Italvolley regina del Foro. Debutto vincente sotto il cielo mondiale di Roma

Scritto da on set 9th, 2018 e archiviato sotto la categoria Nazionale, News, Notizie. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

WhatsApp Image 2018-09-09 at 20.14.35[di Emanuela Macrì - foto Michele Benda per Get Sport Media] Tutto vero, tutto da giocare. Iniziano cosí il Campionato Mondiale di pallavolo maschile di Italia e Bulgaria, edizione 2018. Iniziano con il cielo di Roma a far da soffitto e con un Foro Italico colmo, emozionato ed emozionante per palazzetto. Sotto gli occhi del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del Presidente della Fipav Pietro Bruno Cattaneo e quello del Coni Giovanni Malagò.

E se a fine gara le autorità saranno in campo per congratularsi con gli atleti protagonist del debutto mondiale, per dare il via al match Gianlorenzo Blengini, ct azzurro, sceglie per l’esordio, la diagonale di Simone Giannelli con Ivan Zaytsev, al centro Simone Anzani e Daniele Mazzone, Osmany Juantorena con Filipppo Lanza in banda e Massimo Colaci libero.

È Daniele Mazzone a dare il via a gara e competizione con un servizio out a tradire un’emozione che, però e per fortuna, dura poco: suo, infatti, il primo muro del match sul 4-3. Il resto del set, invece, è un vantaggio azzurro, seppur minimo e insidiato da qualche break a favore dei giapponesi, fino all’ultimo scampolo di frazione, aperto dall’attacco vincente di Anzani (20-17) e un muro dello Zar Ivan che firma anche un ace (24-18). A chiudere ci pensa Juantorena con una pipe che vale il 25-20.

E riparte dalla pipe e con una pipe di Juantorena il secondo set di un’Italia che dimostra di avere il passo giusto, un passo avanti sull’avversario. Fino all’8-6 sull’errore al servizio dei giapponesi che apre a fase di crescita, continua, degli azzurri (16-13). Azzurri che chiudono con un vantaggio di 4 punti (25-21) ai danni di un Giappone che ci crede e di un Otake che si rivela il migliori dei suoi, anche se non basta.  Nemmeno in quello scambio lungo con recuperi spettacolari che manda le squadre al cambio di campo.

Il terzo parziale si apre con gli azzurri a premere sull’acceleratore (8-4) per poi rilassarsi e lasciare gioco e campo a un avversario che non si fa trovare impreparato. Prima riaggancia Zaytsev e compagni (8-8) poi rimane a breve distanza (16-14), senza però trovare il varco giusto per sorspssare, senza trovare il modo di approfittare di un piccolo calo azzurro (22-21 e 23-22) sul finale. Sarà poi il braccio pesante di Osmany Juantorena a decidere set e partita(25-23), un match “intensa ma anche difficile – commenta Daniele Mazzone al termine della gara – perchè la prima è sempre una gara particolare sia per chi ha molta esperienza che per chi ne ha poca. La competizione è  lunga e durante le settimane a Cavalese sono emerse molte qualità di questo gruppo, tanto da sapere che ci sarà spazio per tutti.”

L’Italia del volley, dunque, taglia il nastro del suo Mondiale con una vittoria per 3 a 0 (25-20; 25-21; 25-23) davanti a più di 11mila spettatori del Foro Italico e tra questi alcuni alcune vecchie conoscenze della pallavolo italiana. Atleti che l’hanno resa una pallavolo da medaglia d’oro a Rio de Janeiro nel 1990, Atene nel 1994 e in Giappone nel 1998.

Un grande passato ad applaudire un presente. E un futuro che è già qui, a Firenze, giovedì 13 settembre contro la nazionale belga allenata da Andrea Anastasi.

ITALIA – GIAPPONE 3-0 (25-20; 25-21; 25-23)

ITALIA: Giannelli 2, Lanza 11, Anzani 8, Zaytsev 13, Juantorena 11, Mazzone 9. Libero: Colaci. Nelli. N.e: Candellaro, Randazzo, Baranowicz, Rossini (L), Cester, Maruotti. All. Blengini

GIAPPONE: Ishikawa 9, Ri 1, Otake 11, Yanagida 9, Yamauchi 7, Sekita 2. Libero: Koga. Fushimi, Asano, Onodera, Ide (L), Fukuzawa. N.e: Fuji e Nishida. All. Nakagaichi

 

 

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media