Si veste di gialloblu la SuperCoppa Samsung Galaxy A 2018

Scritto da on nov 11th, 2018 e archiviato sotto la categoria Coppe, News, Notizie. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

45960866_1230136247111448_3148201347111714816_n[Redazione VivoVolley - foto Fabio Cucchetti] L’Imoco Volley Conegliano conquista la Supercoppa Samsung Galaxy A 2018, superando per 3-1 l’Igor Gorgonzola Novara di fronte ai 4000 spettatori del PalaVerde. Le pantere di Daniele Santarelli vendicano la sconfitta patita un anno fa al PalaIgor e bissano il successo del 2016, mettendo in bacheca il quinto trofeo della propria storia. Le gialloblù vincono i primi due set con autorità, quindi subiscono il ritorno delle azzurre, che dominano il terzo parziale e costruiscono un buon vantaggio nel quarto. Lì, il guizzo delle trevigiane, guidate da una straordinaria Samanta Fabris, MVP della partita con 21 punti, vale il sorpasso e la gioia incontenibile. Per Novara 30 i punti di Paola Egonu.

Nel pre-partita la celebrazione di quel che è stato nella scorsa stagione e ai recenti Mondiali in Giappone. A Piero Garbellotto, presidente dell’Imoco Volley Conegliano, il premio simbolico al pubblico del PalaVerde, il migliore della Serie A1 2017-18. Davide Mazzanti ha indossato la doppia veste di premiante e di premiato: prima ha consegnato all’ex suo vice allenatore Daniele Santarelli il premio ‘Sergio Guerra’ come migliore allenatore dell’ultima Samsung Galaxy Volley Cup di A1, poi ha ritirato dalle mani di Mauro Fabris, presidente della Lega Pallavolo Serie A Femminile, la targa di congratulazioni per la fantastica avventura Mondiale, conclusa con un’indimenticabile medaglia d’argento. Infine, Joanna Wolosz, capitana delle pantere, ha ricevuto la targa celebrativa dello Scudetto conquistato la scorsa primavera.

Le fotogallery dell’incontro e della festa sono disponibili sulla pagina FB di Get Sport Media https://www.facebook.com/getsportmedia/. Suggestivo, all’ingresso della bandiera tricolore, l’inno di Mameli eseguito dai Growin’ Up Singers, diretti da Paola Pascolo, e cantato all’unisono dai quasi 4000 del PalaVerde.

La cronaca. Novara parte con Nizetich in banda, Easy e non Hill tra le gialloblù. Da 1-3 a 4-3, Fabris scalda i motori. Muro Veljkovic, 6-7. Risponde Danesi per il nuovo vantaggio 10-9. Estremo equilibrio, Bartsch piega le mani del muro e fissa il 12-12. Dalla difesa di De Gennaro alla parallela potente di Fabris per il 14-12. Scambio spettacolare, Easy ribatte Chirichella ed è +3. Si scatena Fabris, quando il suo recupero il volo tocca il nastro e si trasforma in punto diretto: 17-13 e time-out Barbolini. Spinge primi tempi Carlini, alla ricerca della rimonta (18-15). Rientrano le azzurre con Piccinini per Bartsch, sul 19-18 è Santarelli a fermare il gioco. Il turno di servizio della neo entrata Fersino spinge l’Imoco al nuovo +4 (22-18). Chiama il Video Check la panchina di Novara sul servizio di Egonu giudicato lungo. Il responso conferma la decisione arbitrale, 24-20. Egonu annulla il primo, poi scatta De Kruijf sul palleggio di Wolosz e fa 25-21.

SCOMMESSE PALLAVOLO NETBET

La Igor ristabilisce lo starting six con Nizetich in banda e sale 2-3 con il mani out dell’argentina. Chirichella ed Egonu aumentano il divario a favore delle azzurre, 5-8. Il Video Check ribalta la decisione del primo arbitro sull’attacco di Egonu, ancora Nizetich e 8-11. Due errori banali di Novara riportano l’Imoco a contatto, l’11-11 arriva poco dopo nonostante lo spettacolare salvataggio in rovesciata di Chirichella. Fabris tiene la sberla di Egonu, pallonetto dolce di Easy e sorpasso. Sylla mura Egonu e il PalaVerde esplode. Wolosz si ripete su Bartsch, che fa posto a Piccinini. Nizetich subisce due ace consecutivi di De Kruijf, 20-14. La Igor accenna la reazione, ma l’intesa tra Wolosz e Fabris è perfetta e 22-16. Block-in di Danesi su Egonu, preludio al pallone che si spegne lentamente nella metà campo novarese: 25-17 e 2-0.

45980429_1230135987111474_6380460280857493504_nCalo di concentrazione tra le gialloblù in avvio di terzo set, errori in serie e 4-10 (time out Santarelli). Al rientro ace di Veljkovic e +7. Il coach gialloblù cambia entrambe le bande, inserendo Hill e Tirozzi per Easy e Sylla. Egonu lascia andare il braccio e il punteggio recita 7-15. Tre muri in fila delle pantere e Barbolini preferisce interrompere il gioco. Scambio strepitoso, che Chirichella con le ultime energie griffa con il muro su Hill. Sotto 10-17, Santarelli dà riposo anche a Fabris, sostituita dalla giapponese Nagaoka. Muro di Wolosz, poi Egonu sale in cielo per arpionare una palla vagante. Super murata di Piccinini su De Kruijf, 13-20. L’ace di Egonu scrive il 15-23. Piccinini al servizio sorprende Sylla e con il 17-25 la partita si riapre.

Confermate Piccinini per Nizetich tra le azzurre e Tirozzi per Sylla tra le gialloblù nel quarto set. Ripartono meglio le igorine, Egonu firma l’1-4, Veljkovic in primo tempo il 2-5. Anche Chirichella a segno (3-7), mentre Santarelli ricambia le schiacchiatrici, dentro Hill e Sylla. Pipe di Piccinini, 5-10. Il mani out di Hill e il muro di De Kruijf sulla fast di Chirichella riportano sotto l’Imoco. Pallonetto e bordata, Bartsch fa 9-13. Avanza Novara, ricuce Conegliano. Sale in cattedra Fabris con due attacchi consecutivi, 14-15 e tempo discrezionale per Barbolini. Sulla riga la parallela di Hill, parità a quota 17. Sassata di Egonu, ma di nuovo Hill e sorpasso 19-18. Igor imprecisa al servizio, Hill è una sentenza e sigla il 21-19. L’errore di Egonu è in realtà un mani out (il Video Check rivela il tocco del muro), ma il terzo errore consecutivo al servizio – di Zannoni – vale il 22-20. Di Fabris il 23 e il 24-21. Egonu annulla il primo e il secondo match point. Il punto della festa gialloblù è di Sylla.

LE DICHIARAZIONI
Miriam Sylla (schiacciatrice Imoco Volley): “Sono felicissima! L’ultima palla? Mi sono chiesta ‘E’ finita?’. Io ho tirato ma non ho visto dove andava la palla. Poi mi sono girata e tutte le compagne festeggiavano… è la mia prima Supercoppa e ancora non ci credo. Il PalaVerde è bello quando si vince, ma è bello soprattutto quando siamo sotto e ci dà una carica incredibile”.

Samanta Fabris (opposto Imoco Volley): “Abbiamo aperto la stagione in un bel modo, abbiamo fatto vedere una pallavolo di grande qualità nei primi due set, poi ci siamo spenti. Però piano piano abbiamo spinto tutti insieme fino alla vittoria. Grazie a questo bellissimo pubblico, che per noi rappresenta sempre un giocatore in più. Dove possiamo arrivare? In alto, c’è ancora tanto spazio per migliorare”.

Daniele Santarelli (coach Imoco Volley): “Quest’anno la desideravo un po’ di più di quella dello scorso anno. Ci tenevamo molto a partire bene in casa, siamo contenti della prestazione di squadra, la dimostrazione di quanto questo gruppo è forte. Dopo due set di altissimo livello siamo calati in attacco, un po’ più fallosi, ma ci sta contro una grande squadra. La stagione è lunga, questo è il primo di quattro traguardi, forse il meno importante. Vogliamo competere su tutti i fronti e abbiamo la rosa per farlo”.

Enrico Marchioni (general manager Igor Volley): “Abbiamo giocato alla pari con Conegliano per quasi tutto il match, rimane la sconfitta e il rammarico di aver commesso qualche errore di troppo nelle fasi finali e decisive dei set. Continueremo a lavorare consapevoli di essere a livello dell’Imoco, ma anche di dover sbagliare meno possibile in partite come questa”.

IL TABELLINO
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – IGOR GORGONZOLA NOVARA 3-1 (25-21 25-17 17-25 25-23)
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Easy 7, Danesi 7, Fabris 21, Sylla 16, De Kruijf 11, Wolosz 3, De Gennaro (L), Hill 10, Nagaoka 1, Tirozzi, Fersino. Non entrate: Moretto, Folie, Bechis. All. Santarelli.
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Bartsch 10, Veljkovic 11, Egonu 30, Nizetich 3, Chirichella 13, Carlini, Sansonna (L), Piccinini 2, Bici, Zannoni. Non entrate: Plak, Camera, Stufi. All. Barbolini.
ARBITRI: La Micela, Cerra.
NOTE – Spettatori: 3900, Durata set: 27′, 25′, 24′, 26′ ; Tot: 102′.

a cura dell’Ufficio Stampa Lega Pallavolo SerieA Femminile

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media