Play Off di SuperLega al via, il muro di Trento ferma Padova

Scritto da on mar 31st, 2019 e archiviato sotto la categoria Campionato, News, Notizie, Serie A1. Puoi seguire la discussione di questo post tramite RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questo post.

a456f876-aea1-4f0b-8e4e-e37c98abaa05[di Emanuela Macrì - foto Riccardo Giuliani per Get Sport Media] Un palazzetto in piedi ad applaudire una coppa alzata al cielo. È la CEVCup conquistata solo qualche giorno fa in Turchia, a Istanbul, quella che capitan Simone Giannelli offre, simbolicamente, al pubblico di Trento e al suo abbraccio. Un attimo prima che l’arbitro Gianni Bartolini, fischietto storico per la Trentino Volley, dia il via alla sfida. Un pezzo di storia scritto in questo palazzetto quando a tenere a battesimo una debuttante Trentino Volley in massima serie, c’era proprio lui sul seggiolone. Bartolini che qui, in questi Play Off, chiude una lunga carriera.

PRIMO SET – E primo punto messo a referto con un attacco dello schiacciatore francese Yacine Louati è padovano, così come il primo ace del match, con Ryley Barnes che non si accontenta e mette a segno una doppietta dalla linea di fondo campo (4-6 e 4-7). Una parte centrale di set dominata dall’equilibrio e ultimo terzo di set battezzato da un doppio vantaggio della formazione ospite (14-16) presto ribaltato da un buon turno al servizio di Trento: a un buon turno al servizio di Luca Vettori al servizio segue il muro di Aaron Russell (17-16) a cui segue la richiesta del time out da parte del tecnico padovano Valerio Baldovin che ripete la richiesta dopo il muro di Uros Kovacevic (21-19) senza ottenere risultati apprezzabili. Il primo parziale di gara, infatti, è della Trentino Volley, che al cambio di campo ci arriva grazie al 25-21 firmato da un ace di Kovacevic e dopo ben 5 muri punto a fare la differenza.

SECONDO SET – Avvio a pieni giri per i trentini con un parziale di 4-1 e una richiesta di consulto per Baldovin che sul 6-2 chiede il tempo discrezionale per aggiustare il tiro. I ragazzi fanno tesoro delle parole del tecnico, passando da uno sfavorevole 8-3 ad un 11-8 che preoccupa la panchina trentina: Angelo Lorenzetti, forse più per spezzare il ritmo che per comunicare con i suoi, chiama un time out che rimette il pallino del set in mani trentine (16-14). Ma non è un cielo senza nuvole, quello dell’Itas, che vede una Kioene a marcare il passo a breve distanza (19-18). Il finale, però, sta nei due muri trentini: quello di Kovacevic del 21-18, a scavare un solco per i padovani non superabile e il definitivo, a firma Davide Candellaro, del 25-20

TERZO SET – Voglia di chiudere la pratica, da una parte e di riaprirla, dall’altra: il parziale inizia in equilibrio, con i trentini a convincere, però, di più. Passando al primo intermedio sul +2 (8-6), insistendo poi sul muro, fondamentale su cui struttura tutta la sfida (saranno 12 i punti, al termine), per mantenere il vantaggio (16-14) e presentarsi all’ultimo scampolo di gara sul 20-18. Quando un muro di Louati (22-22) rimette in pista i padovani che però non riescono nell’impresa: un servizio in rete di Barnes (23-22) prima e due attacchi da seconda linea di Kovacevic (25-23) mettono nella cassaforte trentina la prima vittoria della serie. E in quella dello schiacciatore serbo un altro premio MVP (13 punti personali di cui 3 muri e 1 ace).

Itas Trentino – Kioene Padova 3-0 (25-21; 25-20; 25-23)

GLI ALTRI RISULTATI DI GIORNATA

Safety Conad Perugia – Vero Volley Monza 3-0 (31-29; 25-16; 25-11)
Azimut Leo Shoes Modena – Revivre Axopower Milano 3-0 (25-20; 25-14; 27-25)
Itas Trentino – Kioene Padova 3-0 (25-21; 25-20; 25-23)
Cucine Lube Civitanova – Calzedonia Verona 3-2 (32-30; 25-20; 22-25; 23-25; 18-16)

Devi essere loggato per scrivere un commento Login

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge.
Sono vietate le COPIE anche parziali delle parti scritte, di ogni parte grafica comprese le foto e i filmati

Vivovolley è una testata giornalista, registrata presso il Tribunale di Milano (n. 331 del 22/10/2014)
Online dal 2006 © Vivovolley.net - Direttore: Avv. Rossana Foglia | Per Contattare VivoVolley Clicca Qui

© 2007-2017 Powered by Francesco Langiulli | Get Sport Media