Italvolley (ri)parte bene: con la Finlandia chiude in tre set

Scritto da on set 22nd, 2018 e archiviato sotto la categoria Nazionale, News, Notizie. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

42266873_1173408416117565_5248109427625558016_n[di Emanuela Macrì - foto Fabio Cucchetti] Torna il Campionato Mondiale di pallavolo maschile di Italia e Bulgaria 2018. E si riparte da Milano, da un Forum di Assago sold out (12.600 spettatori) e da una vittoria, la sesta consecutiva che, stando ai pronostici, non rappresenta una sorpresa. Le novità semmai, sono altre come lo scambio di maglia tra Filippo Lanza e Salvatore Rossini: la causa è un risentimento muscolare per il primo che, dalla panchina, cede il suo posto per un paio di scambi a un insolito Totò in banda. A prendere il posto del numero 10 nazionale, invece, fin dal fischio d’inizio è Gabriele Maurotti, che contiuna l’opera iniziata nell’ultima partita di Firenze.

Qualche sorpresa anche in avvio di partita, con la Finlandia ad aprire con un punto a muro e dare il via  al set che non ti aspetti, con una fase prima di equilibrio e poi di avvicendamento in termini di vantaggio. Ed in vantaggio di 2 lunghezze che I ragazzi di Gianlorenzo Blengini, pur perdendo a tratti il filo del discorso, guadagnano il primo tempo tecnico (8-6) confermandolo al secondo (16-14) ma in rimonta (dal 13-14 al 18-14) sui finlandesi. Qualche cruccio per gli azzurri ma nessun reale problema: i finlandesi, infatti, costruiscono e distruggono gioco in egual misura, fino a perdere lucidità. Osmani Juantorena, poi, non si risparmia e se apre l’ultimo ritaglio di set con un punto dalla seconda linea (25-17) è ancora lì per il 25-20 che spegne i sogni finnici.

Vantaggio azzurro anche in un secondo parziale senza storia, con il +4 del primo passaggio in panchina (8-4) che cresce a +5 al secondo (16-11) mentre a chiudere è un attacco bomba di capitan Zaytsev. Per la cronaca del terzo set,  il tabellone può bastare: dal 3-0 in apertura, all’8-2 del primo time out, dal 16-8 del secondo tecnico al 25-16 che chiude il set e una partita mai in discussione. Con un tabellino finale che riporta la doppia cifra nel fondamentale del muro (11) mentre sono 3 i punti dalla linea di fondo campo.

Due dello zar Ivan, che al termine della partita, commenta cosí: “L’impatto, per tutti, è stato intenso! Trovarsi a  Milano in un nuovo palazzetto e trovarlo già pieno diversi minuti prima del nostro ingresso è stato emozionante. Sapevamo che avremmo trovato tanto calore ma ci abbiamo messo un po’ a scioglierci. Nel primo set ho faticato molto in attacco, personalmente, ma poi siamo riusciti a ingranare e abbiamo portato a casa altri 3 punti. Importanti soprattutto in vista della sfida di domani.” Perchè domani arriva la Russia. E se da un lato c’è una sconfitta da vendicare, come ha poi ricordato poi capitan Zaytsev, c’è altro terreno da guadagnare, dopo

La fotogallery di  ITALIA – FINLANDIA 3-0 (25-20; 25-18; 25-16) è online, sulla pagina di Get Sport Media, a questo link https://bit.ly/2NxumLM

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media