Master Group Sport Volley Cup: Busto Arsizio stordisce Bergamo, 3-0 al PalaNorda. Conegliano parte con il piede giusto, Casalmaggiore battuta 3-0

Scritto da on apr 10th, 2014 e archiviato sotto la categoria Campionato, Notizie, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

1977300_10202803626684521_1767809387_nLa prima serata dei Play Off Scudetto 2014 premia Imoco Volley Conegliano e Unendo Yamamay Busto Arsizio. Nelle Gare-1 dei quarti di finale della parte bassa del tabellone, le pantere superano 3-0 la Pomì Casalmaggiore soffrendo solo nel terzo set, mentre le farfalle s’impongono a sorpresa per 3-0 sul campo della Foppapedretti Bergamo e potranno sfruttare Gara-2 in casa per conquistare la semifinale.
Giovedì sera si completerà il quadro dei match di apertura. Alle 20.30 la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza affronterà la Robur Tiboni Urbino, mentre alle 21.00 e in diretta su Rai Sport 1 l’Igor Gorgonzola Novara se la vedrà con la Liu Jo Modena.
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – POMI’ CASALMAGGIORE 3-0 (25-13, 25-12, 29-27) Confermando la superiorità espressa nei due match di Regular Season, l’Imoco Volley Conegliano sconfigge 3-0 la Pomì Casalmaggiore in Gara-1 dei quarti di finale. Al PalaVerde le pantere scatenano sin dai primi scambi una grinta incontenibile, sia nella fase di attacco che in quella di difesa, quasi a voler dimostrare immediatamente che l’obiettivo stagionale è il più grande possibile. Le rosa al contrario partono contratte, coach Beltrami ricorre a numerosi cambi prima di trovare – nel terzo set – la formula che se non si rivela vincente (le gialloblù annullano un set point alle casalasche prima di imporsi 29-27) perlomeno consente alle sue giocatrici di acquisire qualche certezza in più in vista di Gara-2, in programma sabato sera al PalaPomì di Viadana. Nikolova è la top scorer con 20 punti e 4 muri, 13 per Fiorin e 11 per Gibbemeyer. Per le rosa 12 di Zago, con 2 muri e un servizio vincente.
Gaspari recupera e schiera nello starting six Nikolova e Barcellini, Beltrami parte con Aguero da opposta. Inizio forte delle finaliste dello scorso anno: in pochi istanti è 5-1. Il servizio di Nikolova dà fastidio e dà soprattutto vita a un break lunghissimo. Agrifoglio sostituisce Camera, ma la costruzione degli attacchi da parte delle ospiti è affannata. Un ace della bulgara firma il 20-13. Pipe di Aguero murata da Gibbemeyer. Dentro anche Bacchi per Lipicer, ma un altro servizio vincente di Nikolova su Gennari fissa il 25-13. Sul 2-4 del secondo Beltrami insoddisfatto propone Zago e Olivotto per Aguero e Aguirre. Fiorin in grande spolvero realizza il 7-2. Casalmaggiore rientra sul 6-7, poi subisce un nuovo parziale fino al 12-8 fissato dal tocco di seconda di Lloyd. Le pantere non lasciano cadere alcunché e la Pomì è imprecisa: Gennari subisce il muro a uno, Nikolova picchia tre palloni di fila e in un attimo è 22-10. Bacchi tenta invano di scardinare il muro gialloblù, con Fiorin e un errore di Olivotto però è 24-10. Zago e un ace di Agrifoglio ritardano la chiusura del parziale, il 25-13 è di Gibbemeyer.
Un muro della centrale statunitense vale il primo vantaggio trevigiano nel terzo (2-1), l’ace di Zago il sorpasso delle rosa sul 4-3. L’Imoco riprende a correre spedita, due errori di Lipicer e di Gennari riportano le pantere sull’8-5 e Beltrami chiama time out. Poi a sbagliare sono Barazza e Barcellini (9-9) e le casalasche provano a giocarsela, anche per rinfrancare il proprio morale in vista di Gara-2. L’ace di Camera vale il 12-10, l’attacco molto complicato di Zago il +3. Conegliano rientra spinta dal proprio pubblico, sassata di Fiorin ed errore in palleggio di Zago (14-14). Il punto a punto prosegue fino al 18-18, Nikolova a segno e gialloblù con la testa avanti. Risponde la Pomì con Stevanovic – muro sulla bulgara – e Zago – splendida palla da seconda linea: 21-19. Due block-in delle padrone di casa e 22-22. Sale la temperatura, l’opposta rosa tocca le mani del muro (23-22), Barazza impatta a 23. Olivotto mura e regala il set point alle ospiti, che Nikolova annulla. Bacchi è imprecisa e il match point è gialloblù: primo tempo di Olivotto e 25-25. De Gennaro vola su Zago e Nikolova trasforma il 26-25. Zago prima e Stevanovic poi cancellano altre due palle match. Tirozzi in lungolinea per il 28-27. La nuova fast di Stevanovic esce di pochi centimetri e le rosa cedono 27-29.
Gaspari non può che dirsi soddisfatto: “Complimenti alle mie ragazze per i primi due set, giocati a un livello altissimo. Me lo aspettavo, ma hanno giocato veramente bene con attenzione e intensità pazzesche. Nel terzo set c’è stato un nostro calo, Casalmaggiore ha tirato fuori dalla panchina delle variazioni a cui ci siamo adattati velocemente e pur soffrendo abbiamo portato a casa un meritato 3-0. Non voglio sentir parlare di nulla se non della Gara-2 di sabato, la nostra esperienza dell’anno scorso insegna. Ora si pensa a Gara-2, sarà una battaglia”. Beltrami trae ciò che di positivo la sua squadra ha espresso: “I primi due set sono stati senza storia, Conegliano ha giocato con un’intensità incredibile e c’era poco da fare, quest’anno poche volte siamo state così in difficoltà. Poi nel terzo set abbiamo avuto una bella reazione, peccato perché potevamo vincerlo, c’e’ mancato poco. Comunque è un punto di partenza per guardare con ottimismo a sabato”.
FOPPAPEDRETTI BERGAMO – UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 0-3 (21-25, 20-25, 11-25) Con una prestazione sontuosa, una delle migliori della stagione, la Unendo Yamamay Busto Arsizio sovverte il fattore campo e in Gara-1 dei quarti di finale si impone sulla Foppapedretti Bergamo per 3-0. Il PalaNorda assiste a una sconfitta insindacabile delle rossoblù, che mai erano cadute in casa così nettamente. L’ultimo parziale, perso a 11, racconta del sestetto di Lavarini bloccato dall’emozione della ‘prima’ e incapace di opporsi al corso degli eventi. E dell’efficacia di quello biancorosso, positivo in ogni fondamentale e in ogni individualità: 51% di attacco complessivo, 13 muri contro 2 (5 a testa per Arrighetti e Michel). Sabato sera, in diretta su Rai Sport 1, le farfalle avranno l’enorme opportunità, nello scenario del PalaYamamay, di ripetere il successo odierno e di staccare il pass per le semifinali.
Ortolani supera i problemi fisici che l’avevano fermata nell’ultima di Regular Season ed è regolarmente al suo posto, con Michel al centro accanto ad Arrighetti. Lavarini parte con Smutna al palleggio, Loda in banda e la coppia di centrali Folie-Stufi. Nel primo set si assiste a frequenti allunghi delle ospiti e ritorni delle padrone di casa: Arrighetti firma il muro dell’8-4, Blagojevic impatta con il pallonetto (8-8). La Unendo Yamamay mette la testa avanti 15-13 con Ortolani, Diouf ristabilisce l’equilibrio sul 15-15. Qualche errore di troppo delle rossoblù facilita il compito delle bustocche, che dal 20-15 rintuzzano i tentativi di rimonta e con tre punti in fila di Michel chiudono 25-21.
L’ingresso di Weiss in regia contribuisce a un buon impatto della Foppapedretti sul secondo set, con Diouf è 10-8. Reagisce la squadra di Parisi: Buijs è presente in attacco e a muro e insieme a Ortolani produce il parziale che conduce le ospiti al 15-12. Il gap si allarga e si assesta a cinque lunghezze, che nemmeno la verve di Sylla riesce a restringere. Arrighetti, ex di lusso, si erge a protagonista e fissa il 25-20. Il terzo set è un assolo, aperto da quattro muri consecutivi di Michel. C’è Melandri, Lavarini prova Klisura per Diouf. Ma sono Ortolani, Buijs e Arrighetti ad andare a segno a ripetizione, sfruttando al massimo il prezioso lavoro in seconda linea di Leonardi e Marcon. Di Ortolani (anch’essa simbolo di tante vittorie della Foppa) l’ultimo punto.
Parisi è ovviamente felice, ma resta con i piedi per terra: “Negli ultimi due giorni avevo visto cose positive durante gli allenamenti ed ero convinto che le ragazze potessero approcciare bene la partita, aggredendo da subito. E’ sicuramente un buon segnale da parte nostra, ma non abbiamo ancora vinto niente. Pensiamo a sabato e a Gara 2, perché la Foppapedretti sicuramente giocherà una partita diversa da stasera”. Dello stesso avviso Arrighetti, che ben conosce l’orgoglio delle rossoblù: “E’ stata una buona partita da parte nostra, i play-off sono iniziati nel verso giusto ma ora non dobbiamo deconcentrarci. Dobbiamo subito pensare a sabato perché Bergamo non è quella che abbiamo visto stasera”.
31^ Play Off Scudetto: i tabellini IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – POMI’ CASALMAGGIORE 3-0 (25-13, 25-12, 29-27) IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Lloyd 2, Gibbemeyer 11, Fiorin 13, Donà, De Gennaro (L), Nikolova 20, Barcellini 6, Tirozzi 2, Barazza 3. Non entrate Daminato, Kauffeldt, Calloni, Bechis. All. Gaspari.  POMI’ CASALMAGGIORE: Bacchi, Aguero, Olivotto 5, Sirressi (L), Gennari 8, Aguirre Perdomo 1, Agrifoglio 1, Lipicer Samec 5, Camera 1, Zago 12, Stevanovic 5. Non entrate Quiligotti, Grazietti. All. Beltrami.  ARBITRI: Ravallese, Zucca.  NOTE – Spettatori 2900, durata set: 22′, 21′, 29′; tot: 72′.
FOPPAPEDRETTI BERGAMO – UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 0-3 (21-25, 20-25, 11-25) FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Klisura, Stufi 1, Loda 3, Weiss 2, Blagojevic 7, Merlo (L), Melandri 2, Folie 7, Diouf 14, Smutna 2, Sylla 2. Non entrate Bruno. All. Lavarini.  UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Ortolani 11, Bianchini, Michel 9, Leonardi (L), Marcon 4, Sloetjes, Buijs 11, Arrighetti 13, Wolosz 2. Non entrate Garzaro, Spirito, Petrucci. All. Parisi.  ARBITRI: Simbari, Balboni.  NOTE – Spettatori 1400, durata set: 25′, 26′, 20′; tot: 71′.
31^ Play Off Scudetto: il tabellone (1) Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – (8) Robur Tiboni Urbino (4) Igor Gorgonzola Novara – (5) Liu Jo Modena (2) Imoco Volley Conegliano – (7) Pomì Casalmaggiore 1-0 (3) Foppapedretti Bergamo – (6) Unendo Yamamay Busto Arsizio 0-1
31^ Play Off Scudetto: il programma dei quarti di finale Gara-1 Mercoledì 9 aprile, ore 20.30 Imoco Volley Conegliano – Pomì Casalmaggiore 3-0 (25-13, 25-12, 29-27) Foppapedretti Bergamo – Unendo Yamamay Busto Arsizio 0-3 (21-25, 20-25, 11-25) Giovedì 10 aprile, ore 20.30  Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – Robur Tiboni Urbino  Igor Gorgonzola Novara – Liu Jo Modena ore 21.00, DIRETTA RAI SPORT 1
Gara-2 Sabato 12 aprile, ore 20.30 Pomì Casalmaggiore – Imoco Volley Conegliano Unendo Yamamay Busto Arsizio – Foppapedretti Bergamo DIRETTA RAI SPORT 1 Domenica 13 aprile, ore 18.00 Robur Tiboni Urbino – Rebecchi Nordmeccanica Piacenza DIRETTA SPORTUBE 2 Liu Jo Modena – Igor Gorgonzola Novara
Ev. Gara-3 Martedì 15 aprile, ore 20.30 (una gara in diretta su Rai Sport 1 alle ore 20.00) Imoco Volley Conegliano – Pomì Casalmaggiore Foppapedretti Bergamo – Unendo Yamamay Busto Arsizio Mercoledì 16 aprile, ore 20.30
31^ Play Off Scudetto: la formula Le formazioni classificate dal 1° all’8° posto al termine della Regular Season disputano i Quarti di finale, che si disputano al meglio delle due partite vinte su tre (Gara1 e l’eventuale Gara 3 in casa della squadra con la miglior classifica al termine della Regular Season). Le Semifinali si giocano al meglio delle due partite vinte su tre con la stessa successione casa-trasferta, mentre la Finale Scudetto si disputa al meglio delle tre partite vinte su cinque (Gara 1, 2 e l’eventuale Gara 5 in casa della squadra con la miglior classifica al termine della Regular Season). Inizio il 9 aprile e conclusione il 12 maggio 2014 con l’eventuale Gara 5 di Finale Scudetto.

 LVF
ph. Paolo Miccoli

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media