Star Wars e videogame: che la Forza (di sopportare) sia con voi!

Scritto da on dic 27th, 2017 e archiviato sotto la categoria News, Notizie, VivoCult. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

Battlefront 2[di Noemi Mendola – foto fonte web] Il franchising di Star Wars non ha ancora cessato di dare i suoi frutti. L’ultimo film uscito, il numero otto della saga, Gli Ultimi Jedi di Rian Johnson e tutt’ora nelle sale, non è sbarcato in modo solitario al mondo dell’intrattenimento: è stato, infatti, preceduto dal videogame Battlefront II, uscito il 17 novembre a opera della Electronic Arts. Come già successo per i passati 50 (e più) giochi a tema Star Wars, questo videogame è legato all’epopea cinematografica, e nella fattispecie funge da ponte tra la trilogia originaria e quella odierna, di cui Gli Ultimi Jedi è il secondo capitolo.

Ma il gioco, a differenza del film già record di incassi in tutto il mondo, non è stato ben accolto dalla comunità videoludica e la motivazione principale è da individuarsi nel sistema delle microtransazioni. Ma in cosa consistono queste ultime, viste dal pubblico come il Lato Oscuro personificato? Si tratta di contenuti aggiuntivi ottenibili soltanto pagando ulteriormente con soldi reali, le microtransazioni non sono certo una novità introdotta da Battlefront II: sono presenti da anni, ormai, sia nei giochi gratis che a pagamento, e vengono usati dalle case produttrici di videogames per incrementare gli introiti. Il dibattito, però, è scoppiato perché le stesse, presenti nel multiplayer online, porterebbero, a detta degli utenti, ad uno squilibrio nel gioco tra chi si può permettere di acquistare dei potenziamenti e chi non se lo può permettere, o semplicemente non desidera comprarli. La bufera scatenatasi ha portato la Electronic Arts a sospendere temporaneamente questo odiato sistema, che, però, non può essere considerato l’unico difetto del titolo.

I contenuti del gioco, infatti, sono ben più criticabili del sistema di microtransazioni. Battlefront II è uno sparatutto per nulla innovativo rispetto agli innumerevoli videogame di Star Wars del passato. Il multiplayer diverte l’utente perché gli permette di interagire con altre persone e poco importano le sue caratteristiche, identiche a qualsiasi altro sparatutto. I mondi giocabili sono ammirevoli solo per la grafica, ma neppure questa è una novità nell’odierno mondo videoludico, mentre i personaggi sono per la maggior parte copiati dai vari film e alla lunga stancano con la loro prevedibilità. L’esperienza di gioco, inoltre, non viene arricchita dalla Campagna, poco accattivante, eccessivamente breve e ripetitiva, e neanche la scelta, posta inizialmente, tra Bene e Male è decisiva, poiché la protagonista si schiera dopo poco con la Resistenza.

Battlefront II è l’ennesimo gioco senza estro frutto di una operazione nostalgica, il cui unico scopo è sfruttare il più possibile l’enorme successo della trilogia originale, riproponendola in tutte le salse tra pellicole, videogames e gadget. Vuole conquistare nuovi fan e fidelizzare quelli vecchi, e il mondo videoludico, mercato in forte crescita e sempre più variegato, è il luogo ideale. A forza di battere il ferro finchè è caldo, però, il franchising è stato ridotto a brandelli, difficilmente utilizzabili per creare contenuti degni di un videogame con cui valga la pena giocare. Sarebbe ora di dire game over a tali rifacimenti, che nulla di nuovo aggiungono all’universo da cui provengono, ma fino ad allora non possiamo far altro se non sopportare.

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media