Valeria Papa: “La coppa? Un’emozione bellissima!”

Scritto da on mar 13th, 2015 e archiviato sotto la categoria Interviste, Notizie, Serie A2. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

valeria papaLa determinazione, la grinta, la voglia di dare il massimo in qualsiasi circostanza. Il tutto con l’aggiunta di tanta simpatia. Basta poco per descrivere la schiacciatrice Valeria Papa, capitano e pilastro del Neruda Volley, che insieme alla sua squadra ha regalato ai suoi tifosi la prima gioia della stagione con la vittoria della Coppa Italia in serie A2 in quel del 105 Stadium di Rimini un trofeo che le ha permesso di entrare nella storia della società bolzanina, con un’altra pagina, quella del campionato, che attende di essere scritta.

A cura di Mirko Zebrone

- Bolzano batte Soverato per 3-1 nell’anticipo della 7a giornata di ritorno. Un commento sul match disputato.
Sapevamo che non sarebbe stata una partita facile. Loro sono comunque una buona squadra nonostante gli ultimi risultati. Siamo state brave dopo il secondo set a recuperare la concentrazione ed a portare a casa il risultato.

- La sconfitta di Monza, raggiunta al secondo posto da Vicenza, vi ha permesso di allungare a +10 su chi vi insegue. Che importanza assumono i tre punti conquistati martedì?
Ormai mancano poche partite e diventano tutte fondamentali. Portare a casa questi tre punti è stato molto importante.

- Domenica sarete impegnate nello scontro diretto proprio contro Saugella Monza. Che partita vi aspetta?
Non sarà per niente una partita facile, lo sappiamo già. Monza è una grandissima squadra e hanno a favore il fattore campo. Noi andremo a Monza cercando di esprimere, come sempre, la nostra pallavolo migliore.

- Rimini, la finale vinta contro Rovigo e la prima coppa Italia di A2 del Neruda Volley alzata in qualità di capitano. Quale significato assume questa vittoria “storica”?
E’ stata un’emozione bellissima. Sono tre anni che mi trovo qui a Bolzano al Neruda e mi sento parte di questo progetto. Alzare la coppa in questa città e per i nostri tifosi ha un sapore ancora più bello.

11050324_415484061910008_316103004387692734_o- Una coppa in bacheca, l’obiettivo vittoria della regular season nel mirino e il riconoscimento, dagli addetti ai lavori, di essere la migliore formazione della serie A2. Che cosa rende Bolzano così forte?
Siamo riuscite a convogliare le forti individualità che abbiamo in un lavoro di squadra, ed è un’arma a nostro favore.

- Quanto è importante avere tanto tifo e calore dal vostro pubblico?
Avere il pubblico ed il palazzetto quasi sempre pieno, con una risposta della città ottima, è molto importante.

- Dalla stagione in serie D nella Libertas Genova ad oggi sono passate ben (quasi) 10 stagioni. Quali sono i tre momenti chiave della tua carriera da pallavolista in questo decennale nel volley agonistico?
Il primo è il momento in cui ho deciso di andare via di casa, al secondo anno di università, più tardi rispetto alla media delle giocatrici, con la salvezza in B1.
Il secondo è quando abbiamo vinto la B1, dolce e amaro per via della sconfitta ai playoff.
Il terzo è la vittoria della Coppa Italia.

- Solitamente si parla degli effetti positivi del post “Mondiale Italia 2014″ in relazione alla serie A1. Com’è la situazione per quel che riguarda la A2?
Quest anno ho trovato palazzetti con un buon pubblico. Di gente appassionata di volley ce ne è a prescindere dal volley, come ho visto a Vicenza e come avviene da noi a Bolzano.

- Tre motivi per invitare i ragazzi ad approcciare al volleyball.
Lo sport fa crescere, e in particolare quelli di squadra, dove devi devi confrontarti con gli altri/le altre e lavorare di squadra, perché è uno sport pulito e perché è divertente.

10982166_415483131910101_2124271762068212362_o- Qual è il tuo livello di conoscenza delle lingue straniere?
Male (ride), risposta secca e sincera. Il livello di inglese è scolastico, livello sopravvivenza.
Io sono arrivata a Bolzano con le migliori intenzioni di imparare il tedesco, ma non sono riuscita ad andare oltre al “sono straniera” e alle parolacce. Probabilmente, applicandomi potrei migliorare. Fortunatamente, qui a Bolzano parlano tutti italiano.

- Come trascorri solitamente le giornate di riposo post partita di campionato?
Ne approfitto per passare il tempo coi famigliari o per fare altro.

- Descriviti in tre parole.
Sono una persona socievole, sensibile, molto determinata nel portare a termine gli impegni che prendo e nel dare sempre il massimo.

- Per concludere, che utilizzatrice di social sei?
Sono una persona molto socievole ma poco social: ho un solo account sul web, quello di facebook, dove pubblico foto inerenti al mondo del volley.

2 Responses for “Valeria Papa: “La coppa? Un’emozione bellissima!””

  1. […] regular season, tenendo ancora a debita distanza Vicenza e la stessa Monza. In questa intervista, pubblicata in esclusiva su vivovolley.net (clicca qui) venerdì scorso, all'antivigilia del big match contro le saugelle, si è parlato di volley e non […]

  2. […] regular season, tenendo ancora a debita distanza Vicenza e la stessa Monza. In questa intervista, pubblicata in esclusiva su vivovolley.net (clicca qui) venerdì scorso, all’antivigilia del big match contro le saugelle, si è parlato di volley e […]

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media