al rientro ancora l’opposto biancorosso e Arrighetti fanno suonare la campane dell’8-12. Piacenza regala l’8-13, Ortolani passa di nuovo (8-14), ma De Kruijf tenta di ricucire subito (10-14); Arrighetti conquista il cambiopalla e mura prima il 10-16 e poco dopo l’11-18 (tempo Caprara); al rientro Buijs fa ace (11-19) e Marcon arriva all’11-20, nel finale la UYBA amministra e chiude grazie al servizio out di Bosetti (16-25).
Quarto set: la Rebecchi Nordmeccanica parte forte sui servizi di Van Hecke (5-1 tempo Parisi), sul 6-1 entra Michel su Garzaro e Arrighetti accorcia (6-3); sempre Arrighetti tiene accesa la luce con il muro dell’8-4 e con l’attacco dell’8-5. Buijs mura l’8-6 e la UYBA con le unghie conquista l’8-7. De Kruijf spara out l’8-8 e Caprara ferma il gioco, due muri di Bosetti fanno 10-8, ma Wolosz c’è (10-9); Marcon riacciuffa il pari (10-10), Arrighetti fa lo stesso con il muro (11-11), Leggeri attacca il 12-11. Il muro di Meijners lancia Piacenza (15-11 time-out Parisi), Marcon trova la doppietta del 15-13, ma ancora Meijners a muro stacca (17-13); Meijners e Bosetti schiacciano sull’acceleratore (19-14) e sul 20-14 Parisi prova Sloetjes per Ortolani: l’olandese attacca il 20-17, Ferretti invade (20-18) e Caprara ferma il gioco. Buijs attacca il -1 (21-20), ma Bosetti (doppietta) fa 23-20, Arrighetti trova il cambiopalla (23-21), un’invasione bustocca regala il 24-21. Arrighetti annulla il primo match ball (24-22), ma Van Hecke chiude i conti (25-22).
Il tabellino Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – Unendo Yamamay Busto Arsizio 3-1 (25-15, 27-25, 16-25, 25-22) Rebecchi Nordmeccanica Piacenza: Leggeri 7, De Kruijf 12, Van Hecke 11, Meijners 20, Manzano, Ferretti 1, Sansonna (L), Bramborova, Caracuta ne, Bosetti 18, Vindevoghel, Poggi ne. All. Giovanni Caprara, secondo allenatore Stefano Saja. Battute errate: 5, vincenti: 2. Muri: 11. Unendo Yamamay Busto Arsizio: Ortolani 13, Garzaro 4, Bianchini, Michel, Leonardi (L), Marcon 14, Spirito, Sloetjes 1, Buijs 14, Arrighetti 17, Wolosz 1, Petrucci. All. Carlo Parisi, secondo allenatore Massimo Dagioni. Battute errate: 4, vincenti: 2. Muri: 11. Arbitri: Longo – Perri Spettatori: 2970 (100 da Busto Arsizio)
In “Gallerie” le foto della partita (di Gabriele Alemani)

 Ufficio stampa

ph. Riccardo Giuliani

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media