Master Group Sport Volley Cup: Busto si ripete, Bergamo battuta 3-0 anche in Gara-2. Sarà semifinale Play Off contro Conegliano

Scritto da on apr 13th, 2014 e archiviato sotto la categoria Campionato, Notizie, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

1461197_10202206152296556_858411362_nImoco Volley Conegliano e Unendo Yamamay Busto Arsizio sono le prime due semifinaliste dei Play Off Scudetto 2014. Sarà l’ennesima sfida di una rivalità che si accese 12 mesi fa, quando le pantere si mangiarono le farfalle sempre in semifinale, e che è proseguita nell’attuale stagione: 6 scontri diretti tra Master Group Sport Volley Cup, Coppa Italia e Champions League. Il duello, che promette scintille, comincerà venerdì 18 aprile.
Nelle Gare-2 dei quarti di finale, sia le gialloblù che le biancorosse hanno ripetuto i risultati di Gara-1, meritando l’accesso tra le prime quattro. Conegliano ha sconfitto 3-0 in trasferta la Pomì Casalmaggiore, mentre Busto Arsizio ha trafitto nuovamente la Foppapedretti Bergamo con lo stesso risultato.
Domenica alle 18.00 le Gare-2 della parte alta del tabellone: la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza cercherà il pass per le semifinali in casa della Robur Tiboni Urbino (diretta su Sportube 2 e sul sito ufficiale di Lega), mentre l’Igor Gorgonzola Novara, avanti 1-0, sarà ospite della Liu Jo Modena.
POMI’ CASALMAGGIORE – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 0-3 (21-25, 21-25, 21-25) Con il quarto 3-0 in altrettanti scontri diretti, l’Imoco Conegliano si sbarazza della Pomì Casalmaggiore e si qualifica alle semifinali dei Play Off Scudetto. Le pantere si confermano tra le pretendenti al tricolore, capaci di tirare fuori il meglio anche nei rari momenti di difficoltà, come evidenza il recupero da 15-20 nel terzo set. In semifinale sarà di nuovo sfida alla Unendo Yamamay Busto Arsizio, in una rivalità dalle tante gioie – vedasi la semifinale dell’anno scorso, o il doppio scontro diretto in Champions League – e una grossa delusione – l’eliminazione nei quarti di Coppa Italia. Rispetto a dodici mesi fa, saranno le gialloblù a rivestire il ruolo di favorite. La Pomì prova in tutti i modi ad allungare la contesa, ma deve piegarsi alla supremazia trevigiana. La prima stagione in Serie A delle rosa di Beltrami resta comunque oltremodo positiva.
Barcellini, Fiorin e Nikolova si esibiscono nei rispettivi repertori e tengono sempre avanti le pantere. Ogni volta che la Pomì prova a riavvicinarsi – 15-16 nel primo set, dal 18-24 al 21-24 nel secondo – le ospiti accelerano e si mantengono in vantaggio. Il primo set si chiude con il mani out di Barcellini, il secondo su un primo tempo servitole alla perfezione da Lloyd. Nel terzo parziale le casalasche crescono, l’ace di Zago e la fast di Stevanovic valgono il 16-10. Barcellini fa posto a Donà, poi rientra sul 15-20 e dà vita, insieme alle compagne, ad un parziale irresistibile. Tre pipe consecutive di Fiorin dipingono il sorpasso, suggellato da Nikolova (20-22). L’errore di Aguero, subentrata a Zago, consegna il match point all’Imoco, che non se lo fa ripetere due volte e chiude 25-21.
“La Pomì – plaude alle avversarie Gaspari nel post partita – ha dimostrato di essere composta da ottimi giocatrici, non è un caso che avessimo impostato la nostra gara su elementi come Zago e le centrali che in effetti ci hanno dato dei grattacapi in tutte le occasioni in cui ci siamo affrontati quest’anno. Casalmaggiore ha come unica recriminazione quella di non aver sfruttato la gara con Novara che le avrebbe spianato la via ad un match di quarti più abbordabile, per il resto deve andare fiera per quanto fatto al primo anno in A1. La mia squadra è stata brava a mettere in discesa il match per poi vincere in rimonta il terzo, in questo caso la voglia di difendere e di restare in scia si è dimostrata fondamentale, quindi il contrattacco è cresciuto e ci ha permesso di recuperare e di chiudere. Busto in semifinale? Un’altra gara complessa e che per noi rappresenta un autentica rivincita dopo la sconfitta di Coppa Italia, abbiamo un conto in sospeso e vedremo di restituire con gli interessi il favore alle nostre avversarie”.
Beltrami riconosce il valore delle pantere: “Conegliano è più forte, ammesso che ve ne fosse bisogno di confermarlo anche in gara due ha messo in mostra una qualità di gioco ed una velocità di esecuzione impressionanti, degni di chi proverà a giocarsi lo scudetto sino alla fine. Nei primi due parziali ci abbiamo provato, nel terzo ci eravamo spianati la strada verso la vittoria, poi la pressione delle avversarie ha finito col toglierci ossigeno. Sono contento di questa stagione, la squadra ha dimostrato di meritare la massima platea nazionale, faccio i complimenti alle mie ragazze e le ringrazio per avermi seguito”.
UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO – FOPPAPEDRETTI BERGAMO (25-17, 25-23, 25-16) Per la quarta stagione consecutiva la Unendo Yamamay Busto Arsizio raggiunge le semifinali dei Play Off Scudetto. Con un’altra prova entusiasmante, le farfalle travolgono la Foppapedretti Bergamo per 3-0 e chiudono la serie dei quarti di finale in due gare. Tutto quel che andò ottimamente al PalaNorda tre giorni fa, le biancorosse lo ripetono al PalaYamamay: lucidità, grinta e precisione, in attacco, in regia e in difesa. Un picco di rendimento molto significativo per la truppa di Parisi, che vivrà la semifinale con l’Imoco Volley Conegliano nell’inedito ruolo di outsider e con tanta, tanta fiducia in se stessa. Abbandonano la Master Group Sport Volley Cup le rossoblù, incapaci di esprimersi ai livelli di gioco mostrati fin qui. La doppia battuta d’arresto, benché riempia di delusione la banda di Lavarini, non toglie nulla alla stagione della Foppa, finalista in Coppa Italia e qualificata in Europa in virtù della terza posizione in classifica al termine della Regular Season.
Ortolani è raggiante nel post match: “Diciamo che la Regular Season ci è servita da allenamento per arrivare ai Play Off in grande forma – scherza l’opposta bustocca -. In queste due partite ci siamo comportate davvero bene, sono felice per il risultato che abbiamo raggiunto. Conegliano? E’ una squadra molto forte, che conosciamo bene. Dovremo essere attente a muro e in difesa”. Merlo, libero della Foppapedretti, non nasconde il suo rammarico: “Essere arrivate fino a questo punto e non essere riuscite a mostrare il nostro gioco è un grande dispiacere. C’è tanta delusione, abbiamo sbagliato troppo e Busto ne ha approfittato senza concederci nulla”.
Inizia bene Bergamo con quattro punti di Diouf, Busto Arsizio rientra sul pari e con il fondamentale del muro – Arrighetti, Ortolani, Wolosz – vola sul +5. Un divario che si allarga progressivamente, Buijs precisa in attacco al contrario delle orobiche, anche a causa di una distribuzione difettosa di Smutna. Wolosz invece innesca al meglio tutte le sue attaccanti (la polacca, in grande spolvero, sarà eletta MVP). L’ace di Bianchini lancia la volata di Busto Arsizio, Buijs chiude sul 25-17.
Anche il secondo set inizia in equilibrio, pipe dell’olandese per il 5-5. Le farfalle appaiono più concentrate, appena le avversarie rallentano ecco il break servito da Marcon (12-9). Loda e Blagojevic tentano di reagire, l’incomprensione tra Wolosz e Michel vale il -2 per le rossoblù (stasera in maglia rosa). Murone di Folie su Marcon e 15-16. Parisi chiama time out, il pallonetto di Ortolani fissa il 18-16. Come nel primo set, l’ingresso di Bianchini porta in dote subito il fondamentale ace del 20-17. Lavarini sceglie Sylla per Blagojevic. Un errore in rigiocata spinge le biancorosse al 21-18. Arrighetti mura e trova il pallonetto per il 24-20. I primi tre set point se ne vanno sul servizio out di Arrighetti, la pipe lunga di Buijs e la slash di Folie per il 23-24. Il mani out di Marcon fa esplodere panchina e palazzetto.
Le bustocche vedono il traguardo e spingono in avvio di terzo set. Nemmeno due voli incredibili di Merlo evitano il break delle farfalle, Ortolani al servizio punge Loda ed è 6-2. Smutna e Folie non s’intendono, Arrighetti affonda il primo tempo del 9-3. La Foppa è timorosa e anche i meccanismi più semplici si inceppano. Wolosz alza in bagher per Marcon, 12-5. Loda spedisce out ed è -9, spettacolare fast di Marcon e 15-6. Qualche segnale di risveglio nella metà campo orobica, il divario però resta ampio (16-8). Due saette di Arrighetti ed è 19-10. Il finale è un crescendo di entusiasmo, anche la neo entrata Sloetjes trova il mani out del 23-13. Diouf si siede in panchina con il ghiaccio sul piede, Stufi regala il punto numero 24. E’ proprio Sloetjes, quasi un simbolo della rinascita bustocca, a realizzare il 25-16.
31^ Play Off Scudetto: i tabellini POMì CASALMAGGIORE – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 0-3 (21-25, 21-25, 21-25) POMì CASALMAGGIORE: Bacchi, Aguero 1, Olivotto, Sirressi (L), Gennari 9, Aguirre Perdomo 8, Agrifoglio, Lipicer Samec 10, Camera 1, Zago 17, Stevanovic 6, Grazietti. Non entrate Quiligotti. All. Beltrami.  IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Lloyd 2, Gibbemeyer 7, Fiorin 13, Donà, De Gennaro (L), Nikolova 15, Barcellini 13, Barazza 4. Non entrate Daminato, Kauffeldt, Calloni, Bechis, Tirozzi. All. Gaspari.  ARBITRI: Venturi, Braico.  NOTE – durata set: 25′, 27′, 28′; tot: 80′.
UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO – FOPPAPEDRETTI BERGAMO 3-0 (25-17, 25-23, 25-16)  UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Ortolani 15, Bianchini 2, Michel 5, Leonardi (L), Marcon 8, Spirito, Sloetjes 2, Buijs 14, Arrighetti 14, Wolosz 2. Non entrate Garzaro, Petrucci. All. Parisi.  FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Stufi 1, Loda 6, Blagojevic 5, Merlo (L), Melandri 7, Folie 7, Diouf 10, Smutna, Sylla 4. Non entrate Klisura, Bruno, Weiss. All. Lavarini.  ARBITRI: Tanasi, Pozzato.  NOTE – Spettatori 3000, durata set: 24′, 29′, 25′; tot: 78′.

31^ Play Off Scudetto: il tabellone (in grassetto le qualificate alla semifinale) (1) Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – (8) Robur Tiboni Urbino 1-0 (4) Igor Gorgonzola Novara – (5) Liu Jo Modena 1-0 (2) Imoco Volley Conegliano - (7) Pomì Casalmaggiore 2-0 (3) Foppapedretti Bergamo - (6) Unendo Yamamay Busto Arsizio 0-2
31^ Play Off Scudetto: i risultati dei quarti di finale Gara-1 Mercoledì 9 aprile, ore 20.30 Imoco Volley Conegliano – Pomì Casalmaggiore 3-0 (25-13, 25-12, 29-27) Foppapedretti Bergamo – Unendo Yamamay Busto Arsizio 0-3 (21-25, 20-25, 11-25) Giovedì 10 aprile, ore 20.30  Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – Robur Tiboni Urbino 3-0 (25-18, 25-13, 25-9)  Igor Gorgonzola Novara – Liu Jo Modena 3-1 (19-25, 25-21, 25-21, 25-21)
Gara-2 Sabato 12 aprile, ore 20.30 Pomì Casalmaggiore – Imoco Volley Conegliano 0-3 (21-25, 21-25, 21-25) Unendo Yamamay Busto Arsizio – Foppapedretti Bergamo 3-0 (25-17, 25-23, 25-16)  Domenica 13 aprile, ore 18.00 Robur Tiboni Urbino – Rebecchi Nordmeccanica Piacenza DIRETTA SPORTUBE 2 Liu Jo Modena – Igor Gorgonzola Novara
Ev. Gara-3 Mercoledì 16 aprile, ore 20.30 Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – Robur Tiboni Urbino Igor Gorgonzola Novara – Liu Jo Modena
31^ Play Off Scudetto: il programma delle semifinali Gara-1 Venerdì 18 aprile, ore 20.30 Imoco Volley Conegliano – Unendo Yamamay Busto Arsizio DIRETTA RAI SPORT 1
Gara-2 Lunedì 21 aprile, ore 20.30 Unendo Yamamay Busto Arsizio – Imoco Volley Conegliano DIRETTA RAI SPORT 2
Ev. Gara-3 Venerdì 25 aprile, ore 20.30 Imoco Volley Conegliano – Unendo Yamamay Busto Arsizio DIRETTA RAI SPORT 1
31^ Play Off Scudetto: la formula Le formazioni classificate dal 1° all’8° posto al termine della Regular Season disputano i Quarti di finale, che si disputano al meglio delle due partite vinte su tre (Gara1 e l’eventuale Gara 3 in casa della squadra con la miglior classifica al termine della Regular Season). Le Semifinali si giocano al meglio delle due partite vinte su tre con la stessa successione casa-trasferta, mentre la Finale Scudetto si disputa al meglio delle tre partite vinte su cinque (Gara 1, 2 e l’eventuale Gara 5 in casa della squadra con la miglior classifica al termine della Regular Season). Inizio il 9 aprile e conclusione il 12 maggio 2014 con l’eventuale Gara 5 di Finale Scudetto.

 LVF
ph. Maurizio Ferro

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media