Per Conegliano e Novara è finale, ma che battaglia nel sabato di Final Four!

Scritto da on feb 17th, 2018 e archiviato sotto la categoria Coppe. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

F4 coppa italia bologna samsung[di Emanuela Macrì - foto Riccardo Giuliani] Mani calde e tifo infuocato. Era nelle aspettative e il primo dei due giorni della Final Four di Coppa Italia non ha deluso. A riempire le gradinate del PalaDozza di Bologna, quattro maree coloratissime, quelle dei tifosi che hanno accompagnato le squadre protagoniste della semifinale. Ad alzare il sipario sul weekend ad alto contenuto di volley è un Imoco Volley Conegliano – Unet E-Work Busto Arsizio con un risultato finale di 3-0 (25-16; 27-25; 30-28) che, da solo, non sarebbe sufficiente a raccontare la prima delle due semifinali in cartellone.

Il primo punto della giornata e partita è un attacco vincente di Diouf, per una UYBA che parte a vele spiegate, portando la panchina di Conegliano a chiamare il primo tempo discrezionale della partita sul 7-3 per le bustocche. Un dialogo fitto quello di Santarelli con le sue giocatrici che, al rientro in campo, ricostruiscono gioco e ritmo fino al vantaggio per 10-9 con il time out chiesto da Mencarelli. La formula di interrompere il gioco, anche, per ritrovare la concentrazione, però, non funziona in casa UYBA e il set si chiude con l’attacco da seconda linea di Hill per il 25-16.

Ritorno in campo con l’urlo e l’attacco di Gennari e il vantaggio delle farfalle di Busto per 5-3. La risposta delle pantere non si farà attendere e sarà un vantaggio sull’ 8-7. Il resto del parziale è un equilibrio che piano piano indirizza l’ago della bilancia verso la UYBA. Dietro l’angolo, poi, è il colpo di reni dell’Imoco capace di ribaltare un 22-23 in un 25-25 per trasformarlo in un 27-25 che equivale a una seria ipoteca sulla finale.

A questo punto pensare a una UYBA remissiva sarebbe un errore. Lo sa bene Santarelli che sul 5-1 per le avversarie fa fermare il gioco. E a ragione, come raccontano i due ace di Fabris, consecutivi, e un tabellone che dal 3-6  fa segnare 5-6. Diouf e compagne, però non si spaventano e aggiustano fino al 22-17 in favore che sembra riaprire la partita. Sembra e non sarà, ma la fine è ancora lontana e un finale da fiato sospeso attende due squadre che non hanno fretta di guadagnare gli spogliatoi. E Busto tiene botta, ma cede con l’attacco finale di Melandri per un 30-28 che fa tremare il PalaDozza.

Tempo di un caffè, nemmeno, e il campo cambia colori. Fanno il loro ingresso, infatti, le seconde semifinaliste Igor Gorgonzola Novara e Team Saugella Monza. E allora pronti via con il primo parziale aperto da due attacchi consecutivi di Plak che, però, non anticipano l’andamento di un set con Monza avanti e Novara a inseguire fino al 18-18 che inaugura una fase di stabilità interrotta dal primo video check della partita chiesto da coach Barbolini. Il finale, con una spettacolare Sansonna a volare, letteralmente, su due palloni destinati al terreno di gioco, è un 27-25.

Secondo set col piede sull’acceleratore per Ortolani e compagne e qualche nuvola nel cielo di Novara con la panchina a chiamare il tempo discrezionale sull’11-7 per Monza e un lungo punto a punto, con intermezzi di time out e check chiamati, che dal 17-17 arriva fino al 29-27. E nel terzo set? Sul piatto c’è lo stesso disco a suonare, con le ragazze di Pedullà avanti e la panchina di Novara a fermare il gioco sul 6-9, per uno svantaggio di 3 punti che sembra, e sarà, leit motiv del parziale, fino al 20-25 del finale. Quarta frazione di gioco, invece, nel segno delle campionesse d’Italia, che dall’8-5, passando per il 16-13, chiudono un set a senso unico e senza appelli con il finale di 25-19, lasciando la decisione definitiva al tie break.

Quinto set, dunque, sul campo di Bologna, e una prima azione da video check, con il pallone out e un punto per la Igor Gorgonzola Novara. È un ace di Egonu, invece, a decretare il cambio campo con un 8-5 che evolverà in un 15-13 a chiudere una partita incerta fino all’ultimo punto. A mettere il punto alla fine del capitolo, il primo di una Final Four che domani ripartirà dalla finale di serie A2 per passare la palla, in serata, alla sfida tra Imoco Volley Conegliano e Igor Gorgonzola Novara.

Domani, allora, altre pagine da raccontare ma prima le foto, le interviste video e tante curiosità del pomeriggio al PalaDozza sulla pagina fb di GetSportMedia, qui. Basta un clic! https://www.facebook.com/getsportmedia/

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media