Lucia Bosetti: Volley e Famiglia: Sto Vivendo un Sogno….

Scritto da on set 7th, 2016 e archiviato sotto la categoria Interviste, Notizie, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

DS7_9453[A cura di Emanuela Macrì - Foto Riccardo Giuliani, Maurizio Ferro, Pomì Casalamggiore] Dall’antica capitale bizantina affacciata sul Bosforo, alla nuova capitale del volley europeo, accarezzata dal Po. Dai 15 milioni di abitanti di Istanbul ai 15 mila di Casalmaggiore che ancora non si sono svegliati dal sogno, realizzato, chiamato CEV Champions League.

Con il suo ritorno nel campionato italiano, Lucia Bosetti chiude nella scatola dei ricordi la biennale esperienza turca, insieme allo scudetto, la Coppa e la Supercoppa di Turchia, il bottino delle due stagioni al Fenerbahce di Marcello Abbondanza. Perché ora è tempo di tornare e di vestire il rosa-nero della Pomì Casalmaggiore. “A convincermi – racconta la schiacciatrice di Tradate – è stato l’interesse suscitato dal progetto della società di Casalmaggiore. Mi è piaciuto da subito e quando mi sono trovata la penna fra le dita non ho esitato nemmeno un istante: la firma è venuta da sé.”

Tutto vero. Anche se a giocare un ruolo chiave, nella decisione, è stata la voglia di tornare a casa “Perché con la famiglia vicino è tutto più facile. Un’intera stagione lontana dagli affetti, non è semplice da gestire”. Anche se rifarebbe tutto “Senza alcun dubbio. Giocare all’estero è sempre una buona occasione di confronto e crescita. Perché ti trovi a fare i conti con una realtà spesso molto diversa da quella che conoscevi, con condizioni di vita e lavoro che potresti non aspettarti.” Tra questi il rapporto dell’atleta con la società. “Al mio arrivo in Turchia – continua Lucia – non c’erano ad aspettarmi una casa e quotidianità organizzata. Ho dovuto darmi da fare, cercare un’agenzia per trovare un appartamento, pianificare la vita in ogni minimo dettaglio. Un buon campo scuola, insomma, dove ho imparato come adattarmi velocemente alle nuove situazioni cogliendone i punti di forza”. A non dare nulla per scontato. A non dire mai, mai.

Schermata 2016-09-07 alle 12.28.42Perché alla sabbia e al Sand Volley, lei, aveva abbinato quelle tre lettere: MAI. “Ho sempre pensato che, se mi fosse capitata un’estate senza pallavolo, l’avrei riempita con la vacanza della vita. E questa del 2016, senza l’impegno della Nazionale, poteva essere proprio quella giusta”. Poteva, e invece no. Perché il marito di Lucia, Matteo Carancini è uno scoutman e con la Nazionale maschile aveva già fissato un appuntamento speciale, a Rio de Janeiro. “E allora vai con la sabbia! Un ottimo approccio al movimento e un buon mezzo per interrompere un periodo senza palla. Certo con qualche difficoltà in più ma, alla fine – dice senza mai abbandonare il suo sorriso – basta prenderci le misure! È pur sempre pallavolo, no?”.

E le misure sembra averle prese per bene la Bosetti, che al suo debutto, nell’ultima giornata del Lega Volley Summer Tour 2016, nella beach arena del Lungomare Trieste di Lignano Sabbiadoro con i colori della Savino del Bene Scandicci, si è aggiudicata lo scudetto. Un altro. Dopo quelli conquistati a Bergamo e Piacenza, ai quali si legano tutti quei ricordi che sgomitano per uscire dalla scatola. “Se dovessi allestire un podio per le soddisfazioni del campo, ci farei salire ogni scudetto vinto. Anche se non saprei assegnare loro un posto preciso. Quello vinto con la Foppa è arrivato al termine di una stagione in cui mi alternavo in campo con Elitsa Vasileva, mentre a Piacenza ero titolare. Non posso scegliere fra due esperienze tanto simili quanto diverse fra loro. Quello che è certo è che il tricolore è un titolo che non ha rivali.”

Schermata 2016-09-07 alle 12.23.55

Nemmeno nei sogni? “A dire il vero non ho sogni particolari – conclude Lucia – o desideri da esprimere. Anche perché, se lo facessi, sarei ingiusta: sono una persona già molto fortunata. Cosa potrei chiedere di più alla vita? Ho una famiglia che mi segue e mi sostiene nel mio cammino, un lavoro che mi piace e una nuova avventura da vivere in una società come la Pomì Casalmaggiore. E poi sto costruendo una famiglia mia, che parte da un matrimonio arrivato, secondo molti, troppo presto. Ma noi siamo in sintonia e molto felici. Il sogno è già tutto questo, questo che stiamo vivendo.”

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media