Il Dio Denaro e Collasso: come le società scelgono di vivere o morire

Scritto da on mag 7th, 2018 e archiviato sotto la categoria News, Notizie, VivoCult. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

Collasso Diamond VivoCult[di Giorgia Fattorelli – foto fonte Web] Immaginate di fare una vacanza, una come tante altre, di quelle che si fanno in agosto, che prenotate sei mesi prima, una vacanza lunga, oltreoceano. Immaginate di voler visitare gli Stati Uniti d’America. Niente di più facile, oggi. Immaginatevi però di essere nel 3000, secolo più secolo meno. Probabilmente ci arriverete velocemente, forse in qualche ora, ma questo non è importante. Ora, immaginatevi di essere lì, appena scesi dall’aereo. Bene, cosa vedete? La società americana, certo. Anzi, meglio: le rovine dell’Impero americano. O, meglio, quel che ne resta. La Statua della Libertà è sempre la stessa, ma ora è un monumento fotografato come l’altare della patria. E Wall Street? Slo passaggio pedonale, ristoranti, negozi di souvenir e biglietto d’ingresso per turisti. Hollywood, Las Vegas, la Route 66, tutte patrimonio dell’UNESCO, sempre che esista ancora.

Ebbene, questa potrebbe sembrare una favola qualsiasi, ma, se così non fosse? Non sarebbe di certo la prima volta che popolazioni di epoche diverse si trovano di fronte ai resti di civiltà passate: dai Maya agli Aztechi nel centro America, ai Vichinghi del Nord Europa o ai nostri più vicini antenati dell’impero romano. Il collasso del nostro mondo potrebbe essere vicino. La mancata attenzione all’ambiente ci sta progressivamente portando verso la rovina.

Ad analizzare la questione, non oggi ma qualche anno fa, è Jared Diamond, noto biologo statunitense, nel saggio dal titolo Collasso: come le società scelgono di vivere o morire. L’autore fa un’analisi scientifica di come alcune delle popolazioni che in epoche lontane vivevano in prosperità siano letteralmente crollate, lasciandoci qualche pietra del loro passaggio. Passando attraverso lo studio della popolazione dell’Isola di Pasqua, a quella dei Maya o dei Vichinghi della Groenlandia, Diamond offre un’analisi poco rassicurante anche sul nostro destino che, pare, sull’orlo di un precipizio. Sono presi in esame casi limite di distruzione ambientale: dalla desertificazione Cinese ai cambiamenti climatici che stanno minacciando il continente Australiano, senza dimenticarsi del genocidio in Ruanda, che ha sterminato la metà della popolazione.

La fine del mondo direbbero alcuni. Diamond ci mette di fronte uno scenario terribile, catastrofico, supportato da elementi scientifici. Ma ad ogni problema c’è una soluzione e l’autore ci mostra la strada per la sopravvivenza. No, non è una semplice predicazione, la sua è una ricerca, uno studio della materia, dell’ambiente, della popolazione, di noi tutti. Quando il Dio Denaro è più forte dell’aria che respiriamo, forse, è il caso di invertire la rotta. La scelta? A noi.

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media