Ma che bella questa Italia! Nella serata di Modena si passa 3-0 sulla Francia

Scritto da on giu 23rd, 2018 e archiviato sotto la categoria Nazionale, News, Notizie. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

35295403_1062884610503280_7825719185438146560_n[di Emanuela Macrì - foto Riccardo Giuliani Get Sport Media]Un salto sull’ultimo treno per la FinalSix. Questa la missione del weekend della Nazionale di Gianlorenzo Blengini, alle prese con operazioni matematiche, sguardi a qualche tabellone oltre confine e tre vittorie da centrare. Anzi due, dopo il 3-0 subito nella partita di ieri con la Russia. La parola d’ordine, a questo punto era, ed è stata “concentrazione”.

Ad aprire le danze del match, l’attacco vincente di Luigi Randazzo e il primo challenge della serata modenese chiamato dal ct azzurro per un tocco di Ivan Zaytsev visto dal primo arbitro ma non confermato dal frame che, di fatto, trasforma un 2-4 in un più favorevole 3-3. E dà il via a una sinfonia, quasi, tutta azzurra, sulle note del muro di Simone Anzani (per il 5-4) che lascia i francesi appesi a qualche punto di meno. Fino all’ace di Rossard Thibault che rimette in discussione il set (14-14) e porta un equilibrio destinato a durare fino all’ultimo scampolo di set. Dal 20-20, infatti, è un crescendo azzurro, un finale 25-21 che mette l’ultima parola su un set dominato e contrassegnato dai troppi errori al servizio (7 per i nostri e 9 per gli avversari).

Le cose non sembrano andar meglio in apertura di secondo parziale, con gli azzurri a commettere qualche imprecisione e i francesi a sbagliare meno in battuta, per guadagnarsi un +4 difficile da sovvertire. A cambiare la storia del set, però, arriva l’errore di un opaco Earvin Ngapeth (poi sostituito) sul 14-14 che accende la luce nella metà campo azzurra, già in fase di recupero, e la porta in sorpasso. Grazie, anche e soprattutto, allo smalto ritrovato a muro, con 6 punti messi a referto dei ragazzi di Blengini, mentre gli avversari rimanevano a bocca asciutta.

Il terzo set incornicia una serata saporita e festosa. Perchè proprio quando sembrava fosse arrivato il conto da pagare, quando quel vantaggio conquistato dai francesi sui primi palloni sembrava uno scoglio, ecco lo Zar prendere per mano un palazzetto intero, mettere a segno gli ultimi punti dei 23 che firmerà. Mentre il PalaPanini esulta, insieme ai suoi ragazzi per un Italia – Francia 3-0 (25-21; 25-22; 27-25) che lascio aperto uno spiraglio…

Foto e video della serata al PalaPanini, disponibili a questo link https://www.facebook.com/pg/getsportmedia

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media