Conegliano tricolore, al Palaverde è festa scudetto

Scritto da on apr 29th, 2018 e archiviato sotto la categoria Campionato, News, Notizie, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

Conegliano-Novara_811 [di Emanuela Macrì – foto Fabio Cucchetti] L’inno degli Alpini e un cuore con il numero 7 disegnato sulle spalle delle giocatrici della Imoco Volley Conegliano, un segno d’affetto verso la compagna di squadra infortunatasi ma in tenuta da gioco e a bordo campo in compagnia di Robin de Kruijff, costretta anche lei a vivere la sfida da lì. Si apre così la gara 4 della fase finale della stagione 2017/18 della Samsung Galaxy Volley Cup, in un PalaVerde pieno, tra la tensione delle padrone di casa, ricche di un’opportunità d’oro come quella di vincere lo scudetto in casa e la voglia di riscatto delle ragazze della squadra di Novara, che quello scudetto vorrebbe riportarlo al PalaIgor.

A interrompere il flusso di pensieri, preghiere e scaramanzie arriva, puntuale, il fischio d’inizio e il primo punto della sfida firmato da Paola Egonu che apre con un attacco vincente il set che chiuderà con uno out. In una fase di studio ed equilibrio fino al 8-7. Poi è spinta Imoco fino +4 (20-16) ottenuto con buon ritmo e due break di 4 punti di 4 e 3 punti. Ma quando il parziale sembra servito ecco Novara farsi, recuperare fino al 22-22 per portare le padrone di casa ai vantaggi, al 28-26 finale.

E si ricomincia da Egonu a schiacciare e aprire con Bricio a rispondere per un vantaggio Novara (14-16) e la rimonta delle padrone di casa che chiuderanno con un 25-21, per poi aprire con errore, emblematico, il terzo set. Un terzo parziale diretto dalle igorine, sempre in vantaggio, fino a riaprire una finale che sembrava già nelle mani di Conegliano, invece chiuso con un 25-22.

Una finale e uno scudetto che, alla fine però, le ragazze di Daniele Santarelli si cuciranno addosso, grazie a un quarto set conquistato per 25-22 e un vantaggio mai in discussione, a quattro ace di Samanta Fabris (su 6 totali dei 31 punti personali) l’ultimo pallone della stagione messo a terra da Samantha Bricio e il titolo MVP di Joanna Wolosz. Per dare il via alla festa del secondo titolo italiano dopo una vittoria ottenuta per 3 set a 1 con parziali di 28-26; 25-21; 22-25; 25-12.

“Dedicato – dirà Santarelli un attimo dopo il fischio finale – a Davide Mazzanti, il mio maestro”. Mentre per Monica De Gennaro, libero gialloblu “Il primo scudetto ha un sapore unico e non si dimentica ma questo è speciale perché frutto di un fantastico lavoro di squadra, in una stagione in cui i guai non sono mancati. Un obiettivo stagionale e un titolo voluto, arrivato anche grazie al pubblico che ci ha sempre sostenute”.

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media