Civitanova vince a Trento, Perugia torna in testa

Scritto da on gen 20th, 2019 e archiviato sotto la categoria Campionato, News, Notizie, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

4b64d81d-194c-47cb-907d-460b5500aa19[di Emanuela Macrì – foto Riccardo Giuliani] Una vetta da difendere per l’itas Trentino e una vetta da avvicinare, quanto più possibile, per la Cucine Lube Civitanova, con un orecchio teso al risultato della partita di Siena, dove i campioni d’Italia di Perugia cercano di riprendersi il primo posto in campionato. Si presenta così, alla BLM Group Arena, la 18ma giornata, 5a del girone di ritorno della SuperLega Credem Banca 2018719. A soli tre giorni, dalla sfida che, in gara unica, assegnerà i quattro pass per la fase finale della Del Monte Coppa Italia in programma Bologna il 9 e 10 febbraio prossimi.

La gallery del match, firmata da Riccardo Giuliani, qui https://www.facebook.com/getsportmedia/

PRIMO SET – Un avvio di gara nel segno dell’equilibrio presto movimentato dal break di Robertlandy Simon, al servizio, e compagni che con un muro di Yoandy Leal si portano sul 5-8, un +3 presto fermato dal discrezionale di Angelo Lorenzetti. Ospiti in fuga, a gestire il vantaggio e Campioni del Mondo a inseguire a qualche lunghezza (sul 10-14 secondo tempo discrezionale chiesto da Trento). L’ultimo terzo di set muove da un 11-16 che sembra una storia già scritta (nonostante la parentesi del recupero dei trentini che si portano su un 19-22 poi sciupato). Chiude il muro di Enrico Cester del 20-25.

SECONDO SET – Arriva nel secondo parziale il primo video check della gara. E arriva a decidere su un presunto tocco a muro dei ragazzi di Fefè De Giorgi. Un tocco che non c’è ma capace di riportare in equilibro (8-8) un avvio favorevole ai padroni di casa. Nessun allarme, però, in casa Trento, che all’ultimo terzo di set si presenta con un +4 (16-12), insidiato da Osmani Juatorena e compagni (17-16 e time out di Trento, da copione, e poi di nuovo sul 24-23) ma felice annuncio di esito positivo per i ragazzi di Lorenzetti che chiudono con un primo tempo di Srecko Lisinac per il 25-23.

TERZO SET – Il ritorno in campo delle formazioni con il perfetto equilibrio sul tabellone che non si riflette sul campo. Civitanova, infatti, preme subito sull’acceleratore (3-8) con un vantaggio che, sebbene poi ridimensionato, porta gli ospiti al terzo di set sul 13-16, firmato da un attacco in parallela dell’ex di turno Tsvetan Sokolov (88% di positività in attacco mentre per il suo collega trentino, l’opposto Luca Vettori, la percentuale è del 78%). La Lube, nel finale, prende il largo (18-22) e chiude il set 25-22 con Juantorena, mettendo in tasca il primo punto della sfida.

QUARTO SET – Chiusura di gara in segno di una Lube Civitanova concreta, che costruisce un vantaggio (1-5 poi 5-8 e quindi 13-16), lo difende e si presenta nel finale con un +4 (16-20) sui padroni di casa di Trento che stringono i denti ma incappano in una giornata meno favorevole delle ultime: un opaco Uros Kovacevic e un Aarron Russell meno brillante, fanno la differenza. Sarà l’attacco di Juatorena per il 25-20, a mettere fine a un set mai in discussione. A discutere, invece, è un insolito Lorenzetti che non gradisce un commento giunto da bordo campo e si confronta a distanza, ma a muso duro, con il mittente. Scintille con la palla in gioco e un cartellino giallo all’indirizzo del tecnico di Trento che a fine gara non rinuncia a ribadire e chiarire la propria posizione.

IL FINALE – Una vittoria fuori casa per la Cucine Lube Civitanova che vale molto più di 3 punti. Perché racconta di un gruppo ritrovato dopo un periodo non facile, che conferma il terzo posto in classifica ma si porta a un punto dalla seconda, l’avversaria di giornata appunto che, in virtù della vittoria a Siena della Sir Safety Conad Perugia cede il passo e la prima piazza provvisoria. MVP della serata è Tsvetan Sokolov, opposto di Civitanova, con 22 punti al suo attivo e una percentuale del 69% in attacco.

GLI ALTRI RISULTATI DI GIORNATA
Globo Banca Popolare del Frusinate Sora – Calzedonia Verona 1-3 (17-25; 25-18; 23-25; 22-25)
Bcc Castellana Grotte – Revivre Axopower Milano 2-3 (25-27; 25-21; 22-25; 26-24; 13-15)
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Consar Ravenna 3-1 (23-25; 25-16; 28-26; 25-22)
Vero Volley Monza – Kioene Padova 1-3 (25-13; 28-30; 19-25; 20-25)
Azimut Leo Shoes Modena – Top Volley Latina 3-0 (25-19; 25-21; 25-18)

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media